Spedizione subacquea a Lanzarote

Immersione in un relitto a Lanzarote
Immersione in un relitto a Lanzarote

Visitando le Isole Canarie, STUART PHILPOTT esamina una selezione dei migliori siti di immersione ricreativa a Puerto del Carmen, il punto turistico numero uno di Lanzarote.

Lanzarote è stata a lungo una destinazione popolare tutto l'anno destinazione vacanza per un numero sorprendente di inglesi, molti dei quali possiedono o condividono appartamenti sull'isola atlantica. I voli sono offerti dalla maggior parte degli aeroporti principali e regionali del Regno Unito e il tempo di viaggio è di quattro ore sopportabili.

Nei viaggi precedenti avevo evitato la città turistica numero uno di Lanzarote, Puerto del Carmen, ma per la quarta volta, per fortuna, sono tornato (anche se solo per un breve periodo) pronto e disposto a immergermi nell'atmosfera vivace e ad assaggiare alcuni dei migliori siti di immersione locali. 

Perso a Puerto del Carmen

Di solito noleggerei un’auto all’aeroporto di Arrecife, perché è relativamente economica e conveniente. Puerto del Carmen è a soli 10 minuti di macchina ma, per farla breve, ho finito per passare un paio d'ore stressanti alla ricerca del mio hotel.

Ciò significa che inavvertitamente ho potuto vedere quasi ogni edificio, strada, segnaletica ecc. nell'intera conurbazione densamente popolata. Ho superato file e file di appartamenti imbiancati con pub, locali notturni, negozi e ristoranti disseminati lungo l'intero tratto di lungomare di 6 km. L'intero posto era impazzito per lo sport. Ovunque guardassi c'erano lavagne che pubblicizzavano partite di calcio quotidiane in diretta.

Ci sono circa 18 centri sub nella zona di Puerto del Carmen, tutti posseduti e gestiti da diverse nazionalità. Avevo prenotato con Immersioni con la Manta, di proprietà e gestito dalla coppia britannica Rachel Parry e Ben Hutchinson.

Sito del relitto di Lanzarote
Sito del relitto di Lanzarote

Six years ago, Ben and Rachel bought the PADI 5* resort centre when its Irish owners decided to retire. Rachel now manages the bookings and website, while Ben sorts out equipment maintenance and day-to-day staffing issues, among other tasks.

While I was there they employed five instructors and were using Aqua Lung and Apeks dive-kit. I could see that the staff had a good rapport with punters. Throughout the day, all sorts of colourful characters would pop in to say hello and have a chat. Some would even go diving!

Le centro immersioni logo got me wondering: are there any manta sightings in Lanzarote? I had seen devil rays at El Bajon on El Hierro, the westernmost Canary Island, so was this where the name had stemmed from? Rachel said that the name had been inherited from the previous owners and she and Ben had simply stuck with it. I bet it’s not the first time they have been asked this silly question! 

Fuori Playa Chica

Rachel said Manta Diving had the perfect set-up for divers who didn’t want to spend the whole day away from their families. In a matter of hours, they could be back from their dives and by the swimming pool, lapping up the sunshine.

The dive-centre offers two guided dives in the morning and focuses on formazione in the afternoon, but this programme ramps up to four daily guided dives throughout the summer months. Opening hours are from 8.30am until 5.30pm Monday to Saturday year-round.

Rachel told me that e-learning packages were proving very popular with guests, the theory completed online in the UK to leave only the in-water skills to master in Lanzarote. 

The bay at Playa Chica was a hotspot of diving activity. Most of the dive-centres in Puerto del Carmen used this stretch of promenade as a kitting-up area, with entry-points via the steps or the adjacent sandy beach, and the place was chockablock with dive-vans coming and going.

Manta Diving is close enough for divers to get kitted-up in comfort before taking a two-minute (100m) stroll down to the water’s edge. The heavier kit items, including weight-belts and scuba kit, are driven down in one of the company vans.

Playa Chica offre l'accesso a 10 siti di immersione locali. six of which can be reached from the shore, and Rachel had arranged for me to dive at some of the most popular. istruttore Abigail Flynn would be my guide and underwater model for the duration.

Come è successo, abbiamo pianificato la maggior parte delle nostre immersioni quando la maggior parte centri di immersione ci stavamo prendendo una pausa, il che mi ha dato molte più possibilità di avvicinarmi alla vita marina e di scattare foto senza retrodiffusione.  

