Sito del relitto identificato a Cipro

I subacquei esaminano il pilastro di granito. (Foto: Dipartimento di Antichità)
I subacquei esaminano il pilastro di granito. (Foto: Dipartimento di Antichità)

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Un vasto campo di anfore rotte sparse al largo di Akrotiri, sulla costa meridionale di Cipro, è stato confermato come i resti di un naufragio del VI o VII secolo d.C.

Una colonna realizzata in granito egiziano di Aswan è stata trovata adagiata su uno sperone roccioso tra circa 800 spalle e bordi di anfore, tutte ritenute carico di quella che secondo gli archeologi doveva essere una nave di notevoli dimensioni. Le anfore vengono ora analizzate nel tentativo di saperne di più sulla nave.

L’identificazione è emersa da un lavoro sul campo effettuato a settembre presso l’antico porto di Dreamer’s Bay, sulla costa meridionale della penisola di Akrotiri. Facendo seguito a un'indagine effettuata l'anno precedente, è stata condotta dal personale del Centro di Archeologia Marittima dell'Università di Southampton.

Secondo il Dipartimento delle Antichità di Cipro, un team di archeologi subacquei professionisti e studenti, subacquei volontari, geometri, fotografi e archeologi terrestri ha continuato le precedenti indagini su un antico frangiflutti in acque poco profonde (1-4 metri).

Utilizzando i DPV, la squadra di sub è stata in grado di identificare “numerose” ancore di pietra, ceramiche e quelli che sembravano essere i resti di un relitto di data incerta che trasportava tegole.

L'indagine ha interessato anche i fondali circostanti, compresa l'area rocciosa di 130,000 mq a est dove si trovava il giacimento di anfore. Il lavoro è stato la continuazione del progetto Ancient Akrotiri, un progetto di ricerca guidato dall’Università di Leicester che è andato avanti negli ultimi quattro anni.

Tra i partecipanti figuravano il personale della RAF di stanza ad Akrotiri, il Laboratorio di ricerca archeologica marittima (MARELab) dell'Università di Cipro, CP Marine Explorations e il centro immersioni locale Kembali Diving. Il progetto è finanziato dalla Honor Frost Foundation del Regno Unito.

All’inizio di quest’anno i subacquei hanno scoperto un antico relitto romano ben conservato al largo di Protaras, più a est, sulla costa meridionale di Cipro.

Leggi anche: Il porto antico è una nuova attrazione a Cipro

Si dice che la nave, carica di anfore, fosse la prima indisturbata Relitto romano mai trovato nelle acque dell’isola, come riportato su Divernet a giugno.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x