Dolori alla finestra

SUBACQUEO DI GOZO

IN PIEDI SULLA SCOGLIERA con il Blue Hole sotto di noi, uno dei miei compagni subacquei guardò l'acqua e sospirò. "Questo era uno dei miei posti preferiti", ha detto. "Prima potevi guardare l'arco dalla base del faraglione, era bellissimo... e ora non c'è più."

La Finestra Azzurra, l'arco calcareo alto 50 metri reso ancora più famoso come sfondo per il matrimonio di Daenarys Targaryen e Khal Drogo in Il Trono di Spade, è crollato nelle profondità nel marzo di quest'anno. Il primo ministro maltese ha descritto l’evento come “straziante”. Guardando il mio compagno subacqueo, ho potuto vedere che anche lui provava la stessa cosa.

Il Blue Hole che è il punto di ingresso per questa immersione si apre in un arco sottomarino, che conduce poi a una grande grotta, camini inclinati e drop-off.

Ma questo poteva aspettare ancora: l'attrazione principale di questa immersione, ciò che restava della Finestra Azzurra, era solo un pinna lontano.

Eravamo a Gozo per tre giorni di immersioni – un vorticoso viaggio di familiarizzazione organizzato dall'ufficio turistico per la stampa generale. Ero andato avanti sperando di approfittare del campionamento di tutte le migliori immersioni che l'isola aveva da offrire - e che non avevo mai sperimentato prima, non avendo mai visitato l'isola.

Ci stavamo immergendo con Atlantis Divers e la guida subacquea Denis chiaramente si preoccupava profondamente di fornire un'esperienza subacquea di alta qualità.

La Finestra Azzurra è sempre stata nella mia lista delle "immersioni da fare" e, anche se forse era troppo tardi per immergermi alla base del suo faraglione, guardare la lucentezza bianca dei suoi resti che giacciono appena sotto la superficie mi ha dato la sensazione di non rimarrebbe deluso dall'immergerne i resti.

La benedizione nel crollo della Finestra Azzurra è che non si è frantumata in piccoli massi, ma invece in enormi lastre di roccia larghe e alte 20-30 metri. La parte superiore dell'arco ora giace su un lato, con arbusti e piante ancora presenti sulla sua superficie alterata e butterata. La roccia appena esposta racconta la storia di come Gozo si è formata dall'incontro di due continenti.

Le linee gialle spezzano la luminosità del calcare bianco, che alla luce del sole fa sembrare questo sito diverso da qualsiasi altro sito sul pianeta. È come tuffarsi su una pista da sci fuori pista, poiché la vita marina deve ancora colonizzare la superficie dei nuovi drop-off, swim-through e tunnel.

Notevole il contrasto con le alghe brune e le erbacce che ricoprono le rocce che sono lì da millenni. Ma quanto durerà questo effetto? Sei mesi, un anno, due?

C'è già una pellicola di alghe che cresce sui pendii di pietra bianca incontaminata. Questo sarà sempre un sito monumentale, ma per ora ha un ulteriore livello di meraviglia.

SUL TEMA Poiché a Gozo tutto è enorme, a poche centinaia di metri dalla Finestra Azzurra (dovranno chiamarla qualcos'altro adesso?) c'è il Mare Interno, più che altro un lago interno in realtà, e per di più piccolo. Ma ciò che distingue questo sito è l'enorme ingresso di una grotta che conduce al mare.

0917 Gozo finestra azzurra sott'acqua
Ciò che resta della Finestra Azzurra sott’acqua.

Essendo uno dei subacquei principali del mio gruppo, ero in una buona posizione per andare avanti e meravigliarmi nel vedere i subacquei inquadrati in controluce entrare nella grotta attraverso il suo enorme ingresso.

Una volta nella grotta, potresti pensare che ci sia poco da vedere finché non ti riversi nell'oceano aperto. Tuttavia, la mancanza di luce naturale fa sì che sulle pareti della caverna ci sia spazio per spugne e piante che altrimenti verrebbero strangolate dalle erbacce e dalle alghe verdi e marroni che ricoprono le rocce esposte alla luce.

Esaminando più da vicino le spugne dai colori vivaci, ne ho trovate alcune che sembravano muoversi. Si trattava infatti di granchi di roccia, il cui mimetismo consisteva in spugne tagliate e posizionate sul dorso mediante una chela adatta allo scopo.

Al tatto sembravano spugne, cosa che ha lasciato confusi i numerosi polpi che abbiamo visto in questa immersione tanto da lasciarli soli e nutrirsi di prede più facili come buccini e paguri.

