HMS Hythe: immersione profonda sul tragico relitto di Gallipoli

HMS Hytrhe
Dove è caduta la linea di tiro... nel punto morto

Cacciatore di relitti turco SELCUK KOLAY lo ha fatto di nuovo. Questa volta ha rintracciato l'ultima nave britannica scomparsa dalla campagna dei Dardanelli della Prima Guerra Mondiale, che giace a una profondità profonda ma raggiungibile. In un ESCLUSIVO DIVERNET, condividiamo l'immersione altrettanto profonda dell'autore nella storia di fondo di coloro che erano a bordo - e le recenti immersioni tecniche del suo team sul relitto

Il 28 ottobre 1915, mentre stava per sbarcare le sue truppe a Capo Helles, Gallipoli, il traghetto HMS hythe fu colpito da una nave più grande, una nave da trasporto truppe vuota chiamata HMS Sarnia. hythe affondò in 10 minuti, con la morte di circa 155 persone. 

La maggior parte dei morti erano membri della 1a/3a Kent Field Company, Royal Engineers e uomini del Kent. Il loro capitano, David Reginald Hermon Phillip Salomons, era tra loro.

Il mio interesse per il hythe è iniziato quando, su un sito di aste su Internet, ho notato una semplice medaglia della Vittoria della Prima Guerra Mondiale intitolata "2543 SP RTEDSER RE". 

Un rapido controllo mostrò che il ventenne Reginald Thomas Edser era morto per le ferite ed era stato sepolto ad Alessandria d'Egitto il 20 dicembre 14, dopo essere stato evacuato da Gallipoli. 

Mi sono assicurato la medaglia e ho scoperto che Edser aveva vissuto al 48 Goods Station Yard a Tunbridge Wells, nel Kent, adiacente al posto di lavoro di suo padre James, un custode di locomotive ferroviarie. Fu uno dei tanti giovani che persero la vita nella disastrosa campagna di Gallipoli, ma il suo numero di servizio militare mi colpì piuttosto basso per un corpo così numeroso come quello del Genio Reale. Ho deciso di indagare un po' più a fondo. 

Edser era con 1/3 della Kent Fortress Company, e mi chiedevo se si trattasse di un'unità cresciuta localmente, perché la fine del 1914 e l'inizio del 1915 videro la fondazione di vari battaglioni "amici". Erano state formate unità equivalenti nel Corpo degli Ingegneri Reali?

Avevano. La 1/3 Kent fu fondata da Sir David Lionel Salomons (1851-1925) di Broomhill, Southborough a Tunbridge Wells. Magistrato ed ex sindaco di Tunbridge Wells, era un uomo interessante. Colonnello onorario dei Kent Royal Engineers e scienziato, teneva conferenze di elettricità e aveva un grande interesse per la meccanica e i trasporti.

Non solo acquistò quella che fu solo la seconda automobile mai prodotta in Inghilterra, ma organizzò il primo salone automobilistico. Il primo pasto cucinato con l'elettricità fu preparato a casa sua.

Nel 1907 Sir David aveva cercato di istituire un'unità territoriale dei Royal Engineers. Ciò si rivelò poco pratico, ma nel 1911 fu fondata nel Kent un'unità cadetta, il precursore della 1/3 compagnia, con suo figlio David Salomons Jr come comandante. Sir David ha pagato la conversione di una vecchia officina del gas a Southborough nella sala di perforazione della nuova unità.

Il 1° maggio 1914 nacquero i 1/3 Kent Fortress Royal Engineers, inizialmente responsabili della protezione della costa, dei proiettori e delle strutture di difesa. Mobilitati il ​​4 agosto alle 8, gli uomini tornarono a casa per ritornare il mattino successivo alle 8. La prima guerra mondiale era iniziata.

Nelle prime fasi della guerra l'azienda continuò la formazione in patria e divenne un'unità aziendale. Nel luglio 1915 contava almeno 185 persone, composte principalmente da commercianti. Gli ingegneri militari o gli “genitori” potevano esercitare la loro attività nell'esercito e guadagnare l'equivalente di 58-111 pence a settimana, mentre i fanti guadagnavano solo 35-52 pence. 

Il capitano Salomons era benvoluto e rispettato. Era generoso e si prendeva cura del suo comando. Un rapporto dice che ha comprato un giro di bevande composto da 161 pinte di birra a quattro pence la pinta più due limonate a due pence per ciascuno dei suoi uomini.

Erano necessari ingegneri reali per coprire i posti vacanti causati dalle spaventose perdite nei Dardanelli, e la compagnia tenne una cena d'addio l'11 ottobre e fu acclamata dalla folla mentre partiva con il treno numero 13. 

