Profitto spinoso dal progetto delle fanerogame marine

cavalluccio marino dal muso lungo
Cavalluccio marino dal muso lungo

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Un raro avvistamento al largo della Cornovaglia sotto forma di un cavalluccio marino dal muso lungo è stato segnalato da un biologo marino subacqueo che lavora al progetto di ripristino delle alghe marine a Plymouth Sound.

Mark Parry, responsabile dello sviluppo dell'Ocean Conservation Trust (OCT), ha inventato il concetto sott'acqua video filmati che mostrano il cavalluccio marino dal muso lungo o spinoso (Ippocampo guttulato) nelle fanerogame marine.

La specie un tempo era comune lungo la costa meridionale, ma è in gran parte scomparsa con la distruzione delle praterie di fanerogame marine che le fornivano un habitat da vivaio.

Leggi anche: La pianta più grande del mondo rivelata a Shark Bay

Oggi si sa che i cavallucci marini esistono solo in luoghi isolati come Studland Bay nel Dorset, insieme al cavalluccio marino dal muso corto (Ippocampo ippocampo), l'unica altra specie britannica.

Secondo il Seahorse Trust, i cavallucci marini si possono trovare anche lungo la costa occidentale del Regno Unito e in tutta l’Irlanda, con alcuni avvistamenti sulla costa orientale del Regno Unito.

Parry ha detto all'Independent di non aver mai visto un cavalluccio marino in natura nei sette anni in cui si era immerso nelle alghe nel Regno Unito.

I lavori per il più grande programma di piantagione di fanerogame marine d’Inghilterra sono iniziati nel Parco marino nazionale di Plymouth Sound alla fine di aprile.

L'OCT ha guidato il progetto LIFE Recreation ReMEDIES attraverso il quale un team di volontari subacquei sta aiutando a piantare 16,000 semi di fanerogame marine borse e 2200 piantine borse come stimolo per l’ambiente marino.

Il progetto quadriennale mira a piantare quattro ettari di praterie di fanerogame marine a Plymouth e altri quattro nella Solent Maritime Special Area of ​​Conservation.

“Si stima che il Regno Unito potrebbe aver perso fino al 92% delle sue fanerogame marine”, afferma l’OCT. “Fattori tra cui malattie del deperimento, inquinamento e disturbi fisici sono stati identificati come concause”.

Si prevede che i fondali ospiteranno novellame e creature protette come cavallucci marini e meduse, stabilizzando al tempo stesso il fondale marino, pulendo l’acqua di mare e catturando quantità significative di carbonio atmosferico.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x