Il nostro tour europeo – Parte 3

Riserva marina di Arrábida.
Riserva marina di Arrábida.

TUffatore EURO

Il nostro tour europeo –
Parte 3

Non lasceranno che una pandemia fermi il tour – anzi, nonostante gli ostacoli, le immersioni sembrano migliorare sempre di più per i cineasti svedesi LINN VENNBERG e MATTIAS GRANBERG mentre raggiungono la penisola iberica. Se non ti sei tuffato lì, potresti avere una sorpresa...

0221 Eurotour3 principale

Parcheggiato a Cabo Espichel.

La stessa mattina ci stavamo preparando Per imbarcarsi sul traghetto da Dover a Dunkerque, la tempesta Francis si è abbattuta sul Regno Unito e sulla Francia.

Il nostro traghetto è riuscito ad attraversare la Manica come previsto e dall'altra parte abbiamo allestito il campo per aspettare che la tempesta finisse finché non potessimo fare immersioni.

Come prima in Normandia, abbiamo trovato un club di immersioni con alcuni membri disponibili che si sono offerti di portarci a fare immersioni.

Considerando la recente tempesta, le nostre aspettative erano piuttosto basse e una volta in acqua abbiamo scoperto che la visibilità era così scarsa che riuscivamo a malapena a vedere il relitto o l'altro. Scattare foto o video era fuori discussione.

Abbiamo trascorso comunque una bella giornata e abbiamo potuto osservare da vicino dall'alto il delfino locale, che di solito vive attorno a uno dei relitti della zona. E una giornata trascorsa al mare in buona compagnia è sempre una bella giornata. Dovremo tornare per immergerci in condizioni migliori.

Dopo quello sfortunato secondo tentativo di immergerci tra i relitti francesi della Seconda Guerra Mondiale, ci siamo diretti direttamente a Peniche, in Portogallo, e alla nostra immersione programmata nella riserva marina di Berlengas. Si compone di tre gruppi di isole, l'isola principale Berlenga Grande, Estelas e Farilhões-Forcadas.

Apparso su DIVER febbraio 2021

La maggior parte delle immersioni vengono effettuate in giro Berlenga Grande, e tra un'immersione e l'altra è possibile scendere a terra per esplorare l'isola, rilassarsi in spiaggia o pranzare al ristorante. Le isole minori esterne vengono immerse meno frequentemente perché sono più esposte.

A sinistra: A Berlenga Grande. A destra: Grotta di Farilhões-Forcadas.
A sinistra: A Berlenga Grande. A destra: Grotta di Farilhões-Forcadas.

Ci sono molte grotte panoramiche da esplorare intorno a Berlenga Grande. La nostra immersione preferita era una delle più grandi, abitata da un enorme banco di curiosi grilletti grigi.

Entrare nell'oscurità e ritrovarci circondati da centinaia di pesci pochi istanti dopo è stata un'esperienza surreale. Abbiamo trascorso due intere immersioni esplorando la loro casa e facendo conoscenza.

Oltre a questo ci sono molti polpi nei siti di immersione intorno all'isola e abbiamo anche visto seppie e banchi di orate. In un sito abbiamo individuato sei John Dory: sono residenziali, quindi è quasi garantito vederli sul posto.

Un giorno siamo anche arrivati ​​a Farilhões-Forcadas e ci siamo tuffati in una bellissima parete ricoperta di gorgonie viola.

Come bonus, un branco di delfini nuotava accanto alla barca, saltando e giocando tra le onde durante il viaggio di ritorno l'ultimo giorno. Sono uno spettacolo comune in questa zona ed è stato un modo perfetto per concludere il nostro soggiorno lì.

Un altro punto forte delle Berlengas sono state le docce calde offerte nel centro immersioni. All'inizio del nostro soggiorno nel Regno Unito i campeggi erano ancora chiusi e quando hanno aperto erano pieni ovunque fossimo andati. In Francia avevamo riscontrato la stessa cosa: per questo motivo avevamo deciso che non avremmo mai più dato per scontata una vera doccia calda.

