Il paradiso da muro a muro di Wakatobi 

All'interno si guarda nel blu su uno dei siti di immersione della Grande Muraglia di Wakatobi in Indonesia. Foto di Walt Stearns
All'interno si guarda nel blu su uno dei siti di immersione della Grande Muraglia di Wakatobi in Indonesia. Foto di Walt Stearns

Se ti piacciono le immersioni in parete, sarai nel paradiso da parete a parete a Wakatobi.

Non importa quante volte l'hai sperimentato, il momento iniziale in cui raggiungi il bordo di una parete sottomarina a strapiombo sarà sempre un brivido. Un attimo prima stai attraversando una barriera corallina poco profonda, l'attimo dopo sei sospeso sull'orlo dell'abisso. Questo contrasto topografico è particolarmente acuto Centro immersioni Wakatobi, dove molti dei siti di immersione includono pareti scoscese che iniziano a profondità molto basse, alcune meno di 10 piedi di profondità, e si tuffano con una traiettoria verticale fino a profondità ben oltre i limiti accettati dell'immersione sportiva. Unisciti a noi per questa avventura subacquea virtuale con volo su parete che diventa verticale.

Sulla cima

Subacquei che scendono lungo il lato di un muro.
Subacquei che scendono lungo il lato di un muro.

Il capitano della barca per le immersioni manovra delicatamente vicino al bordo della barriera corallina. La luce del sole mattutino penetra la superficie calma dell'acqua, offrendo uno sguardo drammatico su ciò che si trova sotto. Il contrasto è sorprendente tra il blu profondo e ipnotico dell'oceano e l'improvviso innalzamento della cresta della barriera corallina che sembra abbastanza bassa da poterci stare dentro. Guardando oltre, puoi seguire gran parte della parete a strapiombo per buona parte attraverso l'acqua cristallina.

Un ultimo controllo della marcia e un passo da gigante dopo ti trovi di fronte a un regno poco profondo sopra e al profondo sotto mentre inizi a scendere con una sottile ventilazione del tuo GAV. Lungo la strada un grande e colorato anemone verde giada con la sua schiera di pesci pagliaccio vicino al bordo del muro attira la tua attenzione, ma possono aspettare. Adesso è il momento di visitare il seminterrato. Affiancati dal vostro amico e dalla vostra guida subacquea, voi tre scendete in formazione come paracadutisti in caduta libera al rallentatore. Viaggiare a un ritmo lento è tuo computer da immersioneLe letture approfondite di cominciano a raggiungere le tre cifre mentre, allo stesso tempo, il paesaggio ha subito alcuni cambiamenti drammatici.

Quaggiù, al riparo dall'azione delle onde superficiali e dalle mareggiate, le cose diventano più grandi. La facciata del muro è punteggiata da boschetti di enormi coralli molli e gorgonie più larghi di due volte le vostre braccia tese. Le spugne in questo mondo più oscuro iniziano ad assumere proporzioni più stravaganti, come spugne a botte che sono diventate molto più grandi di un vero barile. Vorresti essere pronto per scattare in grandangolo stamattina, ma ci sono più muri di quanti tu possa contarli e, naturalmente, ci saranno alcune creature criptiche che si rifugiano tra le fessure del muro.

Foto Subacqueo con gorgonie rosse e corallo metallico

Foto Subacqueo con gorgonia rossa e coralli a frusta
Subacqueo con ventaglio di mare rosso e coralli a frusta. Situato sul lato occidentale del sistema Sawa Reef, il Muro di Pinki presenta enormi spugne a botte e grandi gorgonie che crescono sulle sporgenze, tutte che ospitano una varietà di creature. Foto di Walt Stearns

Fai un salto veloce giro virtuale su alcune delle mura di Wakatobi >qui su YOUTUBE  

Ci sono anche diversi tipi di pesci che non avevi notato in alcune delle immersioni meno profonde, come anthias e basslet con segni a strisce o motivi colorati a macchie in tonalità vivaci che sembrano quasi elettrizzati. Un'esplosione di movimento e colore attira la tua attenzione. È un pesciolino arancione e rosa che si tiene vicino al muro e poi si lancia periodicamente dentro acqua aperta, svasando il suo fini e sembra assumere una tonalità ancora più brillante di arancione, rosa e viola. Ricordando un briefing pre-immersione, lo riconosci come un labro maschio, intento ad attirare l'attenzione di un potenziale compagno.

