Appuntamento all'Isla Mujeres

archivio – America LatinaAppuntamento a Isla Mujeres

I raduni di massa di squali balena sono solo uno degli spettacoli stagionali di grandi animali che si possono ammirare al largo della penisola dello Yucatan. IL DR SIMON PIERCE, scienziato principale presso la Marine Megafauna Foundation, è stato testimone di enormi quantità di questa attività: qui collabora con il direttore mondiale di Aqua-Firma RALPH PANNELL per scrivere sulla scienza alla base di questo comportamento.

LETIAMOLO PRESTO. Il Messico, o più specificamente la punta nord-orientale della penisola dello Yucatan, offre gli avvistamenti più consistenti al mondo di un gran numero di squali balena durante i mesi estivi.
Non sorprende quindi che l'area interessi il gruppo di ricerca sugli squali balena della Marine Megafauna Foundation (MMF) e la società di immersioni ed eco-viaggi Aqua-Firma.
Ma perché ci sono così tanti squali balena lì? E cosa sappiamo di loro?
Gli squali balena sono una specie popolare tra i subacquei, ma è facile dimenticare che, fino agli anni '1980, vedere uno squalo balena era un evento irripetibile per la maggior parte delle persone. Sono stati documentati solo 320 avvistamenti, anche se gli squali sono distribuiti dalla Nuova Zelanda alla Nuova Zelanda New York. Si scopre che semplicemente non sapevamo dove guardare.
Le acque superficiali tropicali sono un deserto biologico. Certo, le barriere coralline sono incredibilmente ricche di biodiversità, ma sono oasi isolate in un vero e proprio mare di nulla. Gli squali balena mangiano principalmente plancton e, essendo il pesce più grande del mondo, ne mangiano molto.
La maggior parte delle aree in cui si è sviluppato il turismo stagionale degli squali balena, come Ningaloo Reef in Australia o Mafia Island in Tanzania, ospitano importanti eventi biologici che fanno suonare il gong della cena per gli squali balena.
Al largo del Messico, l’attrazione sono le uova di pesce. Il tonno piccolo, una piccola specie di tonno che può produrre fino a 1.75 milioni di uova in ogni stagione riproduttiva, depone le uova in gran numero nelle acque al largo a nord di Isla Mujeres.
Sebbene i pescatori locali fossero a conoscenza di questo fenomeno annuale almeno dall’inizio degli anni ’1990, gli scienziati e gli operatori turistici se ne sono accorti molto più recentemente.

RAFAEL DE LA PARRA, uno scienziato messicano specializzato in squali balena, ha messo gli occhi per la prima volta su questa aggregazione offshore nel 2006. Il turismo degli squali balena stava già fiorendo al largo di Isla Holbox, un'isola al largo della costa settentrionale della penisola, dove squali balena e mante si nutrivano in acque poco profonde, acque verdi e ricche di plancton vicino alla riva.
Quell'anno Rafael e i suoi collaboratori locali organizzarono cinque voli più al largo, durante i quali furono registrati 480 squali balena.
Ciò ha cambiato tutto. Voli ripetuti su quest’area – conosciuta come Afuera, che significa “fuori” in spagnolo – hanno ora documentato fino a 420 squali in un unico sondaggio. Si tratta di gran lunga della più grande aggregazione documentata di squali balena al mondo.
Tra le cose che sono cambiate ci sono state le esigenze di gestione. Gli squali balena sono una specie protetta in Messico e nel 2009 il governo ha creato una speciale Riserva della Biosfera degli squali balena.
Purtroppo la legislazione non è riuscita a tenere il passo con i risultati scientifici e la zona di Afuera non è stata inclusa nella riserva. Torneremo su questo più tardi.
Io [Simon] studio gli squali balena dal 2005, inizialmente in Mozambico e ora in tutto il mondo. Rafael, sua moglie Beatriz ed io siamo stati tutti invitati a partecipare ad un progetto di ricerca al largo di Utila, in Honduras.
Avendo imparato di più sul loro lavoro in Messico, ero determinato a dare un'occhiata di persona a questo straordinario evento naturale.
Aqua-Firma ha organizzato un viaggio per aiutarmi a finanziarmi e, dal 2013, la compagnia organizza viaggi che pagano per MMF e il team di Rafael per condurre ricerche al largo della penisola dello Yucatan durante il picco della stagione degli squali balena (luglio/agosto) . Gli ospiti paganti possono unirsi al team per scattare campioni, scattare tantissime foto e in generale divertirsi in presenza delle centinaia di squali che utilizzano quest'area come dimora stagionale.
Ogni squalo balena ha uno schema di macchie unico. Rende ogni individuo identificabile, più o meno allo stesso modo di un'impronta digitale umana. Una fotografia del fianco può essere utilizzata per identificare qualsiasi squalo balena, in qualsiasi parte del mondo.
Tuttavia, questo sforzo di abbinamento è un lavoro enorme. Per accelerare il processo, è necessaria l’automazione.
Un'amicizia fortuita tra uno sviluppatore di software e un astrofisico, entrambi interessati alla conservazione marina, ha portato a una soluzione.
È stato adattato un algoritmo utilizzato nell'elaborazione delle immagini del telescopio spaziale Hubble e al posto delle stelle sono state utilizzate macchie di squalo balena. Il libro jolly per gli squali balena online è nato il database (www.whaleshark.org).

