CUORE del REGNO degli dei-squalo

Perché i Fijiani non hanno paura degli squali? Tutto si riduce a un polipo god, say PETER DE MAAGT and THERESA GUISE – and the fact that the evidence from one of the world’s great shark-dive site underlines that fear is not the appropriate emotion

SPERO CHE LO STAI looking forward to meeting some of my girls. Don’t let their size impress you, because my girls have a healthy appetite. The way to a woman’s heart is through her stomach,” jokes Brandon Paige, the owner of Aqua-Trek.

Si riferisce agli squali che frequentano la laguna di Beqa e con i quali ha acquisito molta familiarità nel corso degli anni.

The musicians performing traditional Fijian music as you arrive at Nadi International Airport help to lift the travel-grogginess so that you can endure another two-hour trip to Pacific Harbor. The landscape on the way is beautiful, and the southern coast of Viti Levu, Fiji’s largest island, is exceptionally green, covered with dense, lush rainforest.

Aqua Trek Beqa is a PADI dive-centre set in the grounds of the Club Oceanus Resort, and only a quarter of a mile from Beqa Lagoon, where shark-diving is offered on Saturdays, Mondays, Wednesdays and Thursdays to prevent overfeeding. Sharks must be pretty religious animals, because on Sundays none of the operators offer shark-diving, and allow them their day of rest.

C'è un legame speciale tra i Fijiani e gli squali. Le Fiji sono la patria di Dakuwaqa, l'antico dio-squalo, protettore delle barriere coralline delle Fiji. Anche se sembrano esserci versioni leggermente diverse della leggenda, sembrano tutte storie che potrebbero accadere oggi.

It boils down to the fact that Dakuwaqa wanted to take full control of all the reefs of Fiji. His first step towards reef-domination was to challenge a god who guarded reefs around the island of Suva.

Lo scontro che ne seguì fu così brutale da creare onde altissime che si abbatterono sulla costa, provocando inondazioni e perdite di vite umane tra la popolazione locale.

Dakuwaqa si vantò dei suoi successi con un vecchio amico chiamato Masilaca, che decise di dargli una lezione.

Masilaca parlò di un potente dio a guardia dell'isola di Kaduva che probabilmente sarebbe stato troppo da gestire per Dakuwaqa. Accecato dall'arroganza, Dakuwaqa si precipitò verso l'isola per dimostrare il suo dominio, solo per scoprire che il dio era un polipo.

Quando Dakuwaqa lo attaccò, scoprì presto di aver incontrato il suo rivale. IL polipo avvolse i suoi tentacoli attorno a lui e quasi lo soffocò a morte.

Dakuwaqa begged for mercy and promised the octopus that if his life was spared he would never harm anybody from Fiji.

Dakuwaqa ha mantenuto la sua promessa e i Fiji non hanno paura degli squali quando nuotano o pescano.
Le immersioni con gli squali a Beqa sono un vero affare: niente gabbie, giubbotti antiproiettile o tute di cotta di maglia, e con in mente la leggenda di Dakuwaqa, è bello sapere che quasi tutte le nostre guide provengono dalle Fiji. Decidiamo di stargli vicino.

"Ti dispiacerebbe prestare attenzione?" Sono le 8 di mattina e abbiamo appena compilato i soliti moduli. Segue il briefing standard sulla sicurezza, eppure c'è qualcosa di diverso. Ci vuole un po' prima che io possa capirlo.
L'odore penetrante dell'esca proveniente dai contenitori per il mangime si diffonde per tutta la barca, rendendo questa immersione che coinvolge pienamente tutti i sensi: è un'esperienza davvero quadridimensionale.

BRANDON PAIGE, che ha avuto l'idea di utilizzare gli scarti di pesce provenienti dalle fabbriche locali per attirare gli squali nella laguna, si unisce a noi. Ha creato una delle maggiori attrazioni turistiche delle Fiji, che permette a chiunque di avvicinarsi a questi animali magici.

Questa stretta interazione può anche consentire agli scienziati di studiare le numerose specie diverse di squali incontrate in modi prima non possibili.

Il piano di immersione è semplice. Le barche sono ormeggiate a diverse boe collegate tra loro da un labirinto di altre linee sott'acqua. La discesa è facile: seguiamo la guida subacquea aggrappandoci alle cime.
La corrente "leggera" prevista non è affatto così leggera e, tenendo la fotocamera in una mano, ci spostiamo in avanti e scendiamo fino a circa 20 metri. Siamo arrivati ​​al Bistrot!

Veniamo attentamente indirizzati a formare un semicerchio dietro un muretto costruito con macerie di roccia. Questo muretto ci separa da un bidone della spazzatura, proprio come quello che hai a casa, sospeso a mezz’acqua.

Enormi sugarelli e carangidi nuotano in giro, ma per i primi cinque minuti succede poco.

Il fondo è brullo, privo di corallo. Si potrebbe anche definire noioso lo scenario. È qui che dovrebbe svolgersi tutta l'azione?

