Perché l'immersione nel Dorset Kyarra è un tesoro nazionale

Subacqueo sul Kyarra
Subacqueo sul Kyarra

A più di un secolo dal suo affondamento, i subacquei non sanno mai quali “ninnoli” potrebbero trovare sulla “nave di ottone” al largo di Swanage, come spiega STUART PHILPOTT

Quando ho iniziato immersione alla fine degli anni ‘1980, i miei istruttori ricordavano spesso i “tesori” che avevano trovato sulle SS Kyarra demolire il Costa del Dorset. Le bottiglie di profumo decorate erano abbastanza comuni, mentre il orologi da tasca in argento erano molto più difficili da trovare e infinitamente più preziosi.

Ho sempre pensato che questa fosse una sorta di iniziazione e, una volta che mi fossi immerso nella stiva fino alle ascelle e avessi raccolto il mio primo pezzo, solo allora sarei stato riconosciuto come un vero sommozzatore di relitti. Oggi, circa 30 anni dopo, i subacquei stanno ancora scavando in profondità nelle sue stive alla ricerca di tesori.

Noleggio barche in partenza per SS Kyarra
Diretti verso il luogo del relitto di Kyarra

Kyarra panoramica

L'enorme nave da carico/passeggeri di lusso da 126 metri e 6,953 tonnellate fu costruita nel 1903 da William Denny & Bros, Dumbarton. Fu soprannominata la "nave di ottone" a causa della grande quantità di raccordi e oblò in ottone massiccio utilizzati ovunque.

All'inizio della prima guerra mondiale, la nave fu requisita dal Ministero della Guerra e trasformata in una nave ospedale, trasportando unità mediche australiane in Egitto. L'intero scafo era dipinto di bianco, con un'enorme croce rossa decorata al centro della nave.

Nel 1915, Kyarra fu riassegnato (e ridipinto) come nave da trasporto truppe. Il 26 maggio 1918, mentre navigava verso Devonport a Plymouth, la nave fu silurata a sinistra a centro nave da un sottomarino tedesco UB-57, capitanata dal famigerato Johann Lohs, a solo un miglio da Anvil Point.

L'esplosione la fece a pezzi, uccidendo sei dei 126 membri dell'equipaggio. Sette minuti dopo, la nave scomparve per sempre sotto le onde.

"C'è sempre un souvenir da avere", dice Bryan Jones, proprietario di Charter di barche Swanage. La nave trasportava ben 2,600 tonnellate di carico misto e ninnoli come denti finti, bottiglie di profumo in vetro, orologi da tasca, stoviglie, piastrelle di ceramica e tessuti sono stati recuperati, insieme a bottiglie di champagne, argenteria, cannelli in ottone, pipe e bicchieri in vetro molato.

Nessuno ha visto l'originale Kyarra manifest, quindi chissà quali tesori sono ancora laggiù in attesa di essere scoperti? "Mi piacerebbe mettere le mani su una copia se ne esistesse davvero una", afferma Bryan.

La Kyarra Salvage Association (in associazione con Kingston & Elmbridge BSAC) acquistò il relitto per la principesca somma di £ 120 nel 1967, e Bryan mi ha mostrato una copia dell'atto di vendita originale. "Il solo valore di rottame delle due eliche di bronzo sarebbe stato sufficiente per comprare una casa", dice.

Nei primi anni, subacquei potrebbe passare attraverso i passaggi ed esplorare ogni livello del ponte, ma in questi giorni, dopo un pesante lavoro di recupero, la maggior parte della sovrastruttura superiore è crollata.

Ci sono ancora molte caratteristiche distinguibili, incluso ringhiere, catene, argani, bitte, caldaie e albero di trasmissione, ma non c'è più alcuna forma evidente dello scafo. Gli avvistamenti tipici di vita marina includono gronghi, aragoste, spigole, seppie e un enorme merluzzo giallo lungo 1 metro. Ho anche visto un pesce luna volteggiare intorno alla zona di prua.

A bordo della Vipera
A bordo della Vipera

Il relitto giace sul lato di dritta ad una profondità massima di 30 metri. "In acque basse la parte superiore del relitto è a 21 metri e si trova a 9 metri dal fondale marino: è un'immersione bella e facile", riassume Bryan. Ci sono quattro stive, anche se la maggior parte dei reperti interessanti provengono dalla stiva numero uno, vicino a prua. Ma ora il verricello di prua è caduto all'interno, rendendo la vita molto più difficile ai subacquei che frugano. 

Esplorando il relitto

La stiva numero due è piena di lastre di rame, tubi e blocchi da stampa. Le stive numero tre e quattro, dall'altra parte delle caldaie, sono piene di forniture mediche, inclusi biberon in vetro e mercurio (per i termometri). "Il relitto è in costante cambiamento", dice Bryan, e infatti mentre alcune aree sono crollate e sono diventate inaccessibili, altre si sono aperte, rivelando nuovi sorprendenti reperti.