AL MOMENTO IN CUI SCRITTO, nel database ci sono stati più di 33,000 incontri con più di 7000 singoli squali balena. I contributi fotografici sia dei ricercatori che del pubblico consentono di monitorare i movimenti dei singoli squali in tutto il mondo, di calcolare le dimensioni della popolazione e di identificare e indagare l'aumento o la diminuzione degli avvistamenti.
I trilioni di uova di tonno nel menu qui potrebbero attirare squali balena da tutto l'Atlantico. La costa dello Yucatan, compresi sia gli squali costieri che quelli di Afuera, è stata la prima regione a raggiungere i 1000 squali balena identificati.
Il 75% degli squali balena identificati nell'Oceano Atlantico sono stati avvistati in quest'area. Deve essere una delle più alte densità di squali presenti in qualsiasi parte del mondo. I tonni si riproducono durante la notte e le loro uova galleggiano dolcemente verso l'alto fino a ricoprire la superficie. Gli squali nuotano in giro aspirando le uova per ore alla volta.
Una volta che le uova del giorno si sono dissipate, gli squali cambiano comportamento e nuotano più in profondità durante la notte. Può darsi che stiano dissipando calore dopo ore di nuoto e di esposizione al sole nell'acqua calda superficiale.
Calcoli approssimativi rivelano che uno squalo balena di taglia media, nutrito in superficie per 11 ore, ingerirebbe 142.5 kg di uova di tonno. Si tratta di circa 43,000 Kcal, equivalenti a più di 8 kg di cioccolato al latte.
Passare ad acqua più fresca durante la notte potrebbe anche rallentare il loro metabolismo, contribuendo a massimizzare l’assorbimento di questo pasto massiccio.
Con così tanto cibo in offerta, non c'è da meravigliarsi che gli squali restino qui. Il lavoro di etichettatura locale ha scoperto che alcuni singoli squali rimangono nell'area fino a sei mesi all'anno, e la maggior parte se ne va finalmente tra la fine di agosto e la metà di ottobre. Una ricerca condotta dal 2003 al 2012 ha rilevato che molti squali hanno visitato ripetutamente l'Afuera, alcuni dei quali sono tornati per sei anni consecutivi.
Dove vanno nel mezzo? Bene, sembra variare da individuo a individuo. Rafael e coautori hanno recentemente pubblicato uno studio su 31 squali balena marcati via satellite dal Messico, che si sono dispersi nel Golfo del Messico o nel Mar dei Caraibi. Quando si allontanarono dalla terraferma e dalla loro affidabile fornitura di uova di tonno, anche i comportamenti degli squali cambiarono.
Poiché gli squali balena sono pesci, non hanno bisogno di venire in superficie per respirare. Sebbene la maggior parte del tempo fosse trascorso vicino alla superficie, da zero a 200 metri di profondità, uno degli squali taggati è rimasto a più di 50 metri per tre giorni consecutivi.
Occasionalmente si immergevano molto, molto più in profondità, e l'immersione massima di uno di questi squali, 1928 m, è stata la più profonda registrata fino ad oggi da uno squalo balena.
Non è facile stabilire perché gli squali nuotino così in profondità. Ci sono potenziali ragioni o potrebbe essere una combinazione di diverse.
Alcuni indizi erano evidenti. Invece di avvenire in modo casuale, le immersioni più profonde spesso si verificavano intorno all’alba e al tramonto. Sospettiamo sempre più che gli squali balena si nutrano di zooplancton di acque profonde, che tipicamente migrano tra la superficie di notte e poche centinaia di metri di profondità durante il giorno.

PER GLI SQUALI BALENA, immergersi in questi periodi può consentire loro di predare lo zooplancton durante questa migrazione, quando un po' di luce è ancora disponibile per rendere più facile la caccia.
Le immersioni profonde potrebbero avere anche una funzione di navigazione. L’alba e il tramonto sono i momenti in cui l’intensità del campo magnetico terrestre raggiunge il suo picco e, poiché anche il gradiente di intensità geomagnetica aumenta con la profondità, queste immersioni potrebbero aiutare a migliorare la capacità di determinare la propria posizione.
Gli squali balena nascono a circa 50-60 cm e possono crescere fino a 20 metri. L'aggregazione Afuera è composta principalmente (72%) da squali balena maschi, di lunghezza compresa tra 2.5 e 10 metri. Gli squali presenti sono prevalentemente giovani: non neonati, ma pochi sono riproduttivi attivi.
Dov’è il resto della popolazione? Beh, da qualche altra parte. Il lavoro genetico ha dimostrato che gli squali balena dell’Atlantico sono una sottopopolazione separata da quelli che si trovano negli oceani Indiano e Pacifico, quindi presumiamo che gli adulti – e la maggior parte delle femmine – possano vivere in oceano aperto. Non ci sono molte prove a sostegno di ciò; il fatto è che se ne vedono raramente lungo la costa.
Una femmina etichettata, ritenuta una giovane adulta, ha compiuto un'enorme migrazione dalla zona di Afuera, attraverso l'Equatore, nel medio Atlantico.
Questa nuotata di 7000 km, a una velocità media di circa 50 km al giorno, è una delle più grandi mai registrate per uno squalo balena.
Da allora questo squalo famoso, ora chiamato "Rio Lady", è stato visto di nuovo all'Afuera. In effetti l'ho vista ogni anno da quando sono andato lì per la prima volta nel 2013, quindi è stato un giro davvero enorme.
Rafael è abbastanza sicuro di essere incinta quando è stata taggata per la prima volta, anche se è difficile dirlo, quindi questa singola traccia è allettante in quanto potrebbe suggerire che gli squali balena partoriscono nel mezzo dell'Atlantico. Ci auguriamo che ulteriori lavori forniranno ulteriori prove.