L'affondamento dell'HMS hythe

Da Devonport, i soldati salirono a bordo dell'HMT scozzese e navigò via Malta fino alla baia di Mudros (isola di Limnos). La loro destinazione, Suvla Bay, fu quindi cambiata in Capo Helles e la compagnia fu assegnata alla HMS hythe, mentre la metà della compagnia, che aveva viaggiato con loro, fu imbarcata sulla HMS pettirosso.

HMS Hythe
L'Hythe

hythe, un ex piroscafo che attraversava la Manica (Dover-Calais), era una nave mercantile di proprietà della South East & Chatham Railways. Lanciata nel 1905, era costata all'azienda 19,575 sterline. Era stata convertita in dragamine nell'ottobre 1914 e dotata di due cannoni da 12 libbre.

Successivamente stabilitasi a Scapa Flow, nel 1915 fu inviata a lavorare sui movimenti di truppe nei Dardanelli. Il suo capitano era il tenente comandante Arthur H. Bird. 

La marina utilizzava navi più piccole come hythe a causa dei successi dei sottomarini tedeschi e turchi nell'affondamento delle navi britanniche e francesi, e si sperava che il loro pescaggio ridotto avrebbe rappresentato un bersaglio più piccolo per i siluri.

L'HMS da 509 tonnellate hythe non aveva alloggi per i passeggeri, quindi era stata montata una tenda da sole per proteggere l'affollato ponte dell'equipaggio dalle intemperie. Agli ufficiali era permesso stare al caldo nella zona della sala macchine, ma quando partì la nave era molto pesante. 

Prima di salpare per Capo Helles, sulla HMS si tenne una pubblica corte marziale hythesul ponte - un marinaio che aveva rifiutato gli ordini fu condannato a 81 giorni di reclusione. Cinque ufficiali e 213 uomini del 1/3 degli ingegneri reali della fortezza di Kent salirono a bordo hythe, insieme a 30 membri dell'esercito di vari reggimenti. 

hythe lasciò Mudros alle 4:50 per il viaggio di 40 miglia fino a Capo Helles, viaggiando senza luci per evitare di attirare i bombardamenti nemici. Mancavano circa 8 minuti all'atterraggio, verso le XNUMX:XNUMX fu emesso un avviso che un'altra nave si stava avvicinando a lei. 

HMS Sarnia
La più grande HMS Sarnia

HMS Sarnia, un altro traghetto a vapore, era più grande di hythe a 1,498 tonnellate e aveva una velocità massima di 20 nodi. Avendo già sbarcato il suo carico e le sue truppe, stava lasciando la penisola, virando sulla rotta S67°W as hythe diretto N82°E – quasi frontale. 

Le truppe si stavano preparando a sbarcare quando venne lanciato l'allarme ed entrambe le navi viaggiavano a circa 12 nodi. Sono stati fatti diversi tentativi su entrambi per cambiare rotta, ma nessuno dei due ha rallentato. 

Sarnia colpito hythe 8 metri dalla prua sul lato sinistro, con tale forza che la prua la tagliò a metà hythe, fermandola morta nell'acqua. Il suo trinchetto cadde sul tendone e molti morirono in quei primi istanti, come hythe girò attorno a poppa e l'acqua si riversò nello squarcio sul lato sinistro. 

Affondò in 10 minuti netti. Alcuni di quelli sul ponte riuscirono a salire a bordo Sarnia, che rimase accanto per diversi minuti. Altri si gettarono nel mare freddo senza giubbotti di salvataggio e solo con i detriti a cui aggrapparsi: pochi soldati sapevano nuotare. 

Si dice che il capitano Salomons si sia suicidato.giacca a un altro soldato come il tenente comandante Bird ordinò: "Ognuno per se stesso!" 

Non sembra sia stato fatto alcun tentativo coordinato per organizzare un salvataggio, ma una barca equipaggiata da un guardiamarina e da un cuoco ha raccolto 82 sopravvissuti. Anche se forato, Sarnia mettere fuori una barca e salvare vite umane. Ha dovuto tornare a sinistra prima a poppa per evitare di imbarcare acqua. 

Il capitano Salomons e altri 128 membri di 1/3 della compagnia furono persi insieme ad altri 15 membri del personale dell'esercito e 11 dei hythe'vite. Solo 103 membri del 1/3 sopravvissero. 

Il disastro è stato aggravato dalla mancanza di giubbotti di salvataggio e di scialuppe di salvataggio, oltre alla scarsa organizzazione. Avrebbe potuto essere evitato se le navi avessero seguito le rotte di andata e ritorno stabilite da e verso Capo Helles. Una corte d'inchiesta avrebbe poi raccomandato che nessun soldato dovesse mai più andare in mare senza una vita-giacca

Trovare il relitto

Nell'ultimo capitolo del mio libro Echi degli abissi, relitti della campagna dei Dardanelli, Avevo concluso che, oltre a tutti i relitti trattati nel libro, c'era ancora del lavoro da fare per localizzare alcuni altri relitti importanti della campagna. 