I subacquei che entrano tramite i gradini devono nuotare in superficie e scendere all'interno di un gigantesco cerchio galleggiante, riducendo così la possibilità di essere investiti dal traffico delle barche, ma ho notato che alcuni skipper di imbarcazioni da diporto non consideravano molto bene i subacquei. Siamo stati quasi schiacciati contro il muro da un ragazzo impaziente che andava a prendere una famiglia di quattro persone prenotata per un giro turistico.   

Cattedrale e Blue Hole

Guidare l'immersione
In posa al Blue Hole

La mia prima immersione è stata in un sito chiamato Cattedrale, una grande grotta ad una profondità massima di circa 30 metri. Dopo aver attraversato una zona sabbiosa, iniziamo a scendere lungo la parete. Ho intravisto una cernia di discrete dimensioni e ho provato ad avvicinarmi per una foto con Abi che seguiva la coda, ma era troppo ombrosa.

Dopo tre tentativi ci siamo arresi e abbiamo continuato l'immersione. Prima di entrare nella grotta, mi sono fermato e ho scattato qualche scatto ad Abi in posa accanto a un corallo nero. La grotta era sufficientemente ampia da consentire l'ingresso di alcuni subacquei fianco a fianco. Sono entrato per primo e poi mi sono girato per ottenere la classica composizione dell'ingresso della grotta di acqua blu, con Abi sospeso da qualche parte nel mezzo.  

Dopo una breve pausa in superficie, Abi mi ha portato in un sito chiamato Blue Hole. Ho osservato una processione di subacquei che uscivano dalla vasca in fila indiana e, quando la costa era libera, ho fatto posizionare Abi sul lato verso il mare in modo da poter osservare il fondale blu e il tetto della grotta ricoperto di spugne. la cornice.

Nelle secche abbiamo incontrato una piccola seppia. Ho provato più volte ad avvicinarmi, ma lui si è semplicemente allontanato da me, con i tentacoli sollevati in una posizione difensiva. 

Due seppie più grandi sono apparse all'improvviso sulla scena, probabilmente per dare alle loro specie un po' di sostegno morale giocando al gioco della sicurezza numerica. Anche se ancora diffidente, le seppie più grandi mi hanno permesso di avvicinarmi molto, ottenendo così un paio di foto.

l'immersione
Seppia

Close to the exit I found an old grey Uwatec dive-computer that had obviously been dropped by a diver from another centre. Abi managed to track down the relieved owner, who would probably have been charged for the loss.  

Il relitto di René

Immersioni vicino al relitto
Immersioni sui relitti a Lanzarote

La nostra ultima immersione della giornata è stata in un sito chiamato Rene's Wreck, che si è rivelato un vero e proprio teaser della vita marina. Abbiamo iniziato dal piccolo relitto seduto in posizione verticale sul fondo del mare prima di girare intorno alla parete per vedere un ciuffo di raro corallo rosso molle.

Speravo di ottenere un'immagine accattivante delle fronde di corallo, ma ho scoperto che erano perfettamente incastrate all'interno di una sporgenza rocciosa. Un certo numero di cernie curiose ci seguivano, ma nessuna si avvicinava abbastanza da riempire la mia inquadratura grandangolare. 

Abi mi ha guidato verso un campo di vermi tubicoli che ondeggiavano dolcemente nella corrente. Mi sono messo in posizione lentamente e con attenzione e ho scattato una serie di foto prima che tornassero tutte nei loro tubi protettivi. Sulla via del ritorno ho trovato uno squalo angelo ma, poiché era sepolto nella sabbia, si rifiutava di creare una composizione suggestiva anche con Abi in bilico sullo sfondo.

Esplorando l'immersione
Vermi tubicoli

Abbiamo terminato l'esplorazione di una grotta a una profondità di circa 3 metri. Nel profondo c'era un buco nel soffitto da cui filtravano schegge di luce. Sembrava molto efficace con Abi in posa sotto. 

Rachel mi aveva consigliato di soggiornare al Hotel THB Flora, situato vicino al porto della città vecchia. Il personale della reception era pieno di sorrisi. Mi hanno spiegato che l'hotel era sostanzialmente diviso in due zone, con una strada pubblica che attraversava il centro. Gli appartamenti dall'altra parte della strada erano stati appena ristrutturati ma erano praticamente al completo, quindi mi è stata assegnata una stanza sul lato più vecchio. Questo appartamento con angolo cottura si è rivelato di buone dimensioni. 

