Il sogno dei subacquei tecnici: una goletta con l'albero alzato di 150 anni

Immagine sonar multiraggio dell'Ironton mentre si trova sul fondo del lago (Ocean Exploration Trust / NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary)
Immagine sonar multiraggio dell'Ironton mentre si trova sul fondo del lago (Ocean Exploration Trust / NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary)

Il mistero di un naufragio nei Grandi Laghi degli Stati Uniti è stato risolto con la scoperta del Ironton, un veliero da carico affondato nel Lago Huron 128 anni fa. Ora ci sono piani per rendere possibile ai subacquei di visitare il relitto intatto che giace nelle profondità.

Leggi anche: Rimorchiatore satellitare scoperto a 90 metri nel Lago Superiore

La chiatta-goletta a tre alberi da 58 metri affondò mentre era al traino quando si scontrò con il piroscafo Ohio – anch’esso andato giù. L'incidente avvenne in una notte ventosa in una zona del lago conosciuta come Shipwreck Alley il 26 settembre 1894. 

IrontonIl capitano e sei marinai riuscirono a salire su una scialuppa di salvataggio a poppa, ma nella fretta non riuscirono a slegare la nave e furono trascinati sotto la superficie prima di poterla liberare. Solo due membri dell'equipaggio sono sopravvissuti.

Leggi anche: Il relitto del piroscafo profondo 108 metri ha un "nuovo look"

Immagine storica della chiatta goletta Lizzie A Law del 1875, simile a Ironton (Thunder Bay Sanctuary Research Collection)
Immagine storica della chiatta-goletta del 1875 Lizzie Una legge, costruito in modo simile a Ironton (Raccolta di ricerca sul Santuario di Thunder Bay)

La National Oceanic & Atmospheric Administration (NOAA) gestisce il Santuario marino nazionale di Thunder Bay (TBNMS) con lo stato del Michigan, e i suoi ricercatori hanno unito le forze con l'Ocean Exploration Trust di Robert Ballard per rintracciare il Irontonè l'ultima dimora.

Alla fine lo trovarono in piedi, con tutti e tre gli alberi ancora in piedi e le manovre attaccate ai longheroni, a una profondità di circa 90 metri, preservato dalle acque fresche e fredde del lago.

Ashtabula a Marquette

La nave legname era stata costruita dalla Niagara River Transportation Company nel 1873 e veniva utilizzata per trasportare grano, carbone, legname e minerale di ferro

Il 26 settembre lei e un'altra chiatta-goletta, Chiaro di luna, venivano rimorchiati senza carico dal piroscafo da 58 metri Charles J Kershaw, sulla rotta da Ashtabula sul Lago Erie nell'Ohio a Marquette sul Lago Superiore nel Michigan. 

Un’ancora è ancora attaccata alla prua dell’Ironton (NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary / Undersea Vehicles Program UNCW / Ocean Exploration Trust)
Un'ancora è ancora attaccata Ironton(NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary / Programma per i veicoli sottomarini UNCW / Ocean Exploration Trust)
Il sogno di uno sciatore tecnologico: il bompresso in legno, conservato nelle fredde e fresche acque dei Grandi Laghi (NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary / Undersea Vehicles Program UNCW / Ocean Exploration Trust)
Il bompresso in legno della nave, conservato nelle fredde e fresche acque del Lago Huron (NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary / Undersea Vehicles Program UNCW / Ocean Exploration Trust)

Mentre si dirigeva a nord attraverso il Lago Huron, dopo mezzanotte, il motore del rimorchiatore si guastò e a nord del faro di Presque Isle un forte vento da sud spinse le chiatte verso il piroscafo in panne. Chiaro di lunala troupe di ha dovuto tagliare Irontonil cavo di traino per prevenire una possibile collisione.

ordinò il capitano Peter Girard Irontonl'equipaggio di avviare il motore a vapore ausiliario per fornire energia mentre le vele erano issate, ma il forte vento spinse la nave in difficoltà sulla rotta dei 62 metri in direzione sud Ohio, con la foratura della collisione frontale Ironton sulla prua di sinistra.

Carico di grano, il Ohio affondò rapidamente ma tutti i 16 membri dell'equipaggio fuggirono su scialuppe di salvataggio per essere recuperati dalle navi vicine. Nel frattempo i colpiti Ironton andò alla deriva per più di un'ora prima di affondare fuori dalla vista delle navi di soccorso.

Fondale non mappato

La posizione del IrontonL'affondamento della nave era rimasto un mistero, ma nel 2017 la TBNMS ha condotto una spedizione per esplorare 100 miglia quadrate di fondale lacustre non mappato e nel frattempo ha trovato il relitto della nave. Ohio ad una profondità di circa 90 m. 

Una scialuppa di salvataggio riposa a poppa dell'Ironton (NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary / Undersea Vehicles Program UNCW / Ocean Exploration Trust)
Una scialuppa di salvataggio riposa a Ironton(NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary / Undersea Vehicles Program UNCW / Ocean Exploration Trust)
Distribuzione di un ROV con telecamere ad alta risoluzione (Ocean Exploration Trust / NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary)
Distribuzione di un ROV con telecamere ad alta risoluzione (Ocean Exploration Trust / NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary)

Due anni dopo il team ha effettuato un'altra spedizione cartografica Fiducia per l'esplorazione oceanica utilizzando la tecnologia più recente, incluso BEN, il veicolo di superficie autonomo dell’Università del New Hampshire e quello della NOAA Tempesta nave da ricerca, entrambe dotate di sonar multiraggio.

L'area di ricerca è stata scelta sulla base di nuove ricerche sulle condizioni meteorologiche e sulla direzione del vento la notte dei due affondamenti.

Tuttavia, il relitto del Ironton rimase sfuggente fino agli ultimi giorni della spedizione, quando l'area di ricerca fu ampliata e la tenacia della squadra alla fine fu premiata.

Le immagini sonar ottenute erano convincenti, ma l'identità del relitto è stata confermata solo quando è stato possibile far scendere un ROV Tempesta per raccogliere video riprese un mese dopo.

A giugno 2021 ulteriore alta risoluzione video è stato ottenuto utilizzando un ROV da una squadra dell'USCGC Baia Mobile, e ora la scoperta è stata condivisa.

Squadra di spedizione di giugno 2021 sulla USCGC Mobile Bay con il ROV (Ocean Exploration Trust / NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary)
Squadra della spedizione di giugno 2021 sull'USCGC Baia Mobile con il ROV (Ocean Exploration Trust/NOAA Thunder Bay National Marine Sanctuary)

Il TBNMS ha in programma di sviluppare materiali didattici per aiutare a raccontare il Ironton/Ohio storia – e vuole anche assistere e salvaguardare i subacquei tecnici che desiderano esplorare il relitto.

"Con i nostri partner, lo stato del Michigan, abbiamo in programma di esplorare la ricerca di permessi per posizionare una boa di ormeggio nel sito", ha detto la coordinatrice della protezione delle risorse Stephanie Gandulla Divernet.

Il TBNMS ha ora installato boe in 50 siti di relitti, compreso quello del Ohio. “Proprio l’anno scorso abbiamo installato sistemi di ormeggio nei nostri siti più profondi – un grande risultato per proteggere questi fragili relitti e garantire l’accesso ai subacquei”. Guarda un video della Ironton on YouTube.

Anche su Divernet: Relitto di Atlanta identificato nel Cold Lake Superior, Le doppie scoperte della tuffatrice Tamara onorano i nativi americani, 1927 Chevy ritrovata su un relitto con una strana angolazione, La prima goletta trovata nel lago Michigan, Diciannove per intrighi

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x