Una guida subacquea Wakatobi attira la tua attenzione con un movimento "avvicinati". Sta fluttuando vicino a una grande gorgonia, indicando quelli che sembrano, beh, altri rami della gorgonia. Sembri. Allora guarda più da vicino. Niente. Poi finalmente lo vedi: un minuscolo cavalluccio marino, abbastanza piccolo da poterlo appoggiare sull'unghia, con una colorazione e una consistenza che imitano perfettamente la sua ospite gorgonia. Puoi essere scusato per non aver visto questa piccola creatura. Il mimetismo del cavalluccio marino pigmeo è così perfetto che gli scienziati hanno scoperto la maggior parte delle specie solo dopo il 2000.

Uno scorcio di un cavalluccio marino pigmeo perfettamente mimetizzato è uno spettacolo che raramente viene dimenticato. Questo piccoletto è stato fotografato al Fan 38 East, una caratteristica parete di Wakatobi nota per le sue tantissime gorgonie.Foto di Walt Stearns " class="wp-image-47642" title="Wakatobi's Wall to Wall Paradise 3" srcset="https://divernet.com/wp-content/uploads/2023/05/MG_7124-300x200.jpg 300w, https://divernet.com/wp-content/uploads/2023/05/MG_7124-768x512.jpg 768w, https://divernet.com/wp-content/uploads/2023/05/MG_7124-1024x682.jpg 1024w, https://divernet.com/wp-content/uploads/2023/05/MG_7124.jpg 1100w" dimensioni="(larghezza massima: 1024px) 100vw, 1024px">
A glimpse of a perfectly camouflaged pygmy seahorse is a sight that is rarely forgotten. This little fellow was photographed at Fan 38 East, a signature Wakatobi wall known for its many, many sea fans. Foto di Walt Stearns

I tuoi sforzi fotografici per catturare il piccoletto iniziano a dare il meglio di te mentre cerchi di rimanere fermo con apparentemente nulla sotto di te. Ma, prima che possano verificarsi frustrazioni, la tua guida interviene per agire come un treppiede umano. Tenendo una mano salda su un pezzo di roccia senza vita, l'altra sotto il braccio o sulla parte superiore del serbatoio, il compito diventa improvvisamente facile. Clic dell'otturatore e il gioco è fatto. Anche se ti consideri fortunato ad averne visto uno, ricorda di ringraziare la tua guida subacquea sia per i suoi occhi acuti che per la sua costante assistenza.

La terra di mezzo

Il tempo sembra essersi fermato mentre rimani immobile accanto alla parete imponente del muro. Ma l’orologio dell’azoto funziona e c’è molto altro da vedere. La tua guida ti conduce in una lenta traversata ascendente verso profondità più intermedie, dove la faccia del muro è butterata da una vasta rete di sottosquadri e caverne pieni di ombra. Un paio di sere fa, durante una presentazione serale al Longhouse, il direttore del centro immersioni ha spiegato che le sezioni della parete all'interno di questa profondità sono state modellate dall'azione delle onde migliaia di anni fa, quando il livello del mare era più basso.

Sito di immersione di Wakatobi Spiral Corner, molteplici sporgenze incise in profondità nella parete laterale. In mezzo a tutta questa crescita si nasconde un’abbondante vita macroeconomica. Foto di Walt Stearns
Wakatobi dive site Spiral Corner, multiple overhangs cut deep into the side wall. Amidst all this growth, abundant macro life is hiding. Foto di Walt Stearns

Queste antiche erosioni ora forniscono rifugio a una varietà di creature solitarie, che vengono rivelate da un approccio attento e dall'uso giudizioso di una piccola torcia subacquea. Le antenne rivelatrici di aragoste sporgono da una fessura, un'altra rientranza rivela una tartaruga verde. 

