Immersioni nello splendore di Santa Lucia

La barriera corallina del paese delle meraviglie
Barriera corallina nel sito del Paese delle Meraviglie

Potrebbe aver viaggiato per immergersi in tutti i Caraibi, ma AL HORNSBY non gli ha impedito di essere sedotto dalle attrazioni naturali di St Lucia sia sopra che sotto la superficie.

Arrivare a St Lucia, una delle Isole Sopravento britanniche che si estende attraverso il Mar dei Caraibi sudorientali, è un piacere visivo, poiché l'aspra isola vulcanica ricoperta di giungla si erge ripida da un oceano color cobalto.

L'interno è ricoperto da foresta pluviale, con boschi di alberi enormemente cinti punteggiati da massicci coni vulcanici. L'isola è considerata uno dei posti più belli dei Caraibi immersioni in barca.

Immersioni a Santa Lucia
Petit Piton, con il sito di immersione di Superman che corre lungo la sua base

Per la maggior parte dei visitatori, in particolare i subacquei, la prima cosa da fare sarà un'ora di macchina dall'aeroporto alle principali attrazioni turistiche.immersione zona lungo la costa sud-occidentale. Ti porta oltre le città locali e attraverso alcune delle aree montane molto panoramiche. Piuttosto che un compito da sopportare dopo un lungo volo, per la maggior parte dei visitatori si tratta di un'introduzione illuminante a ciò che St Lucia ha da offrire. 

Emergendo dalla foresta, la prima vista del mare blu e turchese, con le sue spiagge frastagliate e dorate e le palme ondeggianti, è mozzafiato. Avvicinandosi alla costa verso la città di Soufriere, che si trova in riva all'area di gestione marina di Soufriere, dove si trovano la maggior parte dei siti di immersione più famosi, lo scenario è maestoso

Il panorama diventa dominato da due imponenti guglie vulcaniche che si innalzano sul bordo dell'acqua, il Petit Piton di 743 m e, oltre di esso, il Gros Piton, che raggiunge i 771 m.

Immersioni a Santa Lucia
Subacqueo sulla barriera corallina

Qui si nasconde un piacevole conflitto: anche per il subacqueo più appassionato diventa presto ovvio che dovrà dedicare del tempo all'esplorazione di questo luogo incantevole. Dopotutto, ci sono sentieri escursionistici immersi nella giungla sia su Pitons che sulla vetta più alta dell'isola, il Monte Gimie, alto 950 m, dove, se sei fortunato, potresti avvistare pappagalli di Santa Lucia e splendidi colibrì, e ascoltare le straordinarie canzoni dell'usignolo di Santa Lucia. 

Puoi anche visitare l'unico "vulcano drive-in" dei Caraibi, dove potrai immergerti nel fango caldo (45°C) delle sue gorgoglianti sorgenti sulfuree. Puoi esplorare la cultura creola locale che, dall'inizio del 16th secolo, ha assorbito influenze francesi, africane, olandesi e inglesi, con le sue meravigliose espressioni nel cibo (Santa Lucia è famosa per la sua cucina), nel canto e nell'arte.

Fortunatamente, soprattutto perché la routine dell'immersione è molto comoda, con uscite super veloci quando immersioni in barca e alcuni fantastici fuori dalla spiaggia punto di immersioneInfatti, anche fare diverse immersioni al giorno può lasciare tempo per attività in superficie. Oppure è il momento di godersi il famoso e unico punch al rum di St Lucia.

St Lucia siti di immersione

Pesce trombetta a St Lucia
trumpetfish

A parte tutti questi piaceri, sono le immersioni che portano persone come noi a St Lucia ed è qualcosa di speciale. Per la comunità subacquea americana, St Lucia ha raggiunto la fama all'inizio degli anni '1980 come destinazione fuori dal comune, particolarmente apprezzata dai fotografi subacquei, in un'epoca in cui le immersioni non erano particolarmente conosciute in questa parte dei Caraibi. 

Allora, come oggi, l'esplorazione subacquea prevedeva bellissime barriere coralline piene di vita, montagne sottomarine e pareti in acque calme e protette. Appena fuori dalla spiaggia, in insenature tranquille, distese erbose e distese coralline pullulavano di macro e piccole creature come cavallucci marini, gallinelle volanti, anguille serpenti, polpi e altro ancora.

Con molti siti tra cui scegliere, alcuni dei miei preferiti sono:

Gran Caille

Immersioni nel fondale marino
Scena dell'anenome

Appena a nord di Soufriere, Grand Caille è una grande barriera corallina che digrada dalle acque basse alle acque profonde. È praticamente ricoperto di spugne arancioni, rosse ed incrostanti e di grandi spugne a botte, cumuli di corallo e banchi di gorgonie violacee di acque profonde.

Nuvole di castagnole volteggiano sopra la barriera corallina e sul fondo si trovano molte specie di barriera corallina, tra cui pesci istrice, pesci angelo e pesci farfalla. 

Particolarmente numerosi sono i pesci leone comuni, la specie invasiva del Pacifico e dell’Oceano Indiano che negli ultimi anni si è fatta strada nei Caraibi. Con pochi predatori naturali in queste acque sembrano impavidi e sembrano posare con nonchalance per le immagini, imperturbabili dai subacquei e dai loro flash stroboscopici.

Relitto del Lesleen M

Appena a nord di Grand Caille, il relitto della nave da carico di 49 metri Lesleen M si trova su un fondale sabbioso di 20 metri, la sua sovrastruttura a soli 12 metri. È colorato e carico di banchi di pesci, che si radunano nelle aree del ponte superiore facilmente accessibili. Abbiamo visto pesci scoiattolo, occhi grandi, piccoli grugniti tomtate, pesci capra, dentici e pesci trombetta individuali, in numero.

