L'arte perduta dell'immersione in bottiglia

Giornata di immersioni in bottiglia
Giornata di immersioni in bottiglia

Immersioni generali

Five-figure poison bottles, antique soda containers and other trinkets – GRANT HENDERSON can’t stop looking out for submerged glassware

"QUALCUNO HA PAGATO QUANTO per una bottiglia? Una bottiglia!" Sentivo questa frase ripetutamente dopo aver venduto un particolare pezzo di rifiuti che avevo trovato sepolto in pochi metri di sabbia.

A prima vista, questa bottiglia non era particolarmente eccitante. Vivevo alle Bermuda da alcuni anni e cercavo un souvenir, qualcosa che almeno portasse impresso "Bermuda". Questa bottiglia emerse e l'iscrizione sul lato diceva: "Codd's Patent 4 - Dan Ryland's - Barnsley".

L'ho ripulito e l'ho appollaiato (precariamente, col senno di poi) su uno scaffale di casa mia. Era ancora a soli 20 metri dal fondale marino dove l'avevo rinvenuto, più di 100 anni dopo che un marinaio lo aveva gettato dalla murata della sua barca.

My first foray into bottle-diving had been closer to home. It was the Gutter Sound dive in Scapa Flow, a common afternoon dive in an area in which the Royal Navy used to have its moorings, and the crews would throw anything overboard. Crockery, brass shell-casings, bottles – there were no recycling bins in those days!

Non ho avuto molta fortuna quel giorno, qualche bottiglia raccolta, ma niente di memorabile. Deve, tuttavia, aver piantato un seme.

Molti anni dopo, stavo testando i miei regolatori appena revisionati davanti a casa mia alle Bermuda. Era solo un'altra immersione in un porto naturale molto grande, poco profondo.

Immergendomi in questo sito, ho potuto vedere subito che il fondo sabbioso era ricoperto di bottiglie di vetro. La maggior parte erano di una marca di birra chiara moderna, ma ce n'erano anche di più vecchie.

Dopo aver frugato velocemente in giro, trovai una bottiglia di vetro dall'aspetto strano, con un tappo di marmo nella parte superiore. C'era scritto "Gosling's - Hamilton - Bermuda", e ho subito riconosciuto il nome, poiché è il rum locale. Tuttavia, questa bottiglia era chiaramente molto vecchia.

Surfacing, I found that it was a pretty aqua colour, and heavy too – treasure! I had been bitten by the bug.
Una piccola ricerca ha dimostrato che non ero solo nella mia nuova ricerca. Sull'isola c'erano un paio di subacquei con le bombole e uno di loro aveva persino scritto un libro sull'argomento.

A Guide to Collecting Old Bermuda Bottles di Stephen R McPhee sarebbe diventata per me una fonte inestimabile di informazioni e saggezza. Conteneva tutte le diverse bottiglie e come identificarle e datarle.
Bottiglie di Codd, blob-top, gin, calamai, bottiglie di soda, tappi a corona, tappi a scoppio, siluri: c'era così tanto da imparare.

Naturalmente, molti galeoni e clipper sarebbero venuti a riparare le vele in questo grande porto a metà dell’Atlantico prima di dirigersi verso il Nord America o tornare in Europa.

Steve e io trascorrevamo molti fine settimana immergendoci nell'isola, cercando nuovi posti e perlustrando quelli vecchi. Era molto diverso dalle normali immersioni per le quali sono famose le Bermuda, che normalmente si svolgono intorno alle barriere coralline esterne dell'isola e ai relitti storici.

La nostra ricerca ci porterebbe a vecchi moli, cantieri navali e punti di traghetti intorno all'isola, luoghi sicuramente meno glamour. Era sempre emozionante confrontare ciò che trovavamo alla fine di un’immersione, anche se con l’occhio esperto di Steve avrebbe quasi sempre avuto la meglio sulle mie scoperte.

UNA DELLE GIOIE di Internet è che se trovi una bottiglia con una scritta sopra, è facile fare una ricerca e scoprire esattamente cosa hai trovato.

Trovando un aggeggio di ottone, sono riuscito a rimuovere parte dell'incrostazione nera, presumibilmente dal ferro che si era corroso accanto ad esso.

This revealed the engraving “Moldacot – London – No.1076”, and my online search concluded that it was an 18th-century handheld sewing machine. Unfortunately, there were far more intact examples online.

Un altro ritrovamento interessante è stata una pipa da fumo in argilla con la scritta “R.A.O.B.” attorno alla ciotola: si è scoperto che questo rappresentava il Royal Antidiluvian Order of Buffaloes, un'organizzazione fraterna del Regno Unito.

In realtà è stato molto presto nella mia carriera da subacqueo in bottiglia che ho trovato la bottiglia con il marchio Barnsley
Ne ho parlato all'inizio e, man mano che ho iniziato a imparare di più sulle bottiglie, sulle loro forme e colori, ho sentito che avrei dovuto rivisitare questo esemplare dall'aspetto curioso.