È UN ENORME PRIVILEGIO per poter nuotare con così tanti di questi squali minacciati, e dobbiamo tutti rispettare il fatto che utilizzano l’Afuera per i propri scopi. Il loro enorme apporto calorico di uova di tonno può aiutare ad alimentare i loro movimenti per i mesi successivi.
È un peccato che il sito di Afuera sia stato adeguatamente delimitato solo dopo la creazione della Riserva della Biosfera degli squali balena, poiché ciò significa che il sito di aggregazione primario è scarsamente protetto.
Enormi navi da trasporto costeggiano la punta dello Yucatan, avvicinandosi pericolosamente agli squali balena.
Anche se è difficile da quantificare, è probabile che molti squali balena vengano uccisi all’impatto. Questa rotta di navigazione deve essere spostata più al largo e questo è uno degli obiettivi principali di questo progetto.
Dopo aver visto io stesso fino a 180 squali in un giorno [dice Simon], posso davvero dire che questa è una delle esperienze naturalistiche più incredibili del mondo. L'Afuera potrebbe essere il miglior sito al mondo per vedere e fotografare gli squali balena.

BEN FATTO
I lettori possono partecipare a una settimana di ricerca sugli squali balena di Aqua-Firma e Fotografia spedizione in Messico con gli autori l'11 o il 22 luglio 2016 o dal 21 luglio 2017 (con Ralph Pannell e il dottor Chris Rohner, ricercatore sugli squali balena della MMF). I viaggi costano da £ 1690 a persona (due in condivisione).
Altri punti salienti dei grandi animali dello Yucatan (come pinne a vela, mante, tarponi e squali toro) e/o esperienze culturali e nella foresta pluviale possono essere incorporati in avventure marine su misura e per piccoli gruppi
www.aqua-firma.com/paesi/Messico.
ALTRI PUNTI SALIENTI DELLA VITA MARINA DELLO YUCATAN

SAILFISH sono le creature marine che nuotano più velocemente nei nostri oceani, raggiungendo una velocità di 68 miglia all'ora. Li vediamo spesso saltare fuori dall'acqua quando sono alla ricerca degli squali balena. Occupano le stesse acque tutto l'anno, ma le cose diventano interessanti all'inizio dell'anno quando arrivano grandi banchi di sardine e lavorano in squadre per radunarle in palline da esca. Puoi individuare dove si trovano osservando le fregate che volteggiano dove i delfini si sono nutriti dello stesso pesce, lasciando deliziosi avanzi in superficie. Una barca veloce può avvicinarsi al bordo di una palla e puoi fare snorkeling e guardare i pesci vela farsi strada tra i pesci esca circondati.

MANTE GIGANTI
Spesso vediamo una potenziale terza specie di mante che si nutre di uova di bonito tra gli squali balena nello Yucatan. In una bella giornata, possiamo vederne fino a 100 alla volta nelle limpide acque dei Caraibi! Altrimenti spesso possiamo localizzarli più a ovest dove si nutrono di cefalopodi, avvistandoli da lontano mentre saltano in alto fuori dall'acqua. Qui la visibilità è minore, a causa delle correnti molto variabili e della conseguente densità di cefalopodi, ma è un'esperienza spettacolare. Tuttavia, scattare foto e campioni di DNA necessari per dimostrare se si tratta di una nuova specie è una sfida e un obiettivo per noi quest’estate.

TARPONE
Una delle più belle immersioni del Messico si trova in un sito chiamato La Poza a Xcalak, vicino al confine con il Belize. Qui c'è una fossa sottomarina dove le correnti attirano banchi di tarpon lunghi più di 2 metri tra banchi di jack e dentici.

SQUALI TORO fornire un altro momento clou stagionale. Sembra che alcune vengano nella zona per partorire, fornendo bersagli sorprendentemente compiacenti quando ci immergiamo da Playa del Carmen. Il periodo migliore va da metà dicembre a metà marzo.

Apparso su DIVER giugno 2016

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x