Abbiamo una piccola doccia esterna con il furgone e il Regno Unito è pieno di bei laghi in cui nuotare, quindi siamo riusciti a lavarci negli ultimi due mesi, ma non è la stessa cosa di una doccia calda con una buona pressione dell'acqua. Soprattutto nelle giornate fredde e piovose.

Dopo tante belle immersioni e quasi altrettante docce calde abbiamo proseguito attraverso il Portogallo fino a Sesimbra per immergerci nella riserva marina di Arrábida.

La posizione riparata offre buone condizioni per le immersioni tutto l'anno.

Riserva marina di Arrábida.
Riserva marina di Arrábida.

On the first day we dived two spots near the reserve’s central zone, where no activities, including diving, are allowed. The big boulders making up the reef were covered in gorgonians of various colours and other growth.

Intorno a loro abbiamo trovato molte specie di pesci, nudibranchi e polipo. Le barriere coralline di Arrábida sono piene di vita.

Il giorno successivo ci siamo diretti nella direzione opposta, a ovest di Sesimbra, per esplorare il relitto di una nave mercantile nigeriana affondata un miglio al largo della costa fuori Cabo Espichel nel 1989.

Il relitto del fiume Gurara giace in due pezzi un po' separati. L'arco è più profondo, quindi abbiamo iniziato da lì.

La corrente superficiale era così forte che abbiamo dovuto trascinarci lungo una corda a prua della barca per raggiungere la linea di discesa; duro lavoro trasportare la fotocamera.

Una volta scesi la corrente ha rallentato e non abbiamo avuto problemi a girare intorno alla prua.

La parte più grande del relitto è abbastanza intatta, appoggiata su un fianco e ricoperta di gorgonie. Ci sono anche alcuni passaggi e punti in cui entrare nel relitto.

For the second dive we moved to the more broken-up stern, where the propeller and parts of the machine house can be seen. It’s a well-inhabited artificial reef, and we found both conger and moray eels, octopuses and both zebra and common two-banded sea bream.

È un posto interessante sia che tu preferisca i relitti stessi o la vita marina.

Nelle settimane successive abbiamo esplorato la costa e le spiagge del Portogallo meridionale e le tortuose strade di montagna dell'Andalusia, in Spagna.

Abbiamo visitato le città storiche dell'Alhambra e Ronda e ammirato lo splendido scenario della Sierra Nevada prima di dirigerci verso la nostra prossima destinazione per le immersioni, Cabo de Palos.

In senso orario da in alto a sinistra: barracuda Islas Hormigas; orata comune a due fasce; cercando di catturare l'abbondanza della vita ittica; la barca per immersioni Acuasuboeste.
In senso orario da in alto a sinistra: barracuda Islas Hormigas; orata comune a due fasce; cercando di catturare l'abbondanza della vita ittica; la barca per immersioni Acuasuboeste.

Fuori dal piccolo villaggio di pescatori si trova un hotspot europeo, la riserva marina Islas Hormigas. La nostra aspettativa era così alta che stavamo cercando di smorzarla per evitare delusioni mentre caricavamo la barca per la prima immersione.

It took only minutes to reach the dive-site and once the boat was attached to the buoy – no anchors are to be used in the reserve – we began kitting up.

As in Sesimbra, the current at the surface was strong. We grabbed the line, pulled ourselves to the front and began descending. In the clear water we could see the pinnacle rising from the depths.

Una volta scesi abbiamo iniziato a spingere contro corrente attorno al muro ma non avevamo molta strada da fare. Nel giro di un minuto eravamo nel bel mezzo di una scuola di boga.

In autunno questi pesci si riuniscono in grandi banchi in acque poco profonde e Islas Hormigas è il posto migliore per osservare questo fenomeno. E dove ci sono le boghe, ci sono anche i predatori.

Il primo ad apparire fu un banco di barracuda, che sfrecciava lentamente. Ci hanno permesso di nuotare accanto ed essere circondati da loro mentre ci ispezionavano.