L'ho scritto nel 2013. Da allora ne ho localizzati e identificati altri, incluso il dragamine britannico Duchessa di Richmond giace ad una profondità di 84 m (come riportato su Divernet).

Successivamente mi sono concentrato su HMS Hythe, uno degli unici due relitti rimasti non localizzati. Sapevo dagli archivi che aveva lasciato la base navale britannica a Mudros Bay alle 4:40 e quattro ore dopo le rimanevano circa 9 minuti per raggiungere la sua destinazione. Usando queste informazioni ho potuto determinare un'area di ricerca di XNUMX miglia quadrate a circa sei miglia nautiche a ovest di Capo Helles.

Selcuk Kolay
Selcuk Kolay durante la ricerca sonar (A Tasci)

Questa è una zona piuttosto ventosa, quindi ho impiegato alcuni mesi per effettuare la ricerca sonar a scansione laterale ogni volta che le condizioni meteorologiche erano favorevoli.

Il 19 agosto di quest'anno ho avvistato un relitto sullo schermo a circa 6.5 ​​miglia nautiche a ovest di Capo Helles, adagiato in posizione verticale sul fondo del mare a una profondità di 72 metri. Sembrava avere le dimensioni e la forma corrette per essere il hythe.

Immagine del sonar Hythe
Immagine del sonar dell'HMS Hythe (Selcuk Kolay)

Per vedere e filmare gli importanti dettagli necessari all'identificazione del relitto, abbiamo espletato le formalità con la Direzione del Parco Nazionale Storico della Penisola di Gallipoli e la Guardia Costiera dei Dardanelli e organizzato un'immersione esplorativa. 

Utilizzeremmo rebreather a circuito chiuso rEvo con una miscela 18/45, insieme a miscele 18/45 e nitrox 50 come gas di salvataggio. Il tempo di immersione totale previsto è stato di 68 minuti, con un tempo di fondo di 19 minuti.

L'immersione

Il 27 agosto è stata una giornata molto bella, con mare calmo. Ho posizionato la barca sopra la posizione del relitto e ho abbassato la linea di tiro.

I compagni subacquei Ali Ethem Keskin e Doruk Dundar hanno effettuato i preparativi per filmare il relitto. Abbiamo pianificato la nostra immersione in base alle informazioni che avevo raccolto dai documenti sull'affondamento. 

La visibilità era di circa 15 metri, ma sul relitto si riduceva a 4-5 metri. La linea di tiro era caduta esattamente al centro, proprio dietro il punto dove una volta c'era il fumaiolo. Accanto a questo punto c'erano le gru su entrambi i lati dove erano posizionate le due scialuppe di salvataggio.

HMS Hythe
Danno alla sovrastruttura di babordo (D Dundar)
HMS Hythe
Gruetta sul ponte di poppa (AE Keskin)

Più indietro, dove terminava la sovrastruttura, si poteva vedere la grande gru/gru sul lato sinistro. Il danno a poppa è stato probabilmente causato quando la nave ha colpito per prima il fondo del mare a poppa e/o quando hythe si era girato e aveva colpito Sarnia. Una grande deformazione sul lato sinistro della sovrastruttura potrebbe essere un'ulteriore prova di ciò che era accaduto.

HMS Hythe
Ponte superiore (D Dundar)
HMS Hythe
Punto di collisione e albero di trinchetto (AE Keskin)

Davanti al fumaiolo si vedevano i resti del ponte-timoneria, probabilmente una struttura in legno. La vista del ponte di prua con l'albero di trinchetto appoggiato su di esso confermò tutta la storia: Sarnia non solo era penetrato nel lato sinistro dello scafo proprio dietro il castello di prua, ma aveva attraversato l'intera trave, squarciando anche il lato di tribordo dello scafo. 

Questa nave molto più grande si era speronata hythe a tutta velocità, e ci chiedevamo come fosse stata lasciata la nave più piccola tutta intera e con la prua ancora attaccata.

Questa scoperta lascia HMS Arno come l'unico grande relitto della campagna dei Dardanelli rimasto da localizzare. Deve trovarsi da qualche parte a nord-est dell'isola di Imbros, a una profondità superiore a 300 metri, quindi dovremo utilizzare diverse tecnologie per localizzarlo e identificarlo.

