Felice compromesso

archivio – CaribbeanHappy Compromise

Keeping everybody happy doesn’t have to mean settling for second-best, says HENLEY SPIERS

IL COMPROMESSO PUÒ SEMBRARE una brutta parola, che implica la necessità di accontentarsi di qualcosa di meno del meglio. Eppure mi rendo sempre più conto che il compromesso è sia necessario che un segno positivo che si sta diventando una vera età adulta – per quanto scoraggiante possa essere!
If vacanza plans were left up to me, I would be off on a liveaboard to a remote location with spectacular marine life that I could visit as much as my dive-computer consente. PNG, eccomi!
Immagino che la maggior parte dei lettori di DIVER sarebbe d'accordo con questo sentimento e spero che tutti noi potremo fare almeno un viaggio dedicato alle immersioni all'anno.
D'altra parte, sono sicuro che tutti facciamo viaggi in cui gli obiettivi sono un po' più ampi rispetto al semplice nutrimento dell'ossessione di un tossicodipendente. In questo caso eravamo un gruppo di otto persone, con tre subacquei e gli altri interessati a un mix di snorkeling e attività in superficie. Avevamo poco più di una settimana per sfuggire alla tristezza invernale, quindi con questo in mente, un posto che potessimo raggiungere con un volo diretto era l'ideale.
The experience level among the scuba-junkies was also mixed, with Charlotte and Al wanting to take their Acqua aperta avanzata course alongside yours truly, a dive pro with a camera fetish.
Ci siamo stabiliti a St Lucia, un'isola che, vista dal mare, è tra le più spettacolari della catena dei Caraibi. Nato da eruzioni vulcaniche, si erge ripidamente dal fondale marino, con cime frastagliate, verdeggiante foresta pluviale e numerose insenature sulla spiaggia.
I proprietari terrieri si sono goduti la vista, Charlotte e Al hanno studiato i manuali del corso e io ho esaminato fanaticamente gli O-ring della fotocamera per cercare polvere. Avevamo affittato un paio di ville a Marigot Bay, un posto incantevole a circa metà della costa occidentale, ed era la base perfetta da cui esplorare il resto dell'isola.
Andando fuori di testa, direi che Marigot è uno dei tre principali punti panoramici di St Lucia. È anche il luogo in cui i passeggeri delle navi da crociera pieni di rum vengono accompagnati in tour in barca e raccontano storie fantastiche su tutte le case di proprietà delle celebrità sulla scogliera.
Mentre mi rilassavo, mi divertivo salutando dal balcone e fingendo di essere Mick Jagger.
La prima mattina siamo saliti a bordo della comoda barca di Dive St Lucia e abbiamo fatto un veloce tragitto verso sud per un paio di immersioni ai piedi dei Pitons. Il Gros e il Petit Piton, due maestose guglie vulcaniche, sono il punto di riferimento più famoso di St Lucia. Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, anche la birra locale prende il nome da queste vette e hanno fatto da sfondo molto bello all'inizio e alla fine delle nostre immersioni.
Ciò che veramente mi interessava, però, era il paesaggio marino. Tra le delizie delle immersioni Luciane ci sono le spugne marine. Non sto scherzando, l’isola vanta delle spugne fantastiche!
Verrai catturato dalle gigantesche spugne a botte, alcune abbastanza grandi da contenere un sub completamente attrezzato (non che ci abbiamo provato).
Questi semplici dinosauri della barriera corallina possono vivere più di mille anni e nutrirsi filtrando migliaia di litri d'acqua al giorno. Guarda dentro e potresti trovare il minaccioso carapace di un granchio peloso.
La spugna di cedro è un tripudio di arancione, e per quanto potessi vedere la barriera corallina in pendenza era stata tangata da queste bellezze spugnose.
Superando tutte, la spugna da vaso azzurra vince il mio premio come migliore spugna del mondo. Queste torri fluorescenti dalla struttura intricata brillano di rosa e viola e non possono non catturare l'attenzione di un sub.
Osserva più da vicino e potresti trovare un granchio freccia dalla linea gialla che sgranocchia la spugna con i suoi curati artigli blu. I granchi freccia hanno un corpo a forma di Torre Eiffel e zampe lunghe simili a ragni. Sono indifferenti ai subacquei e ti tengono lontano con un arto teso solo se ti avvicini un po' troppo per comodità.
Un'altra scoperta divertente è stata una bavosa spinosa che occupa uno dei pori della spugna del vaso azzurro. Queste bavose che vivono in tubi lunghi un pollice in genere fanno la loro casa nei coralli duri, negli spazi lasciati liberi dai vermi. A volte, tuttavia, migrano verso alloggi più eleganti nelle torri di spugna viola.
Da lì sporgono la testa e raccolgono il cibo dalla colonna d'acqua che passa davanti alla loro porta.
Queste caratteristiche bavose sono favolosamente abbondanti a St Lucia. Una volta che ci hanno messo gli occhi, Charlotte e Al hanno accettato la sfida di trovare questi minuscoli pesci ad ogni immersione!