Later a school of greater amberjack suddenly appeared and swarmed around us for several minutes before vanishing along the reef as fast as they had appeared. Common dentex swooped across the reef and mackerel were singling out and chasing the bogue with astonishing speed.

The reef was also patrolled by so many grouper that it was pointless trying to count them. Cabo de Palos and one other reserve are the places in Spain to find the largest numbers of grouper.

Dopo quella prima immersione, abbiamo concluso che non dovevamo preoccuparci che le nostre aspettative fossero troppo alte. Questo sito li aveva superati.

Per due settimane ci siamo immersi nella riserva e ogni immersione è stata spettacolare come la prima. Le cernie erano sempre lì in gran numero e il personale del centro immersioni ha detto che potevano praticamente garantire di vederle. Abbiamo visto barracuda e dentici comuni in ogni immersione.

Gli sgombri volteggiavano spesso e in un sito eravamo circondati da una boga da caccia alla ricciola vicino alla superficie durante la nostra sosta di sicurezza.

Un giorno ci immergemmo nel relitto dell'Isla Gomera, affondato durante una tempesta nel 1946.

In alto: relitto di El Naranjito. Sopra: ricciola alle Islas Hormigas.
In alto: relitto di El Naranjito. Sopra: ricciola alle Islas Hormigas.

È comunemente noto come El Naranjito – “piccola arancia” – a causa del carico di agrumi che trasportava in quel momento. Il frutto continuò ad arrivare a riva per settimane.

Il relitto è abbastanza intatto e in posizione verticale.

Inizia a 28 metri, quindi consigliamo di immergerlo con nitrox. Con l'aria il tempo di fondo è stato molto limitato e non siamo riusciti a vedere gran parte del relitto, anche se, come fotografi/videografi, tendiamo a muoverci lentamente.

Poiché stavamo per un po' a Cabo de Palos, abbiamo colto l'occasione per farci spedire alcune cose da casa, ma il pacco doveva ancora arrivare quando è arrivato il momento di partire. Abbiamo aspettato un paio di giorni, ma alla fine abbiamo dovuto andare avanti perché avevamo solo due giorni per arrivare a L’Estartit.

Il centro immersioni si è gentilmente offerto di spedire il pacco. Naturalmente è arrivato al centro il giorno dopo la nostra partenza.

L’Estartit means the Medes Islands marine reserve – the place where, seven years earlier, we had taken a camera under water for the first time.

Eravamo stati a Barcellona e ci siamo presi una giornata per fare due immersioni intorno alle isole. Con solo 20 immersioni circa al nostro attivo, Mattias aveva investito

a GoPro with a head-mount.

About 10 minutes into the first dive, I had discovered that there was no longer a camera on his head, and we had traced our way back to the descent-line to find it lying on the bottom.

Tip to aspiring videographers: don’t mount a camera on your head until you have learnt to manage your buoyancy and can focus on additional equipment!

Il filmato risultante non era stato dei migliori, ma la sua elaborazione aveva suscitato un interesse che ci ha portato a continuare ad imparare ed evolverci. Impariamo ancora qualcosa di nuovo che ci aiuta a migliorare ad ogni immersione.

This time our first dive was at La Vaca, a tunnel covered in purple gorgonians. You can swim through it to the other side of the island. Around it swim big grouper accustomed to but still inquisitive about divers. One swam up to me to inspect my camera and, after a while, decided to taste my diffuser, a white plastic disc hanging from the strobe. Eventually classifying it as inedible, it let go and swam away.

Mattias e Linn.
Mattias e Linn.

Il secondo giorno ci siamo immersi in un canale tra due isole. Nella parte bassa, dove il fondale digrada su ciascun lato delle isole, abbiamo trovato centinaia di grandi barracuda, che si estendono dal fondo fino alla superficie.

La visibilità vicino al fondale non era delle migliori ma più vicino alla superficie l’acqua si schiariva e potevamo godere della compagnia di questi grandi predatori.