Immersioni nel relitto
Immersioni tra i relitti della Kyarra

Dalla scoperta del relitto ne sono stati scoperti migliaia subacquei hanno scavato in queste stive alla ricerca di “tesori”. Mi chiedevo quanto carico fosse stato rubato e se fosse rimasto qualcosa da trovare. “Non mi preoccuperei”, dice Bryan. "La quantità recuperata probabilmente equivale solo a diverse tonnellate, quindi c'è sicuramente molto altro da trovare laggiù". La maggior parte di questi oggetti giacciono semplicemente sepolti nel limo.

Personale di Bryan Kyarra il conteggio delle immersioni è ben oltre la soglia dei 100. Una delle sue immersioni più memorabili è stata quella nella stiva numero due, quando un enorme grongo lo ha colpito alla testa. Aveva fatto del buco la sua casa, e il confronto era solo un avvertimento, ma trovarsi faccia a faccia con un grongo arrabbiato in uno spazio ristretto sarebbe stato sicuramente un momento di rilassamento intestinale.

"I fumetti sono stati la mia scoperta migliore", dice Bryan di quella volta in cui tirò fuori dal limo un grosso pezzo di carta nera marcia. Staccando gli strati esterni, trovò all'interno le pagine di vecchi fumetti, alcune anche a colori.

Recuperato Teiera Gordon Grant
Gordon Grant con una teiera ritrovata nel relitto

Un certo numero di operatori di barche charter a Swanage offrono servizi regolari Kyarra immersioni, ma i tempi sono cambiati. “Al giorno d'oggi la maggior parte dei subacquei ricreativi indossano normalmente twin-set e bombole da palco”, osserva Bryan. "Raramente troviamo subacquei monobombola al di sotto dei 30 metri di profondità".

Il luogo del relitto di Kyarra si trova a circa due miglia dal molo di Swanage: “Porta a porta, è un viaggio in barca di otto minuti”.

Ho prenotato Kyarra per un'intera giornata immersione con Swanage Boat Charters e ho persino convinto Bryan a fare il modello per le mie foto. Le due basse maree hanno giocato a mio favore, perché ho potuto immergermi alle 9 del mattino e poi di nuovo sei ore dopo. Abbiamo guardato un disegno esploso della disposizione del relitto prima della nostra prima immersione, prendendo nota mentalmente di dove trovare tutte le caratteristiche migliori, e questo mi avrebbe fatto risparmiare tempo prezioso sott'acqua.

Recupera la tessera Kyarra
Piastrella recuperata dal Kyarra

Siamo scesi a prua e abbiamo iniziato a cercare all'interno di una delle stive. Ho trovato un certo numero di bottiglie di profumo vuote adagiate sul limo e ho potuto vedere centinaia di piastrelle di ceramica in tinta unita. Bryan si guardò intorno e tirò fuori dalla pila un'insolita tessera con un motivo rosa.

Scivolammo sopra le enormi caldaie, fermandoci brevemente in una parte dello scafo ricoperta di anemoni bianchi, dita di uomo morto e coralli a coppa arancioni. Bryan ha posato per una foto e, poiché era senza cappuccio, lo scatto avrebbe potuto facilmente passare per una vista del Mediterraneo.

Passammo attraverso un banco di 100 o più imbronciati a strisce colorate mentre ci dirigevamo verso poppa. Mi sono fermato di nuovo per valutare un'altra possibilità di foto accanto a due dissuasori e alcuni ringhiere. 

Seguimmo l'albero di trasmissione finché non vidi un'enorme piastra metallica con cardini che doveva essere il timone. La corrente stava appena iniziando a salire e, con il mio computer leggendo 45 minuti, abbiamo deciso di terminare l'immersione. 

Immergersi attraverso il buco
Buco nel relitto

Durante la mia prima immersione sono riuscito a vedere l'intero relitto di 126 metri, non in dettaglio, ma abbastanza per capire dove volevo scattare le foto. Questo è davvero un sito enorme e richiede almeno tre o quattro immersioni per un'esplorazione ragionevole.

Probabilmente ho fatto 70 immersioni sul Kyarra negli ultimi 20 anni e trovo ancora aree con le quali non ho familiarità. La visibilità subacquea era accettabile di 5-6 m. In rare occasioni ho sperimentato più di 10 metri, ma non mi lamentavo. Questo era comunque sufficiente per ottenere un'immagine grandangolare ragionevole.

In alcuni giorni la visibilità è stata così scarsa che inconsapevolmente sono sceso attraverso un'apertura e sono finito all'interno del relitto, il che può essere abbastanza sconcertante.

Seconda immersione

Quando siamo tornati al relitto nel pomeriggio, ho ripercorso il nostro percorso precedente dalla stiva numero uno, ma questa volta fermandomi in cinque o sei punti preselezionati lungo il percorso per scattare foto. Ci sono molte aree in cui penetrare, ma non sono sicuro di quanto sia stabile il relitto in questi giorni, quindi è meglio essere cauti.