POI SQUALI TORO, lungo circa 3 m, iniziano a nuotare intorno a noi. La loro corporatura tozza è impressionante, le loro caratteristiche teste massicce e robuste irradiano forza e occhi neri sproporzionatamente piccoli e senz'anima si aggiungono al loro carattere. Non c'è niente di delicato o raffinato negli squali toro, e le "ragazze" qui non soffrono mai la fame, come dimostrano i loro contorni paffuti.

Tawny nurse sharks roam around the bottom like puppies as they try to sneak in for a snack. In the background we see silvertips and grey reef sharks. A single sicklefin lemon shark jostles other sharks to get a good position. They all seem to know what’s about to happen.

L'alimentatore ci dà un segnale OK e inizia a scuotere il contenitore. Questo sembra trasformare il ricettacolo in un aspirapolvere, perché tutti i pesci vengono risucchiati verso di esso.

In un attimo la serenità si è trasformata in caos. Un tornado di pesci volteggia intorno al contenitore. Non riusciamo nemmeno più a vedere l’alimentatore; è semplicemente circondato da una massa rumorosa di dentici, dentici bohar, carangidi giganti e tutti i tipi di pesciolini.

La scena è ricca di azione e ogni paura iniziale è stata sostituita dall'adrenalina. È difficile ritrarre la quantità di azione che l'alimentazione ha innescato, e ottenere una fotografia pulita in questo ambiente si rivela più una sfida di quanto lo fosse solo pochi istanti prima.

Although the sharks are all around, they’re mainly surrounded by huge schools of sergeant-majors and other reef fish. Sometimes it’s even difficult to see the sharks. They come in close, but they’re always surrounded by small fish hoping to pick up scraps of food.

Gli squali toro sono organizzati e vanno dritti al punto, ma gli squali fulvi sembrano arrivare da tutte le direzioni possibili, cercando di risucchiare la preda con le loro piccole bocche.

I pinna argentata restano in disparte, aspettando l'occasione per balzare, ma quando decidono di nutrirsi hanno un ritmo estremamente veloce. Entra, prendi il cibo ed esci. Anche una grossa murena riesce a prendersi la sua fetta di torta.

LE NOSTRE GUIDE IMMERSIONI permetterci di avvicinarci il più possibile alla mangiatoia per squali, proteggendoci con un palo, teso verso lo squalo se si avvicina troppo. Tuttavia, ci sono molte opportunità per ottenere scatti grandangolari a fuoco ravvicinato che rivelano il bellissimo colore e la consistenza della pelle degli squali.

Time flies, and all too soon we have to leave the Bistro and return to the “kids’ playground”. Here, blacktip, whitetip and grey reef sharks wait for any leftovers that float their way.

La corrente è aumentata ancora di più e durante la nostra sosta di sicurezza sentiamo i nostri corpi spostarsi in posizione orizzontale, proprio come una bandiera sotto un forte vento. Fotocamera in una mano mentre si tiene saldamente la corda con l'altra, non è una sosta di sicurezza rilassata da manuale.

At the surface we confirm the head-count: seven shark species were noted. Grey reef, whitetip, blacktip, silvertip, lemon, bull and nurse all present on a single dive – can you believe it?

L'intervallo di superficie viene trascorso ascoltando le storie dei veterani di Beqa Lagoon di Brandon. È stato il pioniere delle immersioni con gli squali negli anni '1980 e, pur riconoscendo fin dall'inizio il gran numero di squali nella zona, ha impiegato diversi anni per sviluppare un modo sicuro per presentarli ai subacquei in visita.

Since 1999 Aqua-Trek has worked closely with the Fijian Government and the traditional owners of the reefs to protect the sharks, by having the reefs and the waters around them declared Marine Protected Areas.

In cambio, una tariffa di 20 dollari fijiani per subacqueo va direttamente agli abitanti dei villaggi locali, dando loro un interesse acquisito nel mantenere sana la popolazione degli squali e proteggere le barriere coralline.

Brandon spiega che non sono solo le persone a trarre vantaggio da questo accordo. I biologi sono giunti alla conclusione che le femmine di squalo nelle acque delle Fiji sono meno inclini a mangiare la loro prole a causa della loro sana scorta di cibo. Inoltre, producono più cuccioli per figliata.

Inoltre, è stato dimostrato che gli squali non trascorrono la vita nello stesso posto, ma migrano. Brandon spera sempre di invertire l'effetto “Jaws” e di contribuire a creare un'immagine positiva degli squali.

JONA, UNO DEGLI SQUALI ALIMENTATORI, indossa la sua cotta di maglia mentre gli ricordiamo gentilmente il patto che gli squali hanno stretto con i Fijiani. Jona ribatte che il patto è solo con gli squali e che gli altri pesci non fanno parte dell'accordo. Rivela numerose piccole ferite da morso di jack e carangidi giganti.

Jona spiega che l'alimentazione avviene in due fasi. Un bidone con ruote sospeso a 8 metri è il luogo di alimentazione a mezz'acqua, e il suo ruolo è quello di avviare i pesci più piccoli in una frenesia alimentare, che segnala l'ora di cena per gli squali.