La mia unica preoccupazione era che i letti singoli sembrassero letti da campo e, poiché peso solo 95 kg, sentivo che avrebbero potuto crollarmi addosso.

Sembrava che parecchie famiglie si stessero godendo la piscina. Pensavo che i tedeschi dovessero essere gli esperti dell'asciugamano sul lettino, ma gli inglesi avevano portato questa caratteristica subdola a un livello completamente nuovo e dovevano essere sgattaiolati fuori la sera tardi! Per un prezzo ragionevole avrei potuto passare alla pensione completa e cenare nel ristorante interno, ma non ero abbastanza presente per sfruttare appieno le strutture, quindi ho rifiutato.   

Le ripide strade ventose all’estremità occidentale della città erano proprio ciò di cui le mie gambe avevano bisogno dopo un’intera giornata di immersioni: un altro allenamento pesante per i polpacci! Sono riuscito ad assaggiare alcuni dei ristoranti locali e non ho consumato un pasto poco raccomandabile.

Posso sicuramente consigliare il Tartaruga Viola bar dello sport, che è a pochi passi dall'hotel, ma il mio preferito era il ristorante messicano chiamato La Cantina di Emma. mojitos aveva un calcio come un mulo. Dopo averne abbattuti tre, non mi importava davvero della salita in salita fino all'hotel!

Il porto naufraga

Una visita a Puerto del Carmen non sarebbe completa senza un'immersione sui relitti del porto. Mentre mi sistemavo vicino al muro, ho intravisto un volto familiare che camminava lungo la passerella verso di me. Kevin Craddock, il proprietario di Flippas 'n' Pinne nel Dorset, aveva portato fuori un gruppo dal Regno Unito. Una volta lasciato il gommone, Abi e io siamo saliti a bordo per un breve viaggio di due minuti attorno al muro del porto fino al punto di ingresso. 

Abi aveva raccolto i suoi capelli biondi in una sottile coda di cavallo per i nostri primi tuffi, ma questa volta volevamo un bouffant completo in stile retrò anni '1980. 

Il sito di immersione è un cimitero di barche da pesca, tutte adagiate una sopra l'altra a una profondità di 12-40 metri. La maggior parte dei relitti sono ben disgregati e si sono fusi in un gigantesco campo di detriti.

Il mio preferito si trova a circa 25 metri ed è conosciuto come Steamer Wreck. L'albero di trinchetto e il sartiame con il fumaiolo sullo sfondo formavano un'ottima composizione.

Insolitamente, il relitto meno profondo è quello più intatto, con alcune fantastiche foto grandangolari dello scafo esposto e dell'area del ponte. Ci siamo anche avventurati attraverso i supporti incrociati del ponte verso l'interno per dare un'occhiata. A volte, questo sito di immersione può produrre alcuni spettacolari avvistamenti di vita marina, tra cui le razze dell'Atlantico e gli squali martello.

La mia visita volante a Puerto del Carmen era giunta al termine. Purtroppo non c'era stato tempo per esplorare i siti al largo di Playa Chica, incluso il sito preferito di Rachel chiamato Waikiki che, mi hanno detto, ha il corallo rosso più superficiale trovato in Europa, oltre a un'abbondanza di pesci trombetta, cernie e squali angelo. . Ma i siti che avevo visto offrivano una buona selezione di grotte e nuotate, oltre ad alcuni emozionanti incontri con la vita marina. 

Il Cimitero
Rachel nel Museo Atlantico

There was also that unique harbour wreck site – it wasn’t often I got the opportunity to explore six shipwrecks on a single dive. “Playa Chica is fantastic for formazione and there are lots of 30m dives for more-experienced divers, making Lanzarote a good all-rounder,” says Rachel.

Immersioni con la Manta erano stati dei padroni di casa perfetti. Ho anche avuto la possibilità di fare un'immersione al Museo Atlantico dello scultore subacqueo Jason de Caires Taylor a Playa Blanca, con Rachel che fungeva da guida e modella.

Fotografie di Stuart Philpott

Anche su Divernet: Sirena al museo, Giù per la metropolitana, Voler essere amici?, Attività vulcanica

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Lesley
Lesley
1 anno fa

Ottime foto e resoconto. L'acqua è così limpida lì e il centro immersioni Manta è eccellente.

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x