Il nostro tour europeo – Parte 2

Sul relitto del sottomarino M2.
Sul relitto del sottomarino M2.

TUffatore EURO

Per chiunque si fosse perso la prima parte del loro viaggio, i cineasti svedesi LINN VENNBERG e MATTIAS GRANBERG sono partiti per girare l'Europa nel loro camper, immergendosi inizialmente sulla costa occidentale della Svezia. Poi è arrivato il momento di dirigersi a sud-ovest e iniziare ad attraversare i confini

Mattias a Loch Carron.

Adeguarsi alle restrizioni di viaggio dovute al Covid-19

Era giunto il momento di lasciare la Svezia, e il piano era di andare direttamente nel Regno Unito attraverso Germania e Paesi Bassi. Tuttavia, il Covid-19 e le restrizioni che ne derivarono avevano altri piani per noi.

Il blocco stava appena iniziando ad essere revocato nel Regno Unito ed è stata istituita una quarantena di 14 giorni per chiunque entrasse nel paese.

Dato che ci era permesso transitare solo attraverso la Germania, siamo rimasti nei Paesi Bassi e quando i confini con Belgio e Francia si sono aperti abbiamo continuato a scendere in Normandia per immergerci in alcuni dei relitti della Seconda Guerra Mondiale.

Immersioni sui relitti della Seconda Guerra Mondiale in Normandia

Un subacqueo del club subacqueo di Bayeux si è offerto di mostrarci le immersioni nella zona e ci ha portato a immergerci sulla ss Empire Broadsword e Norfolk.

Sfortunatamente, nonostante il caldo, questo non era il periodo migliore dell’anno per le immersioni nella zona e, combinato con le piogge del giorno prima, la visibilità era stata ridotta a circa 1 metro.

Nonostante ciò, abbiamo fatto due belle immersioni su questi relitti storicamente interessanti e possiamo solo immaginare quanto sarebbe stata piacevole l'esperienza con una visibilità decente.

Problemi con Van a Bayeux

Mentre stavamo per lasciare Bayeux il nostro furgone ha iniziato a fare rumori preoccupanti. Il fumo usciva dal motore. Ovviamente doveva essere la giornata più calda del nostro viaggio finora – 30°C.

Per coincidenza, eravamo appena fuori da un laboratorio. Dopo essere stati inviati in altri due posti, ne abbiamo trovato uno che aveva i pezzi di ricambio necessari e siamo riusciti a riparare il veicolo senza giorni di attesa. Questo era il vantaggio di avere un furgone francese in panne in Francia.

Mentre veniva riparato, noi e i due cani ci accampavamo fuori, all'ombra, per il divertimento dei passanti, e un paio d'ore dopo eravamo di nuovo in viaggio.

Immersioni nel Regno Unito: Portland e Chesil Beach

Il 10 luglio la quarantena per le persone che viaggiavano dalla Francia alla Gran Bretagna è stata revocata e abbiamo finalmente potuto attraversare la Manica e dirigerci verso la nostra prima tappa per le immersioni lì: Portland.

Ci siamo immersi da Chesil Beach, quel luogo popolare per le immersioni dalla riva, e anche dal sottomarino M2, che richiedeva un giro in barca.

Esperienza di immersione a Chesil Cove

Chesil Cove è un'immersione facile adatta sia ai principianti che ai subacquei più esperti perché c'è molto da vedere.

Tuttavia può essere difficile entrare in acqua, soprattutto se c'è un grande moto ondoso, perché bisogna superare il pendio di ciottoli che diventa molto ripido quando si entra in acqua. E dopo l'immersione è solo questione di risalire i ciottoli – probabilmente più facile con le bombole singole che con le nostre twin-set.

In teoria cicerelli, aragoste, palombi, granchi, seppie e polipo si possono trovare tutti a Chesil. Abbiamo fatto due immersioni e sfortunatamente non abbiamo visto nulla di tutto ciò, a parte una seppia che si è allontanata nuotando mentre iniziavamo la discesa!

L'impatto del Covid-19 sulla comunità subacquea

L'M2 affondò nella baia di Lyme nel 1932 insieme a tutto l'equipaggio ed è designato come tomba di guerra. Si trova in posizione verticale a 31-35 metri ed è quasi completamente intatto.

Nonostante quello che potrebbe essere il primo pensiero di molti subacquei che immaginano una visita a un sottomarino, c'era molto da vedere sul ponte e oltre ad essere un relitto interessante anche molta vita marina. Grandi gronghi facevano capolino dalle numerose aperture e banchi di pesci nuotavano attorno al relitto.

Immersioni con centri sub e uscendo in barca con altri ospiti è stato il momento in cui abbiamo davvero iniziato a vedere l'impatto che il Covid-19 stava avendo sulla società.

A parte il fatto di dover riorganizzare i nostri programmi di viaggio e indossare mascherine nei supermercati, fino ad allora non ci aveva influenzato più di tanto nella nostra vita quotidiana. Eravamo rimasti in gran parte per conto nostro e accampati in luoghi abbastanza deserti.

