Estrarre un passato dimenticato in Cornovaglia

Tunnel che conduce in profondità in una miniera di rame. Riquadri dall'alto: subacqueo che guarda giù da un pozzo ferroviario inclinato allagato; esplorare più in profondità in una miniera.
Tunnel che conduce in profondità in una miniera di rame. Riquadri dall'alto: subacqueo che guarda giù da un pozzo ferroviario inclinato allagato; esplorare più in profondità in una miniera.

MIO SUBACQUEO

Estrarre un passato dimenticato
in Cornovaglia

BEN DUNSTAN si sta ritagliando una nicchia nel West Country, dove lui e il suo team esplorano vecchie miniere – e nel farlo si bagnano molto. Ma devi davvero sapere cosa stai facendo...

Tunnel che conduce in profondità in una miniera di rame. Riquadri dall'alto: subacqueo che guarda giù da un pozzo ferroviario inclinato allagato; esplorare più in profondità in una miniera.

Tunnel che conduce in profondità in una miniera di rame. Inserti dall'alto: Sommozzatore che guarda giù un pozzo ferroviario inclinato allagato; esplorare più in profondità in una miniera.

Scendendo nell'oscurità sottostante, i nostri occhi si adattano lentamente a ciò che ci circonda. Seguiamo la parete rocciosa liscia finché non diventa visibile il cumulo di rocce grossolanamente rotte nel pozzo della miniera.

In alto: uscita dalla piscina di superficie in una miniera allagata. Sopra: il fondo di un pozzo minerario che osserva il funzionamento.
In alto: uscita dalla piscina di superficie in una miniera allagata. Sopra: il fondo di un pozzo minerario che osserva il funzionamento.

Controllo l'ampiezza e la profondità dei miei contenuti prima di prepararmi a impostare le linee guida per esplorare ulteriormente. Riesco a vedere fin dove la mia torcia lo consente con chiarezza cristallina, ma tutto intorno è buio.

La luce fissa e rassicurante sopra la mia spalla destra conferma che il mio amico mi sta ancora seguendo e che per lui va tutto bene.

I vecchi minatori parlano dell'oscurità nelle profondità sotterranee: di come sia nera come si può ottenere quando la luce si spegne, e questo prima ancora di raggiungere l'acqua.

Anche nelle immersioni in acque libere che ho effettuato a 70 o 80 metri c'è sempre stata una piccola quantità di luce ambientale, ma non quaggiù. Le mie due torce frontali illuminano l'area davanti a me, mentre le mie mani si occupano di tracciare le linee per l'esplorazione odierna di una nuova area.

Quelli di noi che vivono in Cornovaglia sono circondati da una costa fantastica, ricca di siti di immersione tra cui molti relitti, ma le immersioni dipendono quasi totalmente dal tempo.

A parte le immersioni, ho sempre avuto un interesse per la storia mineraria locale e per le attività minerarie abbandonate che costellano la campagna della Cornovaglia.

Qui l'attività mineraria esiste fin dalla prima età del bronzo, intorno al 2150 a.C., con la Cornovaglia e il Devon che forniscono la maggior parte dello stagno, del rame e dell'arsenico del Regno Unito fino al XX secolo. Originariamente proveniva da depositi alluvionali nei letti dei torrenti e successivamente venne estratto nel sottosuolo.

Questi lavori variano da piccoli tunnel striscianti, o "accessi", a massicci pozzi verticali a strapiombo di oltre 100 m.

L'accesso a questi comporta la discesa in corda doppia in opere in cui solo una piccola parte dello spazio totale è esplorabile sopra la falda freatica. La maggior parte di questi sono stati ora documentati da gruppi di speleologi.

Molte di queste miniere sono situati su terreni agricoli privati, pertanto è richiesta l'autorizzazione ove richiesto per ottenere l'accesso. Nella maggior parte dei casi, lo sfruttamento minerario avviene su terreni di proprietà comunale o pubblici, dove l’accesso sotterraneo è spesso noto e, se non incoraggiato, almeno tollerato.

Uno dei più grandi cantieri aperti ancora accessibili in una miniera della Cornovaglia sopra la falda freatica.
Uno dei più grandi cantieri aperti ancora accessibili in una miniera della Cornovaglia sopra la falda freatica.

Sono passati più di 10 anni da quando ho fatto per la prima volta un tuffo in una miniera allagata. Dopo aver esplorato a fondo le sezioni asciutte, una discesa fino al fondo ha rivelato una pozza blu di quell'acqua limpida. Più di ogni altra cosa, quel primo tuffo serviva per scoprire quanto era profondo il pozzo.

Avevo deciso che non mi sarei avventurato lontano dalla discesa principale e che avrei portato con me solo un piccolo cilindro singolo.