Galleggiare all'interno di un branco di barracuda è, secondo noi, una delle migliori esperienze subacquee.

Per l'immersione pomeridiana abbiamo nuotato oltre un muro ricoperto di gorgonie viola, abbiamo visto un banco di orate, ci siamo avvicinati ad altre cernie e siamo stati nuovamente circondati da un banco di ricciole.

È impressionante il modo in cui appaiono dal nulla e ti circondano prima di scomparire di nuovo nel blu.

L'ultimo giorno ci siamo immersi dall'altra parte del canale e abbiamo deciso di vedere se riuscivamo a ritrovare il barracuda.

Sulla nostra strada abbiamo visto altre cernie, ricciole e dentici comuni – e abbiamo ritrovato il barracuda.

Amichevoli come al solito, ci hanno permesso ancora una volta di nuotare in mezzo a loro, dandoci un assaggio di cosa vuol dire essere un barracuda.

Parlare con le persone che lavorano nel settore del turismo in Spagna, era chiaro che la pandemia aveva colpito molti di loro indirettamente. In un negozio di immersione ci è stato detto che aveva perso circa il 60% delle sue entrate stagionali. Ciò che sembrava aver salvato i centri di immersione era il numero di persone locali che avevano seguito il corso in acque libere e scoperto le immersioni subacquee.

Anche i ristoranti erano stati costretti a chiudere di nuovo quando siamo arrivati ​​in Catalogna, quindi sapevamo quanto fossero difficili i proprietari e i loro dipendenti.

Il furgone nei Pirenei.
Il furgone nei Pirenei.

Avevamo finito di immergerci nelle Islas Medes ma dovevamo ancora aspettare che il nostro pacco ci raggiungesse. Ci sono voluti quattro giorni prima di poter continuare il nostro viaggio nei Pirenei per goderci i bellissimi colori autunnali in montagna.

Ad altitudini più elevate le foglie iniziarono a cambiare i loro colori e lo scenario era sorprendente. Abbiamo camminato sulle montagne del versante spagnolo per una settimana, il nostro piano era di continuare ad esplorare i Pirenei francesi prima di tornare sulla costa verso l'Italia.

Ma ancora una volta il Covid-19 ci ha costretti a cambiare i nostri piani. La Francia stava iniziando a chiudere e alla fine ha deciso di tornare al blocco a livello nazionale.

Mentre scriviamo quindi siamo ancora in Spagna in attesa degli sviluppi in Francia e Italia, cercando di isolarci il più possibile. Segui il viaggio Instagram (@ocean.esposizione), Facebook ed YouTube (@Esposizione sull'oceano).

Ci siamo immersi con…

ACUASUBOESTE in Peniche offers two dives at Berlenga Grande for 70 euros with kit-hire for 20 euro. Departure is at 9.30am and you return to harbour in the afternoon. PADI & SSI courses are taught and there are facilities for rinsing and storing kit, and changing rooms with showers, acuasuboeste.com

UNISUB L'ESTARTIT offers one dive from 36 euros, with discounts for multiple dives. Hire gear costs 16 euros for the first dive, then 12.5 euros. There is one dive in the morning, one in the afternoon. The centre offers PADI courses and can arrange accommodation and stay-and-dive package deals. Kit can be rinsed and stored on the boat, unisub.es

0221 Eurotour3 Divers Cabo de PalosSUBACQUEI CABODE PALOS (pictured) charges 45 euros for a dive at Islas Hormigas marine reserve, with packages such as four dives for 158 euros. It does PADI courses, has facilities for rinsing and storing gear, kit-hire and changing rooms with showers. It can arrange accommodation, diverscabodepalos.com

SUBACQUEA CIPREIA a Sesimbra si effettuano due immersioni a 64 euro con noleggio kit a 20 euro, mattina o pomeriggio. Fa corsi SSI e dispone di risciacquo e deposito kit e spogliatoi con docce, www.diveclubcipreia.com

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x