Shark Trust lancia l'app per 5 progetti

La nuova app Shark Trust ha lo scopo di facilitare la segnalazione degli avvistamenti (Shark Trust)
La nuova app Shark Trust ha lo scopo di facilitare la segnalazione degli avvistamenti (Shark Trust)

Lo Shark Trust ha lanciato un'app per smartphone progettata per rendere più semplice per gli appassionati essere coinvolti nella scienza e nella conservazione di squali, razze e razze.

Riunisce cinque dei suoi progetti di “scienza civica” per aiutare gli utenti a segnalare avvistamenti generali di squali e squali elefante, ritrovamenti di uova, catture con l’amo e episodi di impigliamento di squali con rifiuti marini.

Leggi anche: Pronti per l'istantanea del Grande Squalo 2

I risultati possono essere inviati da qualsiasi parte del mondo e ogni invio viene inserito in un registro dei contributi personali che viene salvato per essere condiviso con la comunità più ampia, consentendo agli utenti di vedere cosa hanno scoperto gli altri.

Come ulteriore motivazione, l'iscrizione a uno qualsiasi dei progetti sblocca una carta squalo collezionabile in modo casuale, con 30 carte di bronzo, 15 d'argento e cinque d'oro da collezionare.

La nuova app Shark Trust copre cinque progetti di scienza dei cittadini (Shark Trust)
La nuova app Shark Trust copre cinque progetti di scienza dei cittadini (Shark Trust)

Great Eggcase Hunt, il fiore all'occhiello dell'organizzazione benefica con sede nel Regno Unito, che incoraggia il pubblico a trovare contenitori vuoti di uova di squali e pattinatori sulle spiagge o a presentare quelli visti in via di sviluppo on-site, festeggia quest'anno il suo 20° anniversario. 

“Il progetto è cresciuto notevolmente dal 2003, quando abbiamo ricevuto solo 128 registrazioni nel primo anno, fino ad avere l’incredibile cifra di 50,212 singoli contenitori di uova registrati solo nel 2022”, riferisce il funzionario senior per la conservazione Cat Gordon. "In totale, abbiamo ricevuto oltre 370,000 portauova dall'inizio del progetto e speriamo che l'app ispiri ancora più persone a uscire alla ricerca delle borsette delle sirene!"

L'elemento portauova dell'app contiene informazioni sulle specie dell'Atlantico nord-orientale e su quelle trovate in Australia in collaborazione con CSIRO (l'Organizzazione per la ricerca scientifica e industriale del Commonwealth). È previsto che vengano aggiunti materiali identificativi provenienti da altre regioni, ma nel frattempo i documenti possono ancora essere inviati da qualsiasi area. La nuova app sostituisce l'app Great Eggcase Hunt di otto anni fa.

Gli avvistamenti possono essere segnalati da qualsiasi parte del mondo (Shark Trust)
Gli avvistamenti possono essere segnalati da qualsiasi parte del mondo (Shark Trust)

"Da tempo volevamo rendere più semplice e divertente per le persone identificare e registrare i propri avvistamenti", ha affermato Paul Cox, CEO di Shark Trust. “Grazie a una generosa donazione da parte di Animal Friends Pet Insurance, siamo stati in grado di creare questo fantastico strumento con lo specialista locale di gamification Kazow Games. 

"Siamo davvero entusiasti di far conoscere questa app al mondo e di iniziare a vedere più registratori coinvolti nei nostri progetti." Visitare il Fiducia degli squali sito o scaricalo dal Apple Store or Google Play.

Per gli osservatori di squali gallesi

Nel frattempo si ricorda ai subacquei e ad altri soggetti con sede in Galles di prendere parte al progetto SIARC (Sharks Inspiring Action & Research with Communities), che mira a salvaguardare specie rare come gli squali angelo, i tope, le razze comuni e gli spinarolo. 

La costa gallese ospita 26 specie di elasmobranchi ma si sa ancora relativamente poco sulla loro biologia ed ecologia. Il progetto è stato lanciato lo scorso febbraio dalla Zoological Society London (ZSL) e dalla Natural Resources Wales (NRW) per porre rimedio a questo problema con l’aiuto di cittadini-scienziati di ogni età. 

La ricerca riguarda in particolare le specie incluse nella Lista Rossa IUCN delle specie minacciate, come lo squalo angelo in grave pericolo di estinzione e la razza comune vulnerabile, e si concentra su due aree speciali di conservazione: la penisola di Llyn e Sarnau nel Galles nord-occidentale, e Baia di Carmarthen ed estuari nel sud-ovest.

Squalo angelo (JD Scuba / Progetto SIARC)
Squalo angelo (JD Scuba / Progetto SIARC)

Il contributo richiesto da parte del pubblico spazia dall'imparare a identificare i contenitori delle uova degli elasmobranchi all'aiutare a rilevare gli squali sott'acqua video filmati e archivi di ricerca per informazioni storiche.

Project SIARC scientists have been sampling water to detect elasmobranch DNA, deploying underwater cameras to assess the species and habitats present, and gathering data from fishers. The Shark Trust has been involved in the research for the past year along with Bangor University, Blue Abacus, North Wales Wildlife Trust and Swansea University.

I filmati sono ora disponibili a tutti tramite Selvaggio istantaneo sito web e chiunque viva in Galles può essere coinvolto Progetto SIARC oppure segui l'opera su Facebook, Instagram o Twitter.

Anche su Divernet: Istantanea dei subacquei 2,000 squali e razze, La svolta di Mako: altre buone notizie per gli squali, Gli squali gatto tengono occupati i cacciatori di uova

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x