Sono sceso a più di 20 metri per ritrovarmi in una grande camera sottomarina con più tunnel. Questo mi ha dato la voglia di tornare con una compagnia fidata e attrezzature migliori, in modo da poter andare oltre.

Da allora mi sono allenato come subacqueo commerciale e ho incontrato molte persone con la mia stessa mentalità a cui piace immergersi per divertimento nei fine settimana così come per lavoro.

Nessuno di noi è stato formalmente addestrato come subacqueo speleologo, ma condividevamo qualità simili essenziali per la sopravvivenza: tutti molto a nostro agio in acqua, abituati a immergerci in tutta la gamma di visibilità e calmi sotto pressione, con esperienza in luoghi difficili o ad accesso limitato situazioni.

Abbiamo letto libri sulle immersioni in grotta e abbiamo fatto diversi viaggi nella miniera di silice di Dinas nel Galles del Sud con i gemelli come preparazione. Lì abbiamo rispolverato le nostre esercitazioni di posa e di emergenza e ci siamo sentiti pronti a vedere cos'altro c'era nelle miniere della Cornovaglia.

Apparso su DIVER maggio 2020

Nei mesi più stabili dell'anno avevo iniziato a dedicarmi seriamente alle immersioni sui relitti. Ma ogni inverno, una volta rimessata la barca, ci ritrovavamo trascinati nelle profondità del sottosuolo, alla ricerca di miniere e giacimenti inesplorati. Queste incursioni spesso finivano con noi che fissavamo una pozza di acqua limpida con caratteristiche appena visibili sotto, che ci attiravano.

Nelle caverne allagate o nelle miniere non c'è corrente di cui preoccuparsi, il tempo è raramente un problema problema e la maggior parte delle località offre un'eccellente visibilità.

Un vecchio carro da miniera, ancora sulle rotaie così com'era.
Un vecchio carro da miniera, ancora sulle rotaie così com'era.

Questo tipo di immersione non deve essere presa alla leggera – o fatta per capriccio semplicemente quando è troppo agitato per immergersi in mare. Una volta che un subacqueo ha lasciato il pozzo di accesso principale, in caso di emergenza non può semplicemente risalire a nuoto e potrebbe dover percorrere una distanza considerevole in orizzontale per raggiungere un punto di uscita.

Altri problemi includono acqua molto buia e fredda, accumuli di limo e luoghi isolati.

Per questo motivo trasportiamo sempre più luci, pianifichiamo le nostre riserve di aria e gas utilizzando la regola dei terzi e, ove possibile, utilizziamo twin-set.

Contrassegniamo bene i punti di uscita, utilizzando un colpo nel pozzo di accesso principale con flash, e utilizziamo linee e indicatori anche in buona visibilità, per garantire che possiamo sempre trovare la via d'uscita.

La maggior parte delle miniere sono quelle in cui abbiamo già esplorato il funzionamento della parte superiore e possiamo essere sicuri di avere un accesso ragionevole e acqua limpida.

Portiamo con noi diversi membri del team per aiutare con il kit e per essere a disposizione in caso di emergenza. A queste profondità sotterranee, non mi immergerei con nessuno che non conosco bene o con cui non mi sono immerso molto. È tutta una questione di lavoro di squadra e fiducia.

Abbiamo scoperto alcuni manufatti e luoghi davvero sorprendenti. Molte miniere erano state chiuse all’improvviso e, una volta fermate le pompe, l’innalzamento dell’acqua non impiegava molto tempo a raggiungere il livello naturale.

Molti strumenti e oggetti personali furono lasciati sul posto e vi sono tuttora. Di solito siamo noi le prime persone a rivederli.

I rivestimenti degli alberi in legno, le scale, le scatole di legno, i carri da miniera e i piccoli attrezzi si trovano ancora dove furono lasciati cadere circa 200 anni fa, senza l'azione delle maree o delle tempeste a spostarli.

Protuberanze tipo “rustico” sui pioli di una scala sommersa a 25 metri di profondità alla base di un pozzo allagato.
Protuberanze tipo “rustico” sui pioli di una scala sommersa a 25 metri di profondità alla base di un pozzo allagato.

Recentemente ci siamo imbattuti in un pozzo allagato che aveva ancora le scale di accesso al loro posto. I lati di legno erano in perfetto ordine e sui pioli di metallo erano spuntate lunghe sporgenze tipo rustico, che mi ricordavano le immagini del ROV che avevo visto scattate a miglia di profondità sotto l'Atlantico sul Titanic.

I progetti futuri includono altre miniere con storia locale che non sono mai state immerse. Abbiamo visitato molti dei siti di facile accesso, ma alcuni di quelli più vecchi richiederanno molto sforzo per raggiungere le sezioni allagate. Questi potrebbero contenere le scoperte sottomarine più interessanti finora.

Resta aggiornato sulle avventure subacquee di Ben e del suo team sul suo canale: youtube.com/c/BenoCam

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x