La barriera corallina più sana del mondo?

archive – Far EastHealthiest reef in the world?

Tubbataha si è fatta un nome come destinazione subacquea selvaggia, colorata e ricca di creature, un ottimo esempio di protezione marina in azione - ma non è sempre stato così, afferma HENLEY SPIERS

UN ANNO DOPO e ora fidanzati, Jade e io siamo tornati nelle Filippine. I suoceri hanno un'immagine stereotipicamente scoraggiante, ma fortunatamente il mio è ossessionato dalle immersioni.
Luckier still, he has resolved to take us on a family outing to Tubbataha reef, renowned as the greatest underwater treasure in the Philippines. We will be travelling aboard the Solitude 1, a new liveaboard in the region that has operated mostly in Palau until now.
To get there we take a quick flight from Cebu to Puerto Princesa, capital city of Palawan. Palawan is the most isolated of the Philippines’ major islands. Besides being the access point for Tubbataha reef, it is famous for the up-and-coming beach community of El Nido, and a wondrous underground river system.
Arriviamo una notte prima e facciamo il check-in all'Hibiscus Garden Inn, dove il proprietario Thierry è stato consacrato “il Robinson Crusoe francese”. Come un avventuroso ventenne, Thierry acquistò una remota isola nelle Filippine e trascorse i successivi 20 anni vivendo lì in beato isolamento.
Ci racconta la storia della sua vita davanti al pastis e ci invita ad unirci a lui per un banchetto di carne nel vicino ristorante Captain Ribs.
Ascoltandolo, mi viene in mente la frase di Jack Kerouac: "Le uniche persone per me sono i pazzi, quelli che sono pazzi per vivere, pazzi per parlare..."

IL GIORNO SUCCESSIVO prepariamo i postumi della sbornia e veniamo trasferiti sulla barca. Bo Mancao, un carismatico cebuano, è il nostro ospite e guida subacquea per la settimana ed è sempre disponibile.
La stagione delle immersioni a Tubbataha dura solo tre mesi, da marzo a giugno, e siamo in uno degli ultimi charter dell'anno.
Io e Jade ci annidiamo nell'eccellente sala fotografica e guardiamo con ammirazione l'acclamato fotografo William Tan che prepara meticolosamente la sua attrezzatura accanto a noi.
Solitude 1 è una nave mercantile ricostruita di 52 metri con scafo in acciaio e una delle opzioni di crociere subacquee più esclusive della regione. Le strutture sono impressionanti e c'è un membro del personale per ospite.
Spanish cruise directors Alfonso and Diego bring a wealth of experience and a subtle sense of humour to the experience. Announcements for meals and dive-briefings are made over the intercom with an accompanying soundtrack. I’m still getting used to not waking up to the Gladiator theme every day!
Navighiamo durante la notte per raggiungere le barriere coralline lontane e al risveglio troviamo mari piatti e turchesi e un sole splendido. Siamo il primo gruppo di subacquei e saliamo a bordo dello skiff per un giro veloce fino al sito di immersione, dove Bo si tuffa per un controllo della corrente. Speriamo nelle correnti veloci e nei termoclini che portino pesci pelagici.
As I drop beneath the surface I’m giddy with excitement. It feels as if we have so much time and exploration ahead of us.
Con la marea che scorre, scendiamo rapidamente a 10 metri e incontriamo un banco di jack che nuotano controcorrente. La scuola resta serrata e mille occhi ci seguono mentre ci avviciniamo per le foto.
In pochi secondi sono passati e inseguirli nella corrente è inutile. Scendiamo dalla sporgenza ed entriamo in un nuovo paesaggio lungo la parete.
We halt our descent at 30m. Here, man-sized seafans sprout from the dark rock and we can see whitetip reef sharks resting on the sand far below. The visibility is spectacular.
Our attention is now split between the action on the wall and the infinite blue to the other side. For now, my camera and I are gawking at the corals, seafans and sponges. Each click of the shutter increases my sense of wonder as the strobes momentarily bring to light the beautiful natural colours of this reef.
La roccia è costellata di caverne e strapiombi dove, con curiosità infantile, scopriamo un pesce palla cartografico paffuto e gravido.
Nel frattempo, la guida subacquea ha gli occhi puntati sul blu e le nostre orecchie sono pronte al caratteristico suono metallico.
Sentiamo un clangore e il gruppo si precipita in mare aperto. Lì distinguiamo la sagoma di un barracuda in branco.
Like cattle-ranchers, we make a broad loop around and try to force them back towards the wall. I can hear exciting grunting into regulators as I frame the foto and hold down the shutter.
We head back into the reef before the current takes us out too far. An elegant grey reef shark is there to greet us momentarily while performing its daily rounds. Not wanting to leave this underwater paradise, we extend the dive by heading to the reef-top, where rays of sunlight penetrate the shallow waters and showcase a reef so healthy that David Attenborough should be narrating it.
There are mountains of staghorn and table corals with no signs of the bleaching that has blighted other areas in the Asia-Pacific region.
Una coppia di tartarughe verdi si sdraiano pigramente sul duro corallo e ci permettono di avvicinarci senza muoverci. Purtroppo il nostro tempo è scaduto e usciamo a malincuore dall'acqua.

