Quando il cacciatore diventa preda

SharksWhen hunter becomes prey
SharksWhen hunter becomes prey

When great white shark corpses started turning up with their livers missing, it took a while to piece together the story – and now South Africa's cage-diving operators are living in fear that their golden days are numbered. RICHARD PEIRCE has this exclusive story.

NEL FILM DEL 1975 JAWS, la presenza di un grande squalo bianco minacciava la prosperità di una città costiera immaginaria chiamata Amity. Nella vita reale, nel 2016 e nel 2017, l’assenza dei grandi squali bianchi ha minacciato posti di lavoro e imprese nella città sudafricana di Gansbaai.


Cage-diving with great whites occurs in South Africa around Dyer Island (Walker Bay), in False Bay, and in Mossel Bay. Of the three, Dyer Island, offshore from the town of Gansbaai, is by far the most popular with local and overseas tourists.


Questa è la sedicente "capitale mondiale del grande squalo bianco", con otto operatori che effettuano fino a tre viaggi al giorno. Servono migliaia di turisti all'anno e forniscono direttamente e indirettamente centinaia di posti di lavoro locali.

Leggi anche: L'orca solitaria ha ucciso il grande squalo bianco in 2 minuti


Così come gli operatori, anche i ristoranti, le pensioni, gli hotel, i negozi di souvenir e altri traggono beneficio dal grande ecoturismo dello squalo bianco.


Le immersioni in gabbia intorno a Dyer Island sono iniziate alla fine degli anni '1990 ed è diventata un'industria multimilionaria. Gli squali erano un albero di soldi e i bei tempi non sarebbero mai finiti, finché gli squali non fossero scomparsi!


Poi l'orribile realtà si fece strada: tutte le foglie erano cadute dall'albero dei soldi e erano state spazzate via.


All’inizio del 2016 gli squali sono scomparsi per tre settimane e sono state avanzate varie teorie per spiegare la loro assenza.


In 2013 a pod of killer whales (orcas) had been seen in the area for the first time, with further sightings in 2015 and 2016. First a pod of six were seen, and then a pair of males with distinctive collapsed fini.

Le pinna di un animale cadeva a destra e l'altro a sinistra: erano soprannominati Port e Starboard.


Il 7 febbraio 2017, Port e Starboard sono stati nuovamente avvistati vicino a Dyer Island e il giorno successivo uno squalo morto di 2.7 metri si è riversato su una spiaggia vicina. Il corpo era intatto, ma c'erano segni di graffi intorno alla testa.


Allo stesso tempo, gli operatori hanno iniziato a notare l’assenza di grandi squali bianchi e, come l’anno precedente, non sono tornati per tre settimane.


For shark enthusiasts and the operators life went back to normal, until on 4 May a 5m female great white was washed up. The scientists who conducted the autopsy revealed that her liver had been removed.


C'era un buco grande e pulito nella sua pancia, tra i pettorali fini, e quando il giorno successivo fu scoperto un altro squalo, questa volta un maschio, si trovò che la ferita era nello stesso punto e mancavano il fegato, il cuore e i testicoli.


Ancora una volta gli avvistamenti di squali si sono fermati, e non ci sarebbe stata tregua per la città assediata e i suoi operatori di immersioni in gabbia, perché il 7 maggio un altro squalo è stato scoperto a meno di 60 miglia lungo la costa a Struisbaai. Ancora una volta, il suo fegato era stato rimosso.


Gli scienziati che eseguirono le autopsie erano convinti che la causa della morte e della rimozione dei fegati fosse dovuta alla predazione da parte delle orche, e Port e Starboard erano i principali sospettati.


Sembrava che gli squali fossero fuggiti terrorizzati di fronte a un predatore superiore, e le persone nell’area di Gansbaai continuavano a preoccuparsi per i propri mezzi di sostentamento poiché, giorno dopo giorno, le acque di Dyer Island erano prive di squali.


Poi i corpi smisero di essere lavati e ogni giorno aumentava la speranza che gli squali tornassero.


Queste aspettative sono state deluse il 24 giugno, quando lo squalo numero quattro morto è stato scoperto su una spiaggia con la ferita ormai familiare nella pancia e senza fegato.

Lo stesso giorno Port e Starboard furono visti e filmati mentre pattugliavano l'area. I timori per il futuro hanno rafforzato la loro presa sulla capitale mondiale del Grande Squalo Bianco.

L'ISOLA DEI DYER Conservation Trust (DICT) è una ONG senza fini di lucro, un’organizzazione sorella di Marine Dynamics, il più grande degli operatori di Gansbaai. Il DICT ha finanziato il recupero di tutti gli squali morti, le autopsie e altre ricerche correlate.


Wilfred Chivell è il fondatore e proprietario di Marine Dynamics e Dyer Island Cruises, nonché fondatore di DICT. All’epoca disse che la mancanza di grandi bianchi aveva avuto un enorme effetto domino sull’economia locale.


Lui solo impiega 90 persone e Marine Dynamics finanzia anche la ricerca condotta presso il DICT per la somma di 1 milione di rand all'anno. Ha coperto i costi del recupero dei grandi bianchi morti e dell'invio di esperti per assistere nelle necroscopie.


La biologa marina del DICT Alison Towner ritiene che non abbia precedenti che ci sia una rivalità tra due specie di predatori apicali, perché il loro territorio normalmente non si sovrappone. "Sicuramente, questa è la scarsità più estrema di grandi squali bianchi mai registrata", ha detto.


Chivell ha continuato: “Mi chiedo se sia a causa di qualcosa che noi esseri umani abbiamo fatto che ha spinto le orche in quest’area. Abbiamo portato via il loro cibo a causa della pesca eccessiva? Credo fermamente che ci sia una certa pressione da qualche parte.


Kim “Sharklady” MacLean, che lavora con i grandi bianchi da 25 anni, ha dichiarato: “Forse è il riscaldamento globale che ha distrutto la banchisa nell’Antartico da cui tradizionalmente le orche afferrano e afferrano le foche. La scomparsa degli squali ha causato il caos. È stato molto, molto stressante”.


Brian McFarlane, proprietario e fondatore di Great White Shark Tours, opera nel settore da quasi 20 anni. Ha visto l'industria locale crescere a passi da gigante, in particolare quando le troupe cinematografiche hanno visitato il Sud Africa e hanno condiviso le loro fantastiche riprese in bianco con il pubblico globale più ampio, attirando così più turisti legati agli squali.


“Siamo diventati la grande capitale bianca del mondo perché i nostri squali sono molto più accessibili”, ha detto.


In mid-July the first shark was spotted back in the area, and numbers slowly increased as a whole town breathed a sigh of relief. But are the good times back to stay, or will the great white capital have to learn to live with ups and downs?


La biologa degli squali Alison Towner ha l'ultima parola sulle orche, ma spera che si sbagli. “Sono in giro, sono diventati mangiatori specializzati e probabilmente torneranno!”

Crediti immagine:
Elia Levy
T Kaschke

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x