Era una bottiglia in marmo di Codd, un precursore delle moderne bottiglie con tappo a corona che conosciamo oggi. Un gentiluomo di nome Hiram Codd ha inventato questo tipo di tappo per le bottiglie di soda: una biglia veniva inserita nella bottiglia durante la produzione e la pressione della soda all'interno la manteneva premuta contro un O-ring di gomma nel bordo.

Questo datava la bottiglia che avevo trovato tra il 1880 e gli anni '1920.

It was a deep cobalt blue, not like the regular aqua blue we’d find all the time, and by now I had learnt that such colouring was often used to indicate that a bottle contained “poison” or, in other words, was potentially dangerous, as household bleach is.

The bottle was torpedo-shaped, a relic of the previous means of stopping bottles using a cork. Having a rounded base, it would have had to be kept on its side, which would keep the cork swollen and tight in the neck.

Questo datava la mia bottiglia alla fine del 1800. La combinazione di colore e forma mi ha portato a pensare che fossero giustificate ulteriori indagini.

Ho contattato un commerciante di bottiglie nella Carolina del Nord. Il suo sito web indicava che organizzava “fayres di raccolta di bottiglie” negli Stati Uniti. Gli ho mandato alcune foto e gli ho chiesto quanto pensava valesse la bottiglia.

La sua risposta fu deludente: stimò che la bottiglia potesse valere qualche centinaio di dollari. Se glielo avessi mandato, avrebbe fatto sapere al mondo della bottiglia che stava arrivando, lo avrebbe inserito su eBay e lo avrebbe venduto per una piccola commissione.

A few weeks later the listing went up online. After the first day the bidding was up to $400, and I nearly fell off my chair. The price would continue up by around $1000 a day, eventually settling, with a couple of hours of the auction to go, at around $6000.

Ero già sbalordito, ma nei minuti finali quella cifra è quasi raddoppiata. L'offerta vincente è stata di $ 11,300.
Sfortunatamente non si seppe più nulla del miglior offerente, ma il secondo offerente onorò la sua offerta più alta di $ 10,000.

Ho saputo che il collezionista aveva questo tipo di bottiglia in 13 colori diversi, ma questo colore non era uno che aveva visto prima: era davvero una scoperta rara.

ORA SONO TORNATO NEL REGNO UNITO, Al giorno d'oggi non sento molto parlare di persone che si immergono in bottiglia. Alcuni subacquei più anziani affermano che era popolare negli anni '1970 e '80, e forse in passato nei siti di immersione più frequentati ci sarebbero stati guadagni più ricchi.

Imperterrito, spesso mi avventuro lontano dai principali siti di immersione del Regno Unito alla ricerca di tesori. In un'immersione a circa 100 metri lungo la strada in un sito molto popolare

a Loch Fyne ho trovato una pipa di argilla e una vecchissima bottiglia di soda "John Mackay's Chemists Ltd - Glasgow & Edinburgh" (prima dei tempi della Coca-Cola e della Pepsi, le bibite venivano spesso prodotte in loco presso il farmacista locale).

Ci sono ancora pezzi da trovare, quindi perché non dare un'occhiata? Anche tu potresti ottenere più di quanto ti aspettavi!

Da dove comincio?

  1. I punti di traghetti/banchine/cave in disuso o qualsiasi area precedentemente “ben popolata” sono buoni posti in cui cercare. La famosa cava di ardesia di Ballachulish, sulla costa occidentale della Scozia, ha molte bottiglie, anche se è stata ben frugata nel tempo.
  2. Old photos can reveal where boats used to moor back in the day, so where bottles and other detritus was thrown overboard. Gutter Sound in Scapa is a classic example.
  3. Se oggi un sito è un buon posto per la pesca, è probabile che lo sia da centinaia di anni e alla maggior parte dei pescatori piace bere qualcosa.
  4. La migliore fonte sono le informazioni locali, i subacquei più anziani e i subacquei di capesante. L'immersione con la bottiglia era popolare negli anni '1970/'80, ma da allora sabbia e limo potrebbero essersi spostati, rivelando tesori precedentemente sepolti.
  5. Un libro sulla raccolta delle bottiglie o Internet possono aiutare a identificare e datare le bottiglie: lo stile della parte superiore/del labbro e il colore possono essere indicatori.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
pnwsamson
pnwsamson
7 mesi fa

Bella lettura, le foto sarebbero state fantastiche, ma posso immaginare cosa hai trovato attraverso la descrizione. Sono un subacqueo in bottiglia della British Columbia, Canada. Mia moglie è delle Bermuda, quindi cerco sempre quando andiamo a visitare la famiglia. Non vedo l'ora di ricominciare la ricerca!

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x