La scoperta archeologica dell'LCT 326 della Seconda Guerra Mondiale altera la storia navale britannica

Imperial War Museum
Imperial War Museum

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Immagine: Museo Imperiale della Guerra

Una collaborazione tra due università britanniche ha portato all'identificazione al largo del Galles settentrionale di un mezzo da sbarco della Seconda Guerra Mondiale che era stato registrato mentre affondava a più di 100 miglia di distanza.

L'anno scorso gli scienziati marini della School of Ocean Sciences dell'Università di Bangor hanno effettuato la scansione con sonar multiraggio di un relitto profondo 90 metri al largo dell'isola di Bardsey lo scorso anno dalla loro nave da ricerca Il principe Madog.

Leggi anche: Le nuove costruzioni attraggono la vita marina urbana

Il relitto sembrava essere quello di un carro armato da sbarco e le successive ricerche d'archivio dell'archeologo e storico marino Dr Innes McCartney dell'Università di Bournemouth hanno suggerito che si trattava quasi certamente dell'LCT 326, perduto 77 anni fa.

L'LCT Mk III era stato costruito a Middlesbrough e lanciato nell'aprile 1942. Gli LCT erano progettati per far atterrare veicoli corazzati durante operazioni anfibie, molti dei quali in seguito presero parte allo sbarco del D-Day del 1944.

Il 1 ° febbraio 1943, l'LCT 326 si stava dirigendo a sud con la 7a flottiglia LCT durante una crociera di transito da Troon in Scozia ad Appledore nel Devon, sotto la sorveglianza dell'HMS Cotillion.

Leggi anche: Come abbiamo scoperto il relitto di una nave britannica silurata durante la Prima Guerra Mondiale

La flottiglia aveva lasciato Troon il giorno precedente ma stava procedendo lentamente in condizioni meteorologiche avverse. Ha superato l'Isola di Man il 1 ° febbraio e l'esame dei documenti degli archivi nazionali da parte di McCartney ha rivelato che l'LCT 326 è stato notato per l'ultima volta come rimasto con il convoglio alle 6.30:XNUMX di quel giorno, appena a nord-ovest dell'isola di Bardsey.

L'Ammiragliato all'epoca aveva registrato l'affondamento della nave vicino all'Isola di Man, a causa del maltempo o della collisione con una mina. Ora ci si aspetta che corregga le sue registrazioni, perché il relitto è stato trovato 25 miglia più a sud dall’ultimo avvistamento al largo di Bardsey, in linea quasi perfetta con la rotta della flottiglia.

Sebbene il relitto fosse rotto in due parti distanti 130 metri l'una dall'altra, le sue dimensioni di 58 x 10 metri corrispondevano a quelle di un LCT Mk III. Dalla scansione erano riconoscibili anche caratteristiche chiave come la caratteristica passerella di atterraggio e la tuga di poppa.

Si pensa che la nave sia affondata in mare agitato – anche se non si poteva escludere una mina – e probabilmente si era rotta proprio a prua del ponte.

La scansione faceva parte del progetto di ricerca SEACAMS2 condotto da Bangor, che esaminava l’effetto dei naufragi sull’ambiente marino in relazione allo sviluppo dell’energia rinnovabile al largo del Galles.

"I relitti come l'LCT 326 e le loro 'impronte' fisiche ed ecologiche associate possono spesso fornirci informazioni preliminari sulla natura e le proprietà dei fondali marini circostanti senza dover intraprendere indagini geoscientifiche più complesse, impegnative e costose", ha spiegato il ricercatore capo Dr Michael Roberts.

"Il relitto dell'LCT 326 è uno degli oltre 300 siti nelle acque gallesi che sono stati esaminati dal Il principe Madog", ha detto il dottor McCartney. “Lo scopo di questo particolare lavoro di ricerca è identificare il maggior numero possibile di relitti al largo nelle acque gallesi e far luce sul rispettivo patrimonio marittimo.

“Questo aspetto del progetto ha portato a molte nuove ed entusiasmanti scoperte relative a entrambe le guerre mondiali, di cui LCT 326 è solo un esempio”.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x