La prima donna speleosub entra nella Hall of Fame

Penelope Powell, riconosciuta come la prima donna speleosub (WDHOF)
Penelope Powell, riconosciuta come la prima donna speleosub (WDHOF)

La pioniera britannica della subacquea Penelope 'Mossy' Powell, una donna nata in epoca edoardiana, è una dei sette subacquei ad essere stata inserita nella Women Divers Hall Of Fame (WDHOF) nella sua "Class of 2024". 

Powell, morta nel 1965 all'età di 60 anni, è stata riconosciuta postuma come la prima donna speleosub e coautrice del primo libro sulle immersioni in grotta, Il diario di bordo della spedizione esplorativa di Wookey Hole.

All'età di 31 anni è stata designata "Diver No 2" per la prima immersione in grotta riuscita con apparecchio respiratorio in Gran Bretagna. Ha avuto luogo alle Wookey Hole Caves a Mendip Hills nel Somerset il 18 agosto 1935. 

Con tutti i membri della squadra in lizza per diventare il numero 2 dietro al leader Graham Balcombe e i severi limiti di tempo per l'immersione, "alla fine si è deciso che la soluzione migliore era cedere il posto alla donna del gruppo", ha spiegato durante la conferenza stampa. tempo.

“Realmente la scelta è stata giustificata. Fredda, controllata, senza paura, ha svolto ogni compito con una sicurezza e un'affidabilità che nessuno avrebbe potuto meglio."

L'unico problema durante l'immersione di tre ore su una distanza di 52 metri, trasmessa dalla radio della BBC, era la scarsa vestibilità della muta da sub, che era stata progettata per un uomo, attorno ai polsi di Powell.

“Deve proteggermi da eventuali incidenti o cadute improvvise mentre vado avanti. Sono al limite e sto procedendo solo con la salvaguardia del subacqueo n. 2", ha spiegato Balcombe agli ascoltatori. Powell ha liquidato il suo ruolo nell'immersione da record definendolo "non importante".

Promozione della sicurezza

Nel frattempo Laura Marroni, vicepresidente esecutiva di DAN Europe dall'Italia, è stata inserita nella Hall of Fame per i suoi sforzi nel promuovere la sicurezza subacquea.

Premiata la prima speleosub donna
Laura Marroni del DAN Europa

"Negli ultimi decenni è stato fatto molto per aumentare la sicurezza del nostro sport", ha affermato Marroni durante la cerimonia di insediamento, che si è tenuta il 23 marzo allo spettacolo Beneath The Sea a Seacaucus, nel New Jersey.

“Ciò include l’educazione dei subacquei, le procedure e i progressi tecnologici nell’attrezzatura subacquea, ma anche la risposta alle emergenze, la ricerca scientifica e il primo soccorso formazione per incidenti subacquei. 

“Oggi sono particolarmente orgoglioso di poter lavorare con il nostro ampio team di ricercatori, analisti e volontari DAN su nuovi progetti incentrati sull’analisi migliorata dei profili di immersione e su nuovi strumenti di telemedicina, a beneficio della comunità”.

Marroni, cresciuto in riva al mare, ha iniziato ad immergersi a otto anni ed è diventato subacqueo tecnico e speleologo. Il laureato in economia ha assunto il ruolo presso DAN Europe e ha guidato progetti di ricerca incentrati sulla comprensione degli effetti fisiologici delle immersioni sul corpo umano. 

Cinque dagli Usa

Gli altri cinque candidati erano tutti subacquei statunitensi: Ronnie Damico, Elizabeth Kintzing, Mikki McComb-Kobza, Robyn McGinn e Samantha Whitcraft. 

istruttoreL'istruttrice Ronnie Damico è descritta come una donna pioniera nella sicurezza e nella leadership subacquea che ha iniziato come ufficiale subacqueo per l'USC Catalina Marine Science Center nel 1979. 

Elizabeth Kintzing è una istruttore e facilitatrice subacquea e scientifica subacquea che ha effettuato immersioni in saturazione nel laboratorio sottomarino dell'Aquarius, immersioni subacquee in Antartide e ha utilizzato rebreather per ricerche in ambienti di barriera corallina profondi 100 metri durante i suoi 35 anni di carriera.

Mikki McComb-Kobza ha avuto una carriera di 40 anni nella conservazione e nella difesa degli squali e si dice che utilizzi tecniche innovative e scienza dei cittadini per aumentare la comprensione del comportamento e della distribuzione degli squali bianchi. È direttore esecutivo dell'Ocean First Institute. 

Robyn McGinn è stata la prima impiegata civile del governo degli Stati Uniti a diplomarsi alla Navy Dive School come “Class Honor Woman” ed è responsabile del programma di sistemi di supporto vitale per le immersioni per il Supervisore del salvataggio e delle immersioni della Marina. Gestisce anche il deposito immersioni della Marina.

Samantha Whitcraft è una biologa ambientalista e ambientalista marina, che ha creato “la prima classe in mare” nei Giardini della Regina a Cuba. È direttore esecutivo della Sea of ​​Change Foundation.

Marroni, Whitcraft, McComb-Kobza e McGinn alla cerimonia di insediamento (WDHOF)
Marroni, Whitcraft, McComb-Kobza e McGinn alla cerimonia di insediamento (WDHOF)

I WDHOF è stata fondata nel 1999 per riconoscere i subacquei che si ritiene abbiano dato un contributo eccezionale all'esplorazione, alla comprensione, alla sicurezza e al divertimento del mondo sottomarino. Ha 263 “Membri in sala”.

Anche su Divernet: 70 anni fa, Honor Frost si tuffò in un pozzo..., Alex Hildred: Mary Rose tuffatore, La donna che pensa come una manta, Andrea "Regina delle Mante" Marshall soffre di ictus

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x