È impossibile scendere a una profondità superiore a 30 m, rendendola un'immersione nitrox da manuale. I tempi medi di immersione sono intorno all'ora, con l'aggiunta di qualche minuto per soste di sicurezza e deco. Le correnti di marea possono aumentare molto rapidamente, quindi portare con sé una SMB ritardata è obbligatoria per tutti i subacquei. Tornare sulla linea di tiro di solito non è un'opzione. 

Il distintivo del verricello Kyarra
Distintivo del verricello Kyarra

Durante la serata, Bryan mi ha organizzato una visita al subacqueo BSAC locale e Kyarra il regolare Gordon Grant, la cui prima immersione sul relitto avvenne nel 1989, da allora vi era tornato più di 300 volte. Gordon è senza dubbio un enorme Kyarra fan, e i suoi reperti preferiti sono le bottiglie di profumo.

Mi ha mostrato un'enorme vetrina nella sua sala da pranzo piena zeppa di tesori (tutto dichiarato al Ricevitore del Relitto, mi affretto ad aggiungere). Gli orologi da tasca erano i miei preferiti: Gordon disse che in un'immersione memorabile aveva trovato 18 orologi. Ciascuno aveva impiegato circa 90 minuti per ripulirsi, ma il risultato ne è valsa la pena. Gordon aveva persino trasformato uno degli orologi più piccoli in un anello nuziale. 

All'inizio del 1900 non c'erano etichette adesive, quindi tutte le bottiglie avevano il nome e il logo dell'azienda fusi nel vetro, il che le rendeva molto più collezionabili.

La maggior parte delle bottiglie di profumo erano ancora piene. Gordon ha aperto una bottiglia e, con mia sorpresa, il profumo vintage aveva ancora un buon odore. Gordon spiegò che per trovare il tesoro aveva immerso l'intero avambraccio nel limo e poi aveva scavato finché le sue dita non avevano toccato qualcosa di solido. La maggior parte dei manufatti sono tornati in ottime condizioni, perché lo strato di limo aveva agito come conservante.

Recuperati orologi da tasca Kyarra
Orologi da tasca della Kyarra

L'amico di Gordon, Graham Brown, ha detto che l'immersione notturna sul relitto è stata considerata una delle sue più memorabili. Aveva trovato una pila di libri e, stranamente, iniziò a leggerne uno. “Era un thriller intitolato Via dell'Aquila," lui dice.

La mamma di Graham gli aveva persino fatto una maglietta con un tessuto recuperato dal Kyarra. Avrei pensato che il materiale avesse un odore terribile dopo essere stato così a lungo sott'acqua, ma Graham ha detto che dopo aver fatto alcuni cicli in lavatrice, sembrava a posto.

Si era persino fatto una cravatta per ogni occasione con la seta che aveva trovato, anche se diceva che per qualche motivo la seta gialla aveva ancora un odore un po' ruvido!

Graham aveva trovato anche un vasino, una brocca di ceramica, ceralacca, un metro a nastro e una mazza da hockey. "I subacquei non dovrebbero portare su le cose e buttarle via," dice. “Anche un pezzo di giornale usato per avvolgere le bottiglie di profumo vale la pena di essere conservato”. Graham mi mostrò un giornale vintage che aveva trovato sul relitto: il titolo parlava del raid di Zeebrugge del 23 aprile 1918.

Kyarra Timone
Il timone di Kyarra

A mio avviso, il Kyarra è un tesoro nazionale. Gli oggetti recuperati dalle sue stive dovrebbero essere messi in mostra affinché tutti possano vederli. Bryan si è rivolto al comune di Swanage, ma non era interessato alla sua proposta per un museo. È un peccato che così tanti manufatti storici siano nascosti in loft e garage solo a prendere polvere: mi chiedo quanti altri Gordon ci siano là fuori con un'intera vetrina piena di preziosi ninnoli.

Kyarra Dissuasori
Dissuasori sul relitto

Mentre il relitto continua a disgregarsi, non ho dubbi che verranno scoperti sempre più oggetti. "Ci sono ancora centinaia di oblò sepolti nel limo sul lato di dritta", dice Bryan. Sono sicuro che i sommozzatori continueranno a ripescare tesori dalla “nave di ottone” per molti anni a venire.

RICEVITORE DEL RELITTO: Va da sé che qualsiasi oggetto, per quanto piccolo, recuperato dal Kyarra – o qualsiasi altro relitto, del resto – deve essere dichiarato al Ricevitore del relitto. Invia un'e-mail a row@mcga.gov.uk o chiama il numero 020 3817 2575.

Fotografie di Stuart Philpott

Anche su Divernet: Tour del relitto 47: Il Kyarra, Kyarra Diver richiede il trasporto aereo

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x