TUBBATAHA SI TROVA in open ocean and comprises two large atolls and the smaller Jessie Beazley reef (named after a captain who crashed into it). It offers 97,000 hectares of marine park – that’s almost 10 times the size of Paris. The only glimpses of land you’ll see all week are a few sandbars, a lighthouse and the ranger station.
Tubbataha è posizionata erroneamente sulla maggior parte delle mappe nautiche, quindi molte navi si sono arenate lì. I resti sporgono occasionalmente dalla superficie.
Over the week, we dive most of the 17 official sites. Each follows a very similar profile of shallow reef-top lined by steep walls that fall off quickly into the abyss.
A causa delle barriere coralline costantemente abbondanti e sane, nessun sito si distingue. Si tratta di tentare la fortuna e seguire il percorso degli incontri con la vita marina.
I believe Tubbataha may be the healthiest reef in the world right now. Komodo and Raja Ampat share similarly healthy corals, but Tubbataha has an edge when you consider the healthy reef-shark population. On every dive we see sharks, a massive endorsement for the protection afforded within the marine park.
C'è anche la possibilità di vedere squali martello, squali volpe, squali tigre e balena, ma temo che questo sia un gioco a bassa percentuale che spesso finisce con la frustrazione. Tubbataha è un luogo selvaggio e naturale che non offre garanzie in termini di incontri marini.
Se dovessi tornare, lo farei all'inizio della stagione, quando l'acqua è più fresca e leggermente più attraente per i pelagici di grossa taglia.
Even so, on each dive we were treated to sightings of sought-after species such as reef sharks, schooling barracuda and jack, giant trevally, tuna, bumphead parrotfish, Napoleon wrasse, turtles and manta rays, so I can’t complain!
Gli abitanti marini di Tubbataha vedono pochi subacquei e sono naturalmente cauti. È difficile avvicinarsi e la strategia migliore è prendere corrente dalla loro traiettoria e poi scivolare su di loro. Un approccio sprint da dietro porterà a un flusso costante di foto di pesciolini.
I recommend that photographers bring more than just a fish-eye lens.
A rectilinear wide-angle or mid-range lens would be a good idea for getting you closer to the shyer pelagic species.
I also wished I had brought my macro lens, as there are plentiful opportunities for fish portraits and behaviour shots.
La salute di Tubbataha non si misura solo dai coralli e dagli squali, ma dall'abbondanza e dalla diversità dei pesci. Dalle damigelle territoriali ai pappagalli sgranocchianti, un tornado circonda ogni immersione.