LO TEMO, COME SUBACQUEO, ci concentriamo troppo sulla ricerca delle creature più sfuggenti in una determinata destinazione e ciò che è raro in un luogo potrebbe essere comune in quello successivo. Ho anche notato variazioni significative da un'isola all'altra nei Caraibi.
St Lucia è un paradiso sottomarino per le anguille. Niente è garantito quando si tratta di fauna selvatica, ma scommetterei la mia amata macchina fotografica subacquea su di te trovandone almeno una ad ogni immersione lì.
La più frequente è la murena maculata. Punteggiati di marrone scuro e bianco, questi individui sfuggenti sembravano regnare supremi nel nostro prossimo sito. Keyhole Pinnacles è un'immersione imperdibile di Lucian, resa famosa dai monti sottomarini che sembrano rispecchiare i Pitons.
Mentre giravamo intorno alla base dei pinnacoli, gli avvistamenti di murene maculate diventavano così frequenti da essere (quasi) noiosi. Le anguille sembravano dotate di potere, vagavano in pieno giorno in cerca di prede e ruggivano ai subacquei di passaggio.
Siamo riemersi su un'ondata naturale e abbiamo divorato il pranzo durante il breve giro in barca verso Turtle Reef. Purtroppo il nome fuorviante, perché non siamo riusciti a trovare alcun verde o hawksbill residente. Ciò è diventato più facile da capire quando abbiamo appreso che la stagione annuale di caccia alle tartarughe, che dura tre mesi, era appena terminata.
La caccia alle tartarughe ha una lunga storia a St Lucia e, sebbene faccia parte del suo patrimonio culturale, è difficile da digerire per gli amanti dell'oceano. Con i divieti di caccia su queste specie in via di estinzione nelle vicine St Vincent e Martinica, la posizione di St Lucia sembra al passo con i tempi e controproducente quando si tratta di attirare turisti. Nel corso della settimana vedremmo una sola tartaruga, segno che i numeri sono ben al di sotto della media.

I NOSTRI SPIRITI SONO STATI ELEVATI A Turtle Reef facendo una sosta prolungata nelle bellissime acque basse. L'onnipresente chromis marrone volteggiava intorno a noi mentre ci facevamo strada con attenzione attraverso una barriera corallina colorata. In bilico sulla sabbia, abbiamo avvistato una passera di pavone accuratamente nascosta. Con le sue macchie blu fiorite e la visione a 360°, questo deve essere uno dei pesci più attraenti della sua famiglia ed è la specie più comunemente avvistata a St Lucia.
Di ritorno a Marigot Bay abbiamo incontrato il resto del gruppo, che era lirico riguardo al loro tour nella foresta pluviale. Sembrava fantastico, ma non abbastanza da sacrificare una giornata di immersioni per questo. Quindi li abbiamo lasciati ai loro cocktail serali e siamo partiti per un'immersione notturna.
Questa sarebbe stata la prima immersione notturna di Charlotte e Al, ma non appena siamo scesi, i nervi hanno ceduto il posto allo stupore a occhi spalancati davanti a un paesaggio sottomarino trasformato dalla coltre della notte. Le aragoste caraibiche, potenziate dall'oscurità, correvano all'aperto in cerca di cibo. Enormi stelle cuscino, che sembravano irrobustite con steroidi, vagavano in massa per le pianure sabbiose.
La cosa più emozionante è stata che abbiamo alzato lo sguardo nell'acqua color inchiostro e abbiamo avvistato un paio di calamari della barriera corallina caraibica, che brillavano con uno schema di colori in continua evoluzione che gli scienziati non riescono ancora a spiegare. Siamo rimasti paralizzati mentre i calamari giocavano al gatto e al topo con le nostre luci subacquee. Quando riemersi, Charlotte e Al erano rimasti senza parole per la meraviglia.
La famosa baia di Anse Cochon, a soli 10 minuti di distanza, ospita numerosi siti di immersione. Il nostro gruppo al completo era a bordo, perché questi siti sono adatti sia per lo snorkeling che per le immersioni, con l'unica eccezione del relitto della Lesleen M.
Affondata nel 1986 per creare un punto di immersione e attirare i pesci nella zona, questa ex nave da carico ha avuto tre decenni per diventare un vero e proprio ecosistema di barriera corallina.
C'è qualcosa per tutti lì e puoi trattarla come un'immersione su un relitto o sulla barriera corallina a seconda delle tue inclinazioni.

