I sommozzatori trovano un relitto anfibio a 100 metri di profondità al largo della Cornovaglia

Sito del relitto perduto dell'LCT scoperto dal team di immersioni dei Gasperados (Rick Ayrton)
Elica nel sito del relitto scoperto dal team di immersioni dei Gasperados (Rick Ayrton)

Una squadra di subacquei tecnici del Regno Unito ritiene di aver localizzato il relitto di uno dei sei LCT (Landing Craft, Tanks), perso a circa 50 miglia al largo della Cornovaglia settentrionale in una tragedia dimenticata della Seconda Guerra Mondiale. 

Leggi anche: I sommozzatori del Valhalla identificano l'U-Boot della Prima Guerra Mondiale a 1 m

La squadra di sommozzatori dei Gasperados era in spedizione alla ricerca di un altro relitto della barca Newquay tuffatore atlantico ma, quando si tuffarono in un sito non identificato a una profondità di quasi 100 metri, trovarono quella che somigliava a una grande nave d'assalto anfibia.

Gran parte del relitto era crollato, ma si pensava che una struttura visibile a un'estremità fosse una rampa, mentre altri dettagli costruttivi indicavano che si trattava di un velivolo militare della Seconda Guerra Mondiale.

Il team ha catturato immagini e video del relitto e ha chiesto il consiglio del dottor Harry Bennett, professore associato di storia all'Università di Plymouth. Suggerì che potesse trattarsi di una delle navi della nona flottiglia LCT della Royal Navy, che veniva rimorchiata in Estremo Oriente attraverso il Mediterraneo nell'ottobre 9. 

LCT 7074, l'ultimo mezzo da sbarco sopravvissuto, carro armato nel Regno Unito. La nave
può essere visionata a Portsmouth (Tim SC)
LC 7074, l'ultimo mezzo da sbarco sopravvissuto, il carro armato nel Regno Unito, esposto a Portsmouth. Il Mk 3 LCT aveva trasportato 10 carri armati durante lo sbarco in Normandia (Tim SC)

Dopo aver svolto un ruolo vitale nel D-Day all'inizio di quell'anno, gli LCT non erano più necessari nel teatro di guerra europeo ed erano stati inviati a est in previsione di una probabile invasione del Giappone.

Il convoglio di 35 navi si era radunato da Glasgow, Belfast, Liverpool e Milford Haven e le navi cisterna dovevano essere rimorchiate a Gibilterra da navi mercantili, prima di procedere con le proprie forze su ulteriori tratti del viaggio. 

Travolto dalla tempesta

Il tempo sull'Atlantico era peggiorato entro il 18/19 ottobre. In mezzo a venti di forza 9 il convoglio si è disperso e sei dei nove LCT, che non erano stati progettati per far fronte a condizioni così pesanti, sono stati travolti. Anche alcune navi mercantili si trovarono in difficoltà e più di 50 uomini persero la vita, soprattutto a causa delle LCT.

“La tragica storia del convoglio perduto di LCT, che questo relitto porta alla luce, ci ricorda brutalmente che nel mezzo della guerra i nostri marinai dovevano ancora lottare con i vecchi nemici, le tempeste incessanti e il mare crudele, con effetti talvolta mortali”. ha commentato il dottor Bennett.

Travi in ​​acciaio ad angolo retto con fori per rivetti (Rick Ayrton)
Travi d'acciaio ad angolo retto con fori per rivetti sul relitto… (Rick Ayrton)
…costruzione simile sulla LCT restaurata a Portsmouth (Barbara Mortimer)
…costruzione simile sulla LCT restaurata a Portsmouth (Barbara Mortimer)

Sub-Lt KW Steele da LC 488 hanno registrato i tentativi di salvare la nave utilizzando pompe guasti e i tentativi di salvataggio da parte della corvetta di scorta HMS Castello di Knaresborough.

"Il castello di Knaresborough ha fatto tutto il possibile per salvare l'equipaggio, ma il tempo era decisamente troppo rigido”, ha riferito. "Alla fine sono stato prelevato alle 0805:3 dopo essere stato in acqua per XNUMX ore. "

La maggior parte degli LCT affondati furono persi ben a ovest di Land's End, ma la posizione ufficiale di affondamento di LC 488 si trovava circa 100 miglia più a est, perché era riuscito a correre di fronte alla tempesta verso Milford Haven per diverse ore prima di soccombere. 

Il sito in cui si tuffarono i Gasperados si trovava a circa 45 miglia a nord-est della posizione ufficiale di affondamento, ma ciò non è considerato incompatibile con un'imbarcazione abbandonata relativamente leggera alla deriva con il vento e le onde. 

"Come subacquei, non diamo mai per scontato che potremmo scoprire le ultime sepolture dei marinai morti combattendo per il nostro paese", ha affermato Steve Mortimer del team di immersioni. “Abbiamo il privilegio di suggerire che potremmo aver trovato i resti di LC 488 oppure, se non quella nave, almeno un’imbarcazione simile della Seconda Guerra Mondiale”. 

Particolare dell'albero di trasmissione in uscita dallo scafo (Rick Ayrton)
Particolare dell'albero di trasmissione in uscita dallo scafo… (Rick Ayrton)
…lo stesso dettaglio sul LCT restaurato, sul quale erano stati rimossi motori, eliche e alberi (Barbara Mortimer)
…lo stesso dettaglio sul LCT restaurato, sul quale erano stati rimossi motori, eliche e alberi (Barbara Mortimer)

I Gasperados sono un gruppo di immersioni volontarie e affermano che ogni membro apporta competenze diverse alle spedizioni subacquee esplorative che finanziano autonomamente. Molti dei suoi subacquei sono affiliati al British Sub-Aqua Club, ma quelli adeguatamente qualificati ed esperti di tutte le agenzie di formazione sono invitati a presentare domanda.

La storia completa della scoperta dell'LCT sarà raccontata al Guz.tech conferenza sulle immersioni presso l'Università di Plymouth il 25 novembre. Il nuovo evento di immersione tecnica è stato annunciato il Divernet all'inizio di questo mese.

Anche su Divernet: Gli "Argonauti" si tuffano nell'HMS perduto da tempo Jason a 93m, Le attrazioni del D-Day sono protette da 75 anni, La scoperta archeologica dell'LCT 326 della Seconda Guerra Mondiale altera la storia navale britannica

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Brian Bordo
Brian Bordo
9 mesi fa

Scoperta incredibile. significherà molto anche per i parenti dei dispersi a bordo, buon lavoro.

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x