Le immersioni in grotta non sono per tutti, ma a Gozo sono quanto di più sicuro si possa trovare prima di dover iniziare ad acquisire tutte le nozioni tecniche.

Nella vicina isola di Comino, il sistema noto come Marchio di Zorro è un classico esempio. Raggi di luce attraversano i fori nel soffitto di questo labirinto, invitando i fotografi a giocare con la sua danza creativa.

Tuttavia, oltre a questo spettacolo di luci c'è l'attrazione principale di Comino: spirali di uova di nudibranchi appese alle pareti, così come le minuscole creature che le hanno deposte in splendidi colori viola e bianchi.

Nelle fessure delle pareti della grotta abbiamo trovato anche murene in attesa del prossimo pasto, mentre accanto a una di loro un granchio eremita in bilico su una sporgenza raccoglieva relitti.

Questo sistema di grotte può essere disorientante, come ha commentato uno dei miei compagni subacquei: "Non avevo idea di dove fossi, ho semplicemente seguito la guida". Ciò costituirebbe un'eccellente introduzione a un'immersione in superficie non chiara, ma non era per tutti, poiché alcuni nel nostro gruppo trovavano difficile ottenere il necessario controllo dell'assetto.

Dato che il Marchio di Zorro aveva allontanato alcuni membri del nostro gruppo dalle caverne, abbiamo votato per immergerci in qualcosa di più semplice, e la P31, la vecchia motovedetta affondata come barriera corallina artificiale al largo dell'isola di Comino, è proprio questo.

È semplicemente un grande giocattolo con cui giocare, un posto sicuro da esplorare con le sue cabine e stive accessibili ai subacquei e, naturalmente, un posto meraviglioso per prendere parte ai cliché con la prua del Titanic.

È un'immersione divertente, ma non la metterei nella mia lista delle immersioni “da non perdere” a Gozo.

IL GIORNO DOPO DEDALO ci ha regalato tre esperienze più intensamente memorabili. Abbiamo lasciato la sicurezza della parete corallina e abbiamo nuotato più al largo, lasciando la barriera corallina come riferimento visivo in lontananza.

L'esperienza di andare alla deriva nel blu è quasi religiosa. Sono diventato un puntino in un mare blu. Il mio respiro rallentò e mi sentii supportato dai vasti mari e oceani interconnessi. Era questo l'oceano della coscienza infinita di cui parlano gli yogi?

La mia mente e il mio corpo stavano andando alla deriva quando un sub indicò la superficie. Questo mi ha riportato a quel momento, perché lassù potevo vedere la forma inconfondibile di una manta.

Le ali volavano in perfetta simmetria mentre scivolava verso di me in acque più profonde. È difficile che la tua mascella cada quando hai un bocchino stretto tra i denti, quindi ho lasciato uscire un sospiro soffocato.

La mia macchina fotografica si era rotta il terzo giorno, quando stupidamente l'avevo lasciata cadere sul ponte superiore. E ora ero grato di non guardare la manta attraverso l'occhio della mia macchina fotografica, perché volevo coglierne ogni dettaglio. Le due remore che facevano l'autostop sul ventre pallido della razza stavano facendo l'autostop per batterli tutti.

Volevo dare un'occhiata più da vicino al raggio. Il cefalico fini sembrano quasi arrotolate mentre attirano il cibo alla bocca, che è rivolta in avanti a differenza di quella delle altre razze. Il mio cuore batteva più forte mentre cercavo di assorbire la mia prima immersione con una manta. Ecco perché ci immergiamo.

Così ho scoperto che adoravo immergermi su e da una crociera. Ho avuto queste incredibili esperienze grazie a guide subacquee premurose, a un equipaggio di barche esperto, alla mia compagna di immersioni Emma che mi supporta e a un po' di autodeterminazione.

Non è una vergogna avere un subacqueo che vacilla e dovresti ricevere tutto il supporto di cui hai bisogno per tornare in sella e immergerti di nuovo. In retrospettiva, sono felice di essermi perso quell’immersione. Mi ha dato la possibilità di ritrovare la calma, di non fare una brutta immersione scoraggiante e di imparare un po' di arabo!

DA FARE, TUTTAVIA, era quello che era il sito di immersione della Cattedrale. Sebbene l’ingresso in questa grotta rivelasse tutto ciò che il Mare Interno e le Grotte di Comino offrivano, non ero preparato al momento in cui, una volta nella grotta, mi sarei guardato indietro.

0917 gozo entrando nel segno di zorro
Entrando nel marchio di Zorro.