Immersioni nel Pembrokeshire, Galles

Ma salutare nuove persone con il gomito e indossare una copertura per il viso mentre si esce verso un sito di immersione non è come si fanno di solito, anche se presto ha iniziato a sembrare normale.

Alcuni posti in cui avremmo voluto immergerci erano stati prenotati al completo da persone i cui viaggi all'estero erano stati cancellati e che si erano invece rivolti a siti nelle acque domestiche.

Non avevamo potuto prenotare in anticipo perché non sapevamo quando sarebbe finita la quarantena.

Quando siamo arrivati ​​nel Regno Unito, i centri immersioni avevano appena iniziato a riaprire e le immersioni a terra erano consentite già da un paio di settimane.

I subacquei che abbiamo incontrato erano tutti molto contenti di essere di nuovo in acqua.

A causa del nostro arrivo in ritardo sapevamo che avremmo dovuto accorciare il nostro soggiorno nel Regno Unito di un paio di settimane, quindi inizialmente abbiamo deciso di saltare il Galles.

Formidabile esercito di granchi a Martin’s Haven in Galles.
Formidabile esercito di granchi a Martin’s Haven in Galles.

Ma dopo aver parlato con un certo numero di subacquei che hanno detto che non dovevamo perderci le immersioni nel Pembrokeshire, siamo riusciti a organizzare un paio di giorni di immersioni dalla riva a Martin's Haven: una decisione di cui sicuramente non ci siamo pentiti.

Questo spot è un'immersione facile per tutti i livelli, anche se può essere un po' più complicato entrarci con la bassa marea se le onde sono grandi.

Una volta in acqua basta seguire il muro e la sua foresta di alghe in alto in entrambe le direzioni attorno alla baia, oppure esplorare il fondo sabbioso al centro.

Durante l'estate le granseole migrano verso la costa dalle acque più profonde per perdere il guscio e accoppiarsi, e Martin's Haven è uno dei siti in cui è possibile osservare questo fenomeno.

Osservare diverse centinaia di granchi marciare sul fondo del mare come un esercito è stato uno spettacolo impressionante. Oltre a questo, durante le nostre immersioni notturne abbiamo visto pesci piatti, spinaroli, aragoste e calamari bobtail.

L'Isola di Coll: squali elefante e delfini

Sulla strada per l'Isola di Coll, una delle nostre destinazioni più emozionanti, abbiamo guidato attraverso lo straordinario scenario del parco nazionale di Snowdonia e lungo la costa occidentale dell'Inghilterra e della Scozia per prendere il traghetto da Oban.

Squalo elefante all'Isola di Coll.
Squalo elefante all'Isola di Coll.

Il giorno successivo abbiamo caricato la nostra attrezzatura per lo snorkeling e la macchina fotografica su una barca e siamo andati in giro per le Ebridi Interne alla ricerca dei giganti filtratori che visitano ogni estate: gli squali elefante.

Il mare era un po' mosso durante l'uscita e, iniziando a sentire un po' di mal di mare, io [Linn] ho deciso di riposarmi un po'.

Dopo un po' mi svegliò un grido: “Laggiù, a pinna!” Avevamo trovato il secondo pesce più grande del mondo.

Li abbiamo osservati per un po' per vedere se erano in movimento o se restavano nei paraggi per nutrirsi, poi abbiamo iniziato a prepararci. Sono state indossate le mute, preparate le fotocamere e a coloro che non avevano mai fatto snorkeling prima è stato detto come farlo e cosa sarebbe successo.

C'è stato anche il tempo per un rapido allenamento di tuffarsi e nuotare.

Una volta che tutti si sono sentiti a proprio agio, ci siamo avvicinati lentamente agli squali elefante per manovrarli nella posizione migliore per saltare senza metterli fretta.

L'attesa era alta. Lo skipper ci ha dato il suo "Via!" e siamo caduti in acqua. Ho alzato lo sguardo per vedere a pinna si mosse verso di noi e si abbassò rapidamente per aspettare.

Un'ombra apparve davanti a noi e un attimo dopo un enorme squalo ci passò accanto lentamente, apparentemente senza prestarci attenzione.

Di nuovo in barca eravamo tutti carichi di adrenalina fin dal buon inizio della giornata, e pronti per un'altra goccia.

Gli squali sono rimasti lì a nutrirsi tutto il giorno e abbiamo trascorso diverse ore così, lasciandoci cadere a guardarli passare con le loro enormi bocche spalancate mentre filtravano l'acqua attraverso le branchie, trattenendo lo zooplancton.

A volte si giravano e ci nuotavano accanto più volte o ci circondavano prima di allontanarsi nuotando. Siamo tornati al porto molto contenti.

Siamo rimasti sull'Isola di Coll per una settimana, abbiamo dedicato un altro giorno agli squali elefante e abbiamo avuto la fortuna di fare molti buoni incontri, almeno all'inizio della giornata.