HO TRASCORSO LA MAGGIOR PARTE DELL'IMMERSIONE con la testa sotto la sabbia alla base della nave, in missione alla ricerca delle mascelle, superstar delle immersioni Lucian. Alcuni mi hanno accusato di avere un "problema con la mascella" e potrebbero avere ragione, ma in mia difesa questi pesci mostrano alcuni dei comportamenti più affascinanti che abbia mai incontrato.
I pesci mascella sono allevatori boccali e incubano la loro futura prole nel posto più sicuro possibile: la loro stessa bocca.
In un coraggioso passo evolutivo verso una maggiore uguaglianza di genere, il compito di tenere le uova spetta al padre. Il periodo di incubazione dura circa una settimana e, se osservi lo stesso pesce durante questo periodo, vedrai le uova cambiare colore e sviluppare piccoli occhi.
Come se ciò non fosse abbastanza emozionante, papà mascella di tanto in tanto, molto brevemente, mescola le uova fuori e dentro la sua bocca per garantire un'ossigenazione uniforme.
Esistono due specie principali a St Lucia, distinte per stile e aspetto. Ho iniziato frugando il fondo sabbioso alla ricerca di mascelle scure e ho notato un piccolo muro circolare di ciottoli che circondava l'ingresso di una tana.
Ben presto apparvero il muso largo e gli splendidi occhi verdi di una mascella scura, con la bocca tenuta leggermente socchiusa da un boccone di uova. Feci una pausa per qualche secondo prima di avvicinarmi, mantenendo il respiro lento e controllato per non allarmare il mio nuovo amico.
Una volta a portata di cecchino, mi sono sistemato sulla sabbia e ho aspettato. La mascella all'inizio era nervosa, ma dopo pochi minuti si abituò alla mia presenza.
Indugiai più a lungo, esortandolo silenziosamente a iniziare a vomitare, segno rivelatore che stava per eseguire uno strascicato.
Cominciarono gli spasmi alla mascella e puntai il dito contro il pulsante di scatto. La riproduzione casuale è terminata in un batter d'occhio, ma sono riuscito a fare un paio di clic. Ho controllato l'immagine sul mio mirino e, bingo, la mia pazienza è stata ripagata.
Sono andato avanti, cercando di continuare la mia storia d'amore con il cugino del bruno, la mascella testa gialla. Questi tendono a vivere in piccole colonie e hanno corpi sottili, di colore blu latte.
Quando sono rilassati, trascorrono la maggior parte del tempo nuotando liberamente in posizione eretta, catturando microscopici snack mentre passano. Notoriamente ombrosi, torneranno nella loro tana al primo segno di guai.
Ottenere una foto di una testa gialla incinta richiederebbe un ritorno nello stesso sito un paio di giorni dopo, e un sacco di perseveranza!