L'ingresso è un vasto cerchio di un azzurro spettacolare, ma poi ho notato il riflesso dell'ingresso sulla superficie, ancora più spettacolare. Siamo saliti nell’ampia cupola della Cattedrale, dove l’aria è buona da respirare grazie ad una piccola fessura sul lato dell’oceano.

Il luccichio di luce che si insinua attraverso questo buco è il vantaggio aggiuntivo di questa immersione. Fa brillare l'acqua di un inquietante turchese quando la schizzi.

Prima di scendere per partire, siamo rimasti un momento in silenzio nella cupola. Mentre sperimentavo il suono del respiro nebbioso e l'ipnotico suono dello scialuppa mentre il moto ondoso colpiva la parete di fondo, ho riflettuto su cosa rappresenta Gozo per i subacquei.

Impressionanti discese, tunnel e grotte: massi di giganti e, per un'isola profondamente religiosa, un'immersione adatta per concludere il nostro viaggio. Mi sono immerso in molti siti chiamati Cathedral in tutto il mondo, ma nessuno può eguagliare questo.

Un avvertimento: poiché la maggior parte dei siti di immersione di Gozo sono accessibili dalla riva, potresti essere tentato di pensare che l'accesso sia facile, e per alcuni siti per principianti lo è.

Tuttavia, per siti come la Finestra Azzurra e la Cattedrale ci sono molte rocce e scale che dovrai gestire.

Il mio livello di forma fisica è buono, ma ho comunque trovato questi siti uno sforzo per entrare e uscire, e ho anche visto alcuni subacquei davvero in difficoltà. Sii in forma!

Dato che si trattava di un viaggio di familiarizzazione con la stampa, il cibo e il vino avevano un ruolo importante. Ci sono moltissime scelte gastronomiche a Gozo, dalla pizza economica agli hamburger fino al ristorante Ta Philippe, che è stata più un'esperienza che un pasto.

Il menu è tipico di Gozo: formaggi di capra e di pecora, pasta all'ortica, agnello, coniglio e maialino da latte.

Si può chiedere di visitare la cantina e la spesa va dai 20 ai 300 euro a bottiglia. Per inciso, la gamma di vini Marsovin di Gozo è impressionante e, poiché ne viene prodotta così poca (l'isola copre solo 26 miglia quadrate), molto poco viene esportato.

Perché visitare Gozo? Le immersioni sono impegnative, anche se possono essere profonde e richiedono una certa esperienza.

Non andresti principalmente per la vita marina e la topografia è prevalentemente verde e marrone. Tutto è di dimensioni gigantesche e la visibilità è costantemente buona, poiché non c'è deflusso del fiume.

E l'isola è molto rilassata, perfetta per coloro che vogliono fuggire dal trambusto di Malta. I gozitani sono molto accoglienti e quasi tutti parlano un inglese fluente. Esplora l'isola a piedi, in bicicletta, in quad o con un'auto a noleggio: non sarai mai lontano dal mare

FATTO

COME ARRIVARE> Volo con compagnia aerea low cost per Malta, trasferimento su strada di 30-40 minuti con un breve tragitto in traghetto da Cirkewwa a Gozo.

IMMERSIONI E ALLOGGIO> Atlantis Divers, Marsalforn, ha anche alloggi disponibili, atlantisgozo.com. La maggior parte dei centri immersioni hanno il proprio alloggio o possono aiutare ad organizzarlo. Considera l'affitto di una fattoria a Gozo come opzione self-catering per un gruppo: l'accesso a questo tipo di lusso potrebbe risultare più economico per persona anche rispetto agli hotel economici e agli ostelli.

QUANDO ANDIAMO> In estate alcuni siti popolari possono essere affollati di sub. L'acqua è più calda e rimane tale fino a ottobre, e l'aria può raggiungere i 30-35°C roventi, il che rende essenziale una buona idratazione. In aprile e maggio puoi sperimentare più solitudine nei siti, ma potresti trarre vantaggio da a muta stagna in quel periodo dell'anno.

I SOLDI> Euro

PREZZI> Atlantis ha un'offerta di novembre (dice che la temperatura dell'acqua è ancora a 23°C fino a 40 metri di profondità) con sette notti agli Atlantis Apartments, 10 immersioni a terra accompagnate e trasferimenti aeroportuali per 350 euro (due in condivisione); oppure con B&B all'Atlantis Lodge 420 euro. I voli di andata e ritorno dal Regno Unito costano da £ 55.

Informazioni sui VISITATORI> visitmalta

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x