I subacquei spostano i semi e le reti delle fanerogame marine

Il ripristino delle alghe attira i cavallucci marini. (Foto: Mark Parry, ottobre)
Il ripristino delle alghe attira i cavallucci marini. (Foto: Mark Parry, ottobre)

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Subacquei del Fiducia per la conservazione dell'oceano (OTT) e Progetto di base nel Regno Unito hanno raccolto più di mezzo milione di semi da sane praterie di alghe nel Solent, al largo dell'Isola di Wight. I semi devono essere trapiantati in altre parti del Solent dove l'erba è andata persa o si è deteriorata.

Le immersioni si sono svolte intorno a Osborne Bay, Yarmouth e Bouldnor, con ulteriori immersioni per la raccolta dei semi che ora si svolgeranno più a ovest a Looe e Falmouth in Cornovaglia.

Leggi anche: Il più grande letto di fanerogame marine mai identificato in Cornovaglia

Le immersioni fanno parte dell’iniziativa LIFE Recreation ReMEDIES guidata da Natural England, il più grande progetto di ripristino delle fanerogame marine del paese. I semi raccolti vengono conservati in un laboratorio di coltivazione presso il National Marine Aquarium di Plymouth e verranno restituiti al fondo del mare quest’inverno.

I semi di fanerogame marine sono già stati seminati su quasi un ettaro di fondale marino in un'area protetta nel Plymouth Sound, e altri quattro ettari sono previsti nel Solent.

"Le praterie di alghe forniscono case a novellame e creature protette come cavallucci marini e meduse", ha affermato Mark Parry, subacqueo e responsabile dello sviluppo dell'OCT. “Contribuiscono anche a stabilizzare il fondale marino, a ridurre l’erosione costiera, a pulire l’acqua marina circostante e a catturare e immagazzinare il carbonio.

“Ma le fanerogame marine sono ora presenti solo nella metà delle aree del Regno Unito in cui un tempo venivano rilevate, e fattori quali malattie, inquinamento e disturbi fisici contribuiscono al suo declino”.

Nel mese di giugno Divernet riferì che Parry aveva fatto il raro avvistamento di un cavalluccio marino dal muso lungo in alghe restaurate a Plymouth Sound.

*****  NEL TEMPO nel nord-est i sub volontari hanno ripulito più di 125 kg di reti da pesca fantasma, lenze e nasse per aragoste abbandonate che avevano messo in pericolo la vita marina su due relitti di Tyneside.

Leggi anche: La pianta più grande del mondo rivelata a Shark Bay

I subacquei locali di Ghost Diving UK hanno ripulito la rete dal relitto profondo 30 metri del marzo il 15 agosto. Il piroscafo costruito localmente e registrato in Svezia affondò all'inizio della seconda guerra mondiale nel 2 dopo aver colpito una mina tedesca. La rete copriva una superficie di circa 1939 mq.

Le 15 pentole furono rimosse dal vicino relitto di un altro piroscafo, il Hanne. I materiali recuperati sono stati riportati a North Shields per il riciclaggio, organizzato dall'organizzazione Healthy Seas.

Il subacqueo tecnico Duncan Simpson di Ghost Diving UK ha coordinato l'operazione di liquidazione.

"Le reti catturano la vita acquatica, che attira altre forme di vita acquatica per nutrirsene e queste rimangono impigliate nella rete e poi muoiono", ha detto alla Shields Gazette. “Fino a quando non interromperemo il ciclo e rimuoveremo la rete, continuerà”.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x