PRENDERE IL TEMPO per navigare nelle acque meno profonde in questa fiorente comunità ittica. Rallenta e potrai dare uno sguardo al comportamento sociale quotidiano della vita dei pesci: combattere, flirtare, nutrirsi e accoppiarsi.
Infatti, durante una delle nostre ultime immersioni, assistiamo al raro spettacolo dell'accoppiamento dei pesci napoleone nelle acque poco profonde. Consumati dagli istinti primordiali, ci permettono di avvicinarci molto più del solito e osserviamo con meraviglia il loro turbolento corteggiamento che termina con la procreazione.
All this pleasurable activity must be seen in the context of Tubbataha’s history. Awareness of the abundant reefs became widespread in the 1980s and, as the decade progressed with depleting coastal fish-stocks, so Tubbataha’s appeal to fishermen grew. Commercial fishing quickly made damaging inroads on the reef, bringing with it destructive practices such as dynamite- and cyanide-fishing.
È stata avviata una campagna guidata da subacquei e ambientalisti per proteggere questa meraviglia del mondo. È stato dichiarato parco marino nazionale nel 1988 e patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1993.
Ottimo sulla carta, ma la responsabilità di proteggere Tubbataha è passata a una serie di team di gestione inefficaci dopo la sua dichiarazione come parco marino, e le pratiche distruttive sono continuate.
I ranger marini apparvero per la prima volta a metà degli anni '90, ma questi soldati che vivevano sotto copertura in un territorio isolato erano scarsamente addestrati, equipaggiati e motivati. Erano inefficaci e vulnerabili alla corruzione.
Dal 2001, quando la gestione del parco è passata al Tubbataha Marine Office, sono stati compiuti notevoli progressi. I ranger marini di oggi sono sia guardie di sicurezza che ambientalisti marini. Da dieci a dodici sono sempre sul posto e la loro base è ora una struttura in cemento dotata di elettricità e radar.
L’ottanta per cento dei finanziamenti dei parchi marini è destinato alle attività di polizia, ed è grazie a una task force permanente di ranger ben addestrati che Tubbataha è stata in grado di rigenerarsi come una vera area marina protetta. Alla fine del nostro viaggio visitiamo la stazione e incontriamo i ranger, che sono accoglienti e, ovviamente, molto bravi a beach volley!
Vedo Tubbataha come uno degli ultimi avamposti dell'oceano come dovrebbe essere e una destinazione essenziale per gli amanti dell'oceano.
Potremmo, come hanno detto Leonardo Di Caprio e molti altri, trovarci a un punto di svolta per il benessere degli oceani, ma spero che Tubbataha non sia una reliquia del passato ma un modello per il futuro.
Dimostra che con il sostegno del governo e una sorveglianza costante e ben organizzata, le aree marine protette possono funzionare. Immergiti e guarda tu stesso!

FATTO
COME ARRIVARE: Henley Spiers ha volato a Cebu via Dubai con Emirates, che offre una franchigia bagaglio di 30 kg, e poi a Puerto Princesa con Cebu Pacific (paga anticipatamente la stessa franchigia per circa £ 10).
IMMERSIONI E ALLOGGIO: Solitude Liveaboards offre un itinerario di sei notti da Puerto Princesa a Tubbataha, www.solitude-one.com. Hibiscus Garden Inn è un'utile tappa a Puerto Princesa, www.puertoprincesahotel.com.
QUANDO ANDIAMO: La stagione delle immersioni di Tubbataha va da metà marzo a metà giugno. L'acqua tende ad essere più fresca all'inizio della stagione (intorno ai 27°C).
MONETE: Peso filippino.
PREZZI: Six nights on Solitude One starts from £2695pp including flights (UK to Puerto Princesa via Manila) through Dive Safari Asia, www.divesafariasia.com
INFORMAZIONI PER I VISITATORI: itsmorefuninthephilippines.com, www.tubbatahareef.org

È apparso in DIVER novembre 2016

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x