Conseguenze di hythesta affondando

È difficile immaginare l'effetto che il hythe disastro ebbe sulla gente del Kent. Diverse coppie di fratelli andarono perdute. Un padre e un figlio sono annegati insieme e circa 99 bambini sono rimasti senza padre.

Dopo ulteriori ricerche, ho scoperto che il Sapper Edser era uno di quelli a bordo hythe – e che era sopravvissuto al naufragio. Un altro geniere sopravvissuto, Reginald Still, aveva scritto in una lettera a casa: “Reg Edser è abbastanza sicuro, infatti adesso è con me e scrive.

La compagnia si riposò e partì, poi proseguì per Gallipoli. Il 24 novembre, due genieri feriti da una bomba lanciata dai turchi sono stati trasportati in un ospedale in Egitto, e uno di loro era Edser. Scrisse per dire alla madre che le sue ferite non erano gravi, ma morì in ospedale il 14 dicembre.

Nel frattempo la famiglia Salomons aveva perso il suo unico erede maschio. Nella Seconda Guerra Mondiale una mensa mobile al servizio delle truppe in Nord Africa portava dalla sua parte “David R. Salomons 1885-1915”, un'iscrizione pagata dalla sorella Vera.

Tra le due guerre, la gente di Southborough avrebbe tenuto un "hythe Domenica”, ricordando il disastro delle funzioni religiose avvenuto il 28 ottobre o in prossimità di tale data. Non si sa quando finì questo atto di ricordo. Diversi nomi di strade a Southborough hanno ancora un "hythe"Tema.

Una targa commemorativa in marmo per commemorare i soldati caduti può essere vista nella chiesa di San Matteo a Tunbridge Wells. C'è anche una David Salomons House, chiamata così da sua sorella in memoria del famoso capitano della compagnia, e una Museo Salomon dedicato ai tre David: il capitano, suo padre e suo nonno, che nel 1835 era diventato il primo Lord Mayor ebreo di Londra.

C'è una lettera nel museo, scritta al colonnello Sir David Lionel Salomons da hythe il maggiore sopravvissuto Alfred Ruston: “All'inizio, le due navi si aggrapparono l'una all'altra per alcuni minuti e circa 50 uomini e diversi ufficiali si arrampicarono sull'altra nave.," ha scritto.

"Ma sebbene il capitano Salomons fosse stato avvertito di lasciarsi andare anche lui, non lo fece e sono sicuro che fosse perché avrebbe salutato prima i suoi amati uomini.

Anche su Divernet; Kolay trova un dragamine britannico a 82 m, Navi perdute della battaglia di Oinousses, I giorni di Nantaise, Come ho scoperto che una petroliera vecchia di 125 anni perdeva ancora, Kolay scopre un sottomarino britannico della Seconda Guerra Mondiale nell'Egeo

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

5 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Jennifer Patterson
Jennifer Patterson
1 anno fa

Assolutamente entusiasta che finalmente abbiamo chiuso il luogo di riposo di nonno Wakeford. Che campione assoluto sei. Mi piacerebbe copie di qualsiasi materiale su questo argomento poiché vivo in Australia e non abbiamo accesso alla tua rivista. Grazie.

Divernet
Admin
Rispondi a  Jennifer Patterson
1 anno fa

Diver non produce più una rivista, è tutto online. Consigliamo Scuba Diver ANZ, una rivista con sede in Australia prodotta dal nostro marchio gemello.

Riccardo Salter
Riccardo Salter
1 anno fa

WILLIAM HENRY SALTER Numero di servizio 916 Età 20 anni       nato nel 1895  da 11 Stuart Rd Tunbridge Wells, Kent,  2nd Caporal      Royal Engineers 1/3rd Kent Field Company  Southborough, Kent. Il fratello di mio nonno. Anch'io sono un subacqueo e vivo a Malta. Grazie per queste informazioni, sono molto apprezzate. Ci sono molti che hanno perso la vita in quelle acque, la mia speranza è che queste tombe di guerra siano trattate con il massimo rispetto come meritano così opportunamente. RIP

WilliamHenrySalter916 1915.jpg
Tony
Tony
1 anno fa

La fotografia di HYTHE nel post è quella della nave costruita nel 1925 per la Southern Railway per sostituire la nave persa al largo di Capo Helles nel 1915. Sebbene simili nel design, i due HYTHE presentavano molte differenze nell'aspetto, nelle dimensioni e nel tonnellaggio, alcuni dei quali può essere visto nella foto allegata dell'HYTHE del 1905 durante le prove del costruttore al largo di Dumbarton

Hythe-07.JPG
Steve Weinmann
editore
Rispondi a  Tony
1 anno fa

Grazie per averlo sottolineato, Tony

SEGUICI SU

5
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x