Gorgonie dai colori vivaci pendevano dai soffitti e dai corridoi, spugne incrostate e tubolari crescevano a profusione, e corridori blu e jack giravano in circolo. Giù sulla sabbia vicino allo scafo c'erano un certo numero di anguille da giardino e diverse piccole razze meridionali. Questa è un'immersione sui relitti interessante, facile e ben illuminata fotografia.

I Pinnacoli

Un altro sito vicino è Pinnacles, quattro montagne sottomarine che si innalzano dalle acque profonde fino alla superficie. Questo è uno dei siti di immersione più spettacolari di St Lucia; in acque molto limpide, le guglie sono ricoperte di gorgonie nere e arancioni e di grandi spugne e circondate da dentici e carangidi in branco.

Lungo le superfici rocciose si vedono cernie e crinoidi dai colori vivaci in numero sorprendente estendono le braccia dalle fessure. Si vedono spesso le tartarughe verdi, insieme ai barracuda residenti. I profili di immersione, che iniziano alla profondità desiderata e poi si snodano attorno alle guglie su una traiettoria sempre ascendente, sono ideali per non perdere mai un momento del tempo di fondo.

superuomo

Probabilmente il mio sito preferito di St Lucia è Superman, un'emozionante immersione in corrente che corre lungo la base del Petit Piton, dove si impenna drammaticamente dal mare. Pensato per un volo in faccia nel Superman II film girato qui, soprattutto quando la corrente è alta, ai sub vengono forniti dei sorvoli, lungo la ripida parete sottomarina del chiodo.

Una zona particolarmente ricca di fotografia macro, la parete è ricoperta da ammassi di gorgonie, spugne e coralli, con tanti pesci in movimento. Nelle numerose fessure che scheggiano la roccia vulcanica è stato facile rifugiarsi fuori dalla corrente, trovare forme di vita più piccole e persino scattare comodamente macro (cosa che ho fatto durante un'immersione).

La piccola vita era notevole, con più granchi freccia di quanti ne avessi mai visti, non nascosti nei buchi della barriera corallina ma che vagavano all'aperto, cosa insolita nelle ore diurne. 

Splendido cavalluccio marino
Cavalluccio marino snello

C'erano diverse specie di gamberetti, tra cui gamberetti corallini fasciati e gamberetti pulitori Pederson dai colori brillanti, ugualmente imperturbabili dalla nostra presenza.

In particolare, c'erano un numero sorprendente di pesci tronco liscio che serpeggiavano sul fondo del mare, alla ricerca di piccoli granchi, gamberetti e gasteropodi da mangiare. Notevoli erano anche i grandi numeri di vermi piumosi, che sembravano divampare ovunque dalle aperture delle numerose spugne che crescevano sul fondo; e spugne da vaso luminose, quasi luminescenti, viste praticamente ad ogni angolo.

Barriera corallina di Anse Chastanet

A detta di tutti, il popolare sito di immersione originale di St Lucia, questo luogo incantevole inizia appena fuori dalla spiaggia, nella baia che è la casa del famoso Anse Chastanet Resort. La sua esistenza non è stata solo una delle chiavi per rendere popolare l'immersione a St Lucia a partire dai primi anni '1980, ma rimane un aspetto della disponibilità di immersioni facili e senza perdite di tempo che contribuisce a rendere St Lucia unica (e aiuta a fornire il tempo per godersi il mare). le numerose attività in superficie dell'isola, come accennato in precedenza).

Con Centro immersioni PADI 5* Immersioni a Santa Lucia situato lì in riva al mare un'immersione, sia la mattina presto, tra un'immersione e l'altra dalla barca, nel tardo pomeriggio o dopo il tramonto, e in ogni momento intermedio, è questione di indossare la muta lungo il muretto tra il centro e l'acqua , facendo qualche passo sulla sabbia, e – Ecco – sei in immersione.

Petite Piton e Gros Piton dietro, St Lucia
Definire St Lucia: Gros Piton e Petit Piton

Il terreno sottomarino, in acque calme e limpide, inizia come sabbia e si trasforma rapidamente in una barriera corallina a pochi metri dalla costa (o in un letto erboso, a seconda della direzione in cui ti dirigi e del tipo di vita marina che cerchi).

Ideale come immersione facile, con profondità che eventualmente si estendono oltre i 30 metri lungo il pendio ricoperto di coralli, è speciale per la macro fotografia nelle acque poco profonde e per i pesci più grandi e le tartarughe tra i coralli man mano che scendi in profondità. Le condizioni luminose e calme sono adatte anche allo snorkeling.

In due rapide immersioni tra le immersioni in barca, abbiamo visto polpi, passere di pavone, anguille serpente a macchie dorate, due specie di pesci tegola, pesci scatola giovani, pesci trombetta e molte altre specie (alcune piuttosto insolite per la luce del giorno) mentre scrutavamo l'erba -letto e bordo del reef in meno di 6 metri d'acqua.

Mi è stato detto che l'immersione notturna per la ricerca delle creature è particolarmente buona. C'erano due specie speciali comuni alla barriera corallina che non siamo riusciti a vedere in questo viaggio, tuttavia, lo snello cavalluccio marino e la gallinella volante (la prossima volta).

Fotografie di Al Hornsby

Anche su Divernet: Il mondo della spugna, Corallo che genera lo stile di St Lucia

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x