I sommozzatori del Vrak trovano altri 10 relitti del Baltico

Il subacqueo Vrak esamina uno dei relitti
Un subacqueo del Vrak esamina uno dei relitti (Mikael Fredholm / Vrak / SMTM CC-BY)

Un gruppo di almeno 10 relitti del Baltico sono stati recuperati dagli archeologi marittimi nell'arco di una settimana alla fine di maggio, al largo della città navale di Karlskrona, nel sud della Svezia. 

Situati tra le isole di Lindholmen e Smörasken, si pensa che i relitti siano stati affondati in vari momenti nel corso del XVII secolo, come fondamenta per una barriera intesa a dissuadere le flotte danesi e di altro tipo dall'attaccare Karlskrona. 

Leggi anche: 2 leoni con mela: incisioni del XVII secolo stordiscono i subacquei

"La cosa emozionante è che abbiamo trovato più relitti del previsto - almeno 10", ha detto l'archeologo marino Jim Hansson del Vrak, il Museo dei relitti di Stoccolma, che ha organizzato la spedizione. La squadra archeologica si aspettava di trovare i resti di sei navi, e si pensa che molte altre giacciano profondamente sepolte nei sedimenti del luogo. 

Sono state effettuate misurazioni dettagliate e sono state create immagini 3D dalle numerose fotografie subacquee, mentre si attendevano i risultati dal campionamento delle travi trasversali di tre dei relitti.

"Speriamo di vedere entrambi quando furono costruiti e di capire quando furono affondati", ha detto Hansson. “Il relitto più grande è lungo più di 50 metri: potrebbe essere il Ulrica Eleonora. "

Dipinto della nave svedese Ulrika Leonora
La nave da guerra della regina Ulrika Eleonora

Gli archeologi stanno ora esaminando i documenti d'archivio, in particolare relativi al La regina Ulrica Eleonora, una nave di seconda classe da 84 cannoni varata intorno al 1719. Questa divenne l'ammiraglia di uno squadrone che nel 1744 portò la principessa Louisa Ulrika a Stoccolma per sposare il principe ereditario Adolf Fredrik - che in seguito divenne regina di Svezia per 20 anni. Si pensa che la nave sia sopravvissuta fino al 1765.

"Recentemente ci siamo immersi su navi affondate a Djupasund, più lontano da Karlskrona, ma queste navi sono state affondate cento anni dopo", ha detto Hansson. I sei relitti scoperti a Djupasund, identificati e ora destinati a formare una traccia per i subacquei entro la fine dell'anno, sono stati segnalato su Divernet all'inizio di aprile. 

Il mese precedente Divernet riferì di come i subacquei Vrak avevano scoperto un sottomarino del XII secolo “foresta barricata” vicino a Karlskrona. Scopri di più su Vrak e sul parco immersioni pianificato qui.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x