DOPO UNA BUONA DOSE di azoto durante la nostra prima immersione, ci siamo spostati sul reef poco profondo sul lato sud della baia. Le credenziali macro di St Lucia furono presto ulteriormente potenziate quando la nostra guida dallo sguardo d'aquila, Wendy, colpì con entusiasmo il suo serbatoio e indicò una spugna rossa.
Sono un grande fan della spugna, ma sono rimasto comunque sorpreso dal suo entusiasmo per questo argomento. Guardando più da vicino, però, abbiamo visto un occhio e una specie di canna da pesca che spuntavano dalla testa di una creatura: era un pesce rana a esca lunga!
Perfettamente abbinato alle spugne circostanti, questa è stata una scoperta speciale. Più tardi quella sera, il nostro apprezzamento per questo pesce, anche tra i marinai d'acqua dolce, cresceva mentre guardavamo YouTube video di rane che si nutrono, usando il morso più veloce del regno animale!
Al and Charlotte had completed their course, and we returned to Anse Cochon in search of more macro treasures. Esperto di immersioni Jermaine seemed to be on a mission as we strode off the boat, and we followed earnestly as he moved around the shallow reef, eyes lasered-in on the maze of coral.
A metà dell'immersione stavamo cominciando a perdere la fiducia, ma alla fine ha sbattuto la bombola e ci ha guardato, con la maschera piena di eccitazione.
Eccolo lì, un cavalluccio marino dal muso lungo, sorprendentemente ben mimetizzato e con la coda avvolta attorno a una piccola corda di spugna.
Ben giocato, Jermaine, ben giocato! La diveaholic Wendy, che si è unita a noi nel suo giorno libero, ha annuito in segno di apprezzamento e poi ha nuotato via con aria determinata. Solo quando stavamo completando la nostra sosta di sicurezza l'avremmo sentita di nuovo.
Il carro armato sbatteva con violenza, ci ha fatto cenno di avvicinarci, indicando un granchio arancione grande quanto un bottone su (avete indovinato) una spugna. Questo era un vistoso granchio pagliaccio, e mai nome fu più appropriato.
In seguito avremmo scoperto che il guscio riccamente decorato di ogni granchio è unico, come un’impronta digitale. Sfruttando al meglio la nostra riserva d'aria rimanente, rimanemmo un po' più a lungo con il vistoso prima di essere strappati dall'acqua.
 La sera ci siamo scambiati storie con il resto del gruppo. Le nostre esperienze sull'isola sono state diverse, ma tutti concordano sul fatto che i Luciani sono tra le persone più accoglienti che abbiamo incontrato.
Eravamo anche d'accordo su quanto fosse stata una settimana fantastica. A St. Lucia, a quanto pare, avevamo trovato un felice compromesso.

FATTO
ARRIVARCI: Sia British Airways che Virgin Atlantic volano direttamente da Londra Gatwick, ma prenota in anticipo per ottenere i prezzi migliori.
IMMERSIONE: Dive St Lucia, con sede a Rodney Bay, è un centro IDC PADI 5* e il primo centro immersioni al mondo certificato LEED Platinum (uno standard ecologico). La sua barca può venirvi a prendere a Marigot Bay in rotta verso i migliori siti del sud, www.divesaintlucia.com
ALLOGGIO: Per una vista magnifica sulla baia di Marigot il consiglio è di affittare una villa privata. Henley ha soggiornato alla Pelican House, www.facebook.com/pelicanhousestlucia e all'Emerald Hill, www.oasismarigot.com/st-lucia-villas/emerald-hill-villa
QUANDO ANDIAMO: Tutto l'anno, ma l'alta stagione va da dicembre a maggio. La bassa stagione coincide con un clima più caldo, più pioggia e la stagione degli uragani.
SALUTE: Sono presenti zanzare e si consiglia alle donne incinte di non viaggiare a causa del rischio di Zika. La camera iperbarica più vicina è la vicina capitale Castries.
MONETA: Caraibi orientali o dollari USA.
PREZZI: Voli andata e ritorno Virgin £ 550. Un pacchetto da 10 immersioni al Dive St Lucia $ 484. Pelican House per 2-4 persone da $ 1100 a $ 1500, Emerald Hill da $ 1100 a $ 2250, entrambi a settimana.
INFORMAZIONI SUI VISITATORI: www.saintluciauk.org

Apparso su DIVER giugno 2017

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x