Quando un raggio di luce colpisce il suo fianco, il pesce cometa, chiamato anche betta marino (Calloplesiops altivelis) allarga le sue pinne, creando l'illusione che sia molto più grande delle dimensioni reali. Inoltre infilerà la testa in una presa lasciando la coda con un occhio finto in fuori. Foto di Walt Stearns
Quando un raggio di luce ne colpisce il fianco, il pesce cometa, chiamato anche betta marino (Calloplesiops altivelis) allarga la sua fini, creando l'illusione che sia molto più grande delle dimensioni reali. Inoltre infilerà la testa in una presa lasciando la coda con un occhio finto in fuori. Foto di Walt Stearns

Occhi luminosi fissano da una fessura particolarmente profonda, ma non sei in grado di determinare l'identità della creatura. Riconosci l'abitante di un'altra piccola grotta, poiché anche questo pesce è stato menzionato nel briefing pre-immersione. Coperto di vivide macchie bianche che si stagliano contro un corpo nero, questo potrebbe essere solo il pesce cometa. Sicuramente, sfoggia il caratteristico punto oculare vicino alla base della sua pinna dorsale, che è lì per ingannare i predatori e indurli a confondere la testa con la coda. Quando il raggio di luce ne colpisce il fianco, il pesce cometa allarga la sua fini, creando l'illusione che sia molto più grande delle dimensioni reali.

Rabbocco se spento

Procedendo verso una profondità più bassa, la maggior parte rimarrebbe per una sosta di sicurezza, l'immersione è ancora lontana dall'essere terminata. Una rapida occhiata al tuo computerIl display mostra che il tempo di non decompressione rimanente non ha nemmeno iniziato a raggiungere una sola cifra. Il tuo misuratore di pressione mostra che hai ancora una comoda riserva per andare avanti e ottenere il massimo dai profili da 70 minuti del marchio Wakatobi. 

Spostarsi a profondità minori significa più luce solare poiché la barriera corallina inizia ad assumere un aspetto diverso. Foto di Walt Stearns
Spostarsi a profondità minori significa più luce solare poiché la barriera corallina inizia ad assumere un aspetto diverso. Foto di Walt Stearns

Quindi, usi gli ultimi dieci-15 minuti esplorando l'altopiano poco profondo ricoperto di corallo della barriera corallina. Tornando in alto, la barriera corallina assume un aspetto diverso sotto la forte luce del sole. Le grandi gorgonie rosse e arancioni e le gorgonie sono sostituite da macchie di corallo cuoio e intricate formazioni di coralli piatti e da tavolo. Con la marea quasi bassa, i coralli salgono quasi in superficie e i loro riflessi si specchiano nelle calme acque poco profonde, creando una surreale doppia esposizione della barriera corallina.

Dopo aver ammirato il quadro generale, la tua attenzione ritorna ai dettagli mentre inizi una caccia attraverso le vette e le valli della cresta corallina. Passa un banco di pesci balestra neri, comunemente chiamati durgon neri, con i loro pettorali e dorsali fini ondulando con un movimento di sbattimento più simile al volo che al nuoto. 

Sia che scendi lungo la parete o che navighi lungo la cresta, tieni d'occhio le seppie Broadclub (Sepia latimanus). Foto di Walt Stearns
Sia che scendi lungo la parete o che navighi lungo la cresta, tieni d'occhio le seppie Broadclub (Sepia latimanus). Foto di Walt Stearns

Poi arrivano una o due seppie), sia a caccia in solitaria che in esplorazione del branco. Questo è il territorio privilegiato per gli appassionati di nudibranchi e non ci vuole molto per avvistare molte di queste lumache di mare dai colori vivaci che compiono il loro lento viaggio attraverso le ondulazioni della barriera corallina. Più sfuggenti sono i pesci ago, che probabilmente si nascondono da qualche parte in bella vista, aspettando silenziosamente il loro tempo in attesa di un gustoso boccone che arriva a portata di mano. 

Guardando oltre la guida, voi due vi muoverete in alto e in allontanamento dalla barriera corallina in modo che la barca possa venirvi a prendere. Tuo computer dice che sono trascorsi 74 minuti durante l'immersione. Di nuovo a bordo, mentre guardi oltre la murata alla ricerca delle seppie che ti salutano, la tua guida ti fa un grande sorriso luminoso e ti chiede: "pronti per un'altra immersione?" Allora ti rendi conto che ci saranno molte più opportunità per scoprire questi cacciatori furtivi e molte altre incredibili creature che chiamano casa le mura di Wakatobi.

Pronti per qualche immersione in parete? Contatta il team Wakatobi all'indirizzo office@wakatobi.com or chiedi informazioni >qui.

Visita wakatobi.com per le descrizioni di oltre 40 siti di immersione da esplorare – qui

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x