Hanno provato a farlo senza, sperando che il rumore del motore della barca fosse sufficiente, ma solo pochi squali sono venuti a controllare. Ciò dimostra che il normale istinto degli squali, innescato dal suono della frenesia di alimentazione dei pesci, è ancora il modo migliore per attirarli.

Once on site, the sharks head down to the bottom feeding site. “It’s lonely on the top,” says Jona with a big smile. He will be in the middle of a cloud of fish, a tiger shark above and several bull sharks beside him and below: “The ultimate way to teach you humility.”

La seconda immersione inizia in modo molto simile alla prima, ma c'è un cambiamento drammatico con l'arrivo dei silvertip. Tra gli squali più belli di tutti, questi ragazzi sono mangiatori veloci e determinati.

Dobbiamo tenerli sempre d'occhio, mentre sfrecciano sopra e intorno a noi, mostrando la loro pelle argentata, scintillante e iridescente.

Mentre guardiamo lo spettacolo silvertip, gli squali leuca approfittano dell'occasione per avvicinarsi. Si stanno avvicinando molto, molto vicino, con sufficiente sicurezza da urtare le porte della nostra telecamera. In un momento simile, apprezzi davvero le loro dimensioni.

If that isn’t enough excitement, we now hear our dive-guides frantically tapping their tanks and pointing towards the blue. A massive 4m tiger shark moves in to steal the show.

LA GRANDE FEMMINA, un personaggio abituale conosciuto affettuosamente come Survivor, fa diversi passaggi. Apparentemente onora i subacquei con la sua presenza solo ogni due settimane.

Durante il nostro briefing sull'immersione, avevamo sentito che era stata in giro solo pochi giorni prima, quindi le nostre speranze non erano grandi. La fortuna ci sorride.

Il dominio di Survivor è chiaro e anche gli squali toro passano in secondo piano. Nessuna sorpresa, considerando le sue dimensioni: questa donna ha il grado superlativo di enorme, le dimensioni di un mini-sottomarino.

Ed è di umore giocoso, sfila davanti alle nostre telecamere e occasionalmente si diverte a usare i tuffatori come birilli da bowling.

Alcuni dei suoi passaggi sono a pochi centimetri sopra le nostre teste, mostrandoci chiaramente il suo impressionante fianco striato. Nuoterà lentamente verso la mangiatoia e aprirà la sua bocca colossale, permettendogli di far cadere il cibo, proprio come un hamburger da McDonald's!

Ad un certo punto Survivor decide che è ora di giocare un po' con i paparazzi e le loro telecamere fiammeggianti, e inchioda affettuosamente Theresa sul fondo del mare. Che modo di concludere un'immersione!

The subject of shark-feeding is controversial, and a topic of heated debate. Our experience in Fiji convinced us that it can be a great tool in shark-conservation when carried out responsibly. We witnessed at first-hand the positive impact the shark-diving industry has on the local economy, people and marine system. After all, it was the Beqa shark encounter that helped to establish Fiji’s Shark Reef Marine Reserve.

Da un punto di vista più personale, queste immersioni ci hanno impressionato oltre ogni aspettativa. Erano l'ultima fantasia di un subacqueo di squali. Gli squali spesso evocano la paura, ma immersioni come questa dimostrano che questa paura è ingiustificata.

Lungi dall'essere macchine per uccidere, hanno personalità distinte, come dimostrano le loro interazioni deliberate e curiose con i subacquei. Questo è uno spettacolo da non perdere!

FATTO

ARRIVARCI: Diverse opzioni da Heathrow a Nadi (Fiji), ad esempio con Air Nuova Zelanda via Los Angeles e Auckland. Pacific Harbour è a due ore di macchina da Nadi; il trasferimento da lì a Beqa dura 45 minuti.

IMMERSIONE: Aqua Trek has run shark dives at Beqa since 1987, aquatrek.com

ALLOGGIO: Guests stay either in Pacific Harbor on mainland Viti Levu or on Beqa Island. Aqua Trek is based at Club Oceanus, but Peter stayed at the nearby 4* Pearl South Pacific Resort, thepearlsouthpacific.com

QUANDO ANDIAMO: La bassa stagione (gennaio-marzo) è nel mezzo della stagione dei cicloni: molto calda e umida con piogge tropicali regolari. L'inverno (aprile-settembre) vede il maggior numero di visitatori, ma la visibilità tende a raggiungere il picco da luglio a dicembre quando l'acqua è più fresca. I resort offrono prezzi più bassi da febbraio ad aprile poiché la maggior parte è libera. La temperatura dell'acqua è solitamente di circa 29°C ma può essere leggermente inferiore a settembre/ottobre.

MONETA: Dollari delle Fiji (FJD).

PREZZI: Return flights from London to Nadi from £820. Garden twin room at the Pearl from Fiji $400 a night (about £150, but offers are available). Aqua-Trek’s Ultimate Shark Encounter two-carro armato l'immersione costa US $ 160.

INFORMAZIONI SUI VISITATORI: fiji.travel

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x