Dopo un paio d'ore sembrava che si allontanassero e, dopo aver cercato per un po', stavamo per arrenderci quando abbiamo visto un pinna in acque poco profonde vicino a una spiaggia.

Ci siamo avvicinati lentamente, siamo scivolati in acqua e abbiamo aspettato che lo squalo venisse da noi. Qualche istante dopo un'ombra attraversò il fondale di sabbia bianca e passò proprio sotto di me nell'acqua limpida, quasi schiaffeggiandomi con la coda mentre si allontanava.

Con questo raro e bellissimo incontro abbiamo deciso di concludere la giornata e tornare indietro. Lungo la strada abbiamo sentito segnalazioni di delfini nelle vicinanze e dopo esserci diretti in quella direzione ci siamo ritrovati improvvisamente circondati da centinaia di delfini comuni che saltavano e giocavano intorno alla barca. Che modo di concludere due fantastiche giornate al mare!

Immersioni a Lochs Duich e Carron

Un viaggio subacqueo in Scozia non sarebbe completo senza immergersi in alcuni laghi. Volevamo vedere l'Isola di Skye, quindi abbiamo scelto i laghi vicini: Duich e Carron.

A Loch Duich il fondale è prevalentemente fangoso e roccioso e l'obiettivo è prevalentemente macro. Ci siamo immersi in due siti in un paio di giorni e soprattutto le immersioni notturne hanno fornito avvistamenti interessanti.

Abbiamo incontrato bobtail e calamari comuni, una razza thornback, vari granchi, molte aragoste tozze dalle lunghe chele, penne di mare, spinaroli e gallinelle.

In un sito il fondo era ricoperto da migliaia di fragili stelle di diversi colori che strisciavano le une sulle altre, uno spettacolo spettacolare.

Calamaro robusto a Loch Carron.
Calamaro robusto a Loch Carron.

Loch Carron, oltre ad essere un buon posto per trovare interessanti creature marine, offre anche uno splendido scenario. In un sito vicino al castello nel North Strome il muro era coperto dalle dita di un morto, e più vicino alla superficie le alghe erano alte e scorrevano nel ruscello. Abbiamo davvero apprezzato questa bellissima dolce immersione in corrente.

Ancora più interessante, però, è stato quello che abbiamo trovato in fondo. A prima vista non era esilarante, ma osservando più da vicino quello che sembrava essere un tappeto tessuto di rocce e conchiglie potevamo vedere i suoi creatori, le conchiglie di fuoco che facevano capolino da sotto di esso.

Loch Carron contiene la barriera corallina di conchiglie di fiamma più grande conosciuta al mondo, un ambiente importante utilizzato da molte specie diverse per riprodursi. Anche in questo caso la vita notturna era particolarmente divertente, dai calamari bobtail alle bavose di Yarrell.

Esplorando le Highlands e le barriere coralline di Flame Shell a Loch Carron

Ci siamo presi un po' di tempo guidando intorno agli altopiani per ammirare la loro bellezza mentre si avvicinava la fine del tempo a nostra disposizione nel Regno Unito, ma avevamo in programma un'ultima destinazione per le immersioni prima di lasciare il paese.

Foca grigia alle Isole Farne.
Foca grigia alle Isole Farne.

Incontro con le foche grigie alle Isole Farne

Ci siamo diretti alle Isole Farne nella speranza di conoscere i suoi famosi abitanti, le migliaia di foche grigie che vivono sulle sue coste rocciose.

Abbiamo fatto un breve giro in barca verso le isole dal porto di Seahouses e quasi immediatamente abbiamo trovato le foche sdraiate al sole sulle scogliere. Abbiamo trascorso un po' di tempo osservandoli dalla barca.

Ora si trattava solo di trovare un buon posto dove la corrente fosse giusta per immergersi con le foche.

Abbiamo trovato un buon posto e ci siamo tuffati in acqua. Scendemmo lungo la parete ricoperta di alghe e iniziammo a nuotare lungo essa, diretti al canyon che avevamo individuato dalla barca.

Per la seconda immersione abbiamo dovuto trovare un nuovo posto perché la corrente era cambiata. Il sito prescelto aveva anche un canyon, quindi abbiamo deciso di andarci direttamente, e si è rivelata una buona decisione.

Le foche erano altrettanto giocose in questa immersione, e non solo le nostre fini ma anche le telecamere sono state ispezionate con curiosità.

Diversi sigilli si sono avvicinati per rosicchiare i miei flash e persino la protezione attorno alle cupole di entrambe le nostre fotocamere. Ci siamo divertiti così tanto a giocare con loro che l'immersione sembrava finita troppo presto.

Concludere il viaggio e guardare avanti

1220 Eurotour2 Furgone Isola di CollDopo quella conclusione più che soddisfacente di questa tappa del nostro viaggio, non restava altro che andare a Dover per prendere il traghetto per tornare in Francia.

L'idea era di fare altre immersioni sui relitti, speravamo con una visibilità migliore di prima, prima di proseguire verso la nostra prossima destinazione: il Portogallo.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x