Adesso entrambi i lati

archivio – CaraibiEntrambi i lati adesso

Dagli squali alle tartarughe e anche piccole cose: MELISSA HOBSON mette a confronto est e ovest mentre verifica se il fiume Orinoco, ricco di sostanze nutritive, significa davvero immersioni migliori a Toba...

L'AEROPORTO SEMBRAVA VIBRARE al suono di tamburi d'acciaio, e sono stato assalito da rumore, colore, ballerini, tamburini e folla. Mancavano solo un paio di settimane al Carnevale, due giorni di festa in tutta Trinidad e Tobago.
Ero diretto allo Speyside, sul lato orientale e atlantico di Tobago. Avendo avuto recentemente brutto tempo, mi limiterei a siti vicino alla costa prima di dirigermi a ovest per confrontare l'est con il lato caraibico dell'isola.
Ci siamo imbattuti in un'enorme tartaruga non appena siamo atterrati a Coral Gardens. Non si è preoccupato della nostra vicinanza e si è seduto accanto a noi per un po' prima di agitarsi e allontanarsi distrattamente.
Più tardi, mentre eravamo intenti a osservare un enorme pesce istrice, per poco non ci siamo persi altre due grandi tartarughe e un piccolo squalo pinna nera del reef che investigavano con cautela il nostro gruppo da lontano.
Oltre agli squali e alle tartarughe, Coral Gardens ospita il più grande e antico corallo cervello mai documentato. Avendo visto prima solo piccole colonie, non ero preparato a quanto sarebbe stata massiccia. Con un'impressionante altezza di 3 metri e una larghezza di circa 5 metri, torreggiava su di me.
Eppure, sebbene le sue dimensioni epiche fossero spettacolari, sarebbe stato ancora più impressionante prima del grande sbiancamento che lo colpì nel 2010.
La cattedrale, più riparata dalle tempeste dell'Atlantico, è stata nel complesso un'immersione tranquilla: alcuni pesci angelo, pesci scatola e labridi creoli viola intenti a fare i loro affari, così come un paio di tamburi maculati timidi che ballano lontano dai nostri obiettivi. .
La mattina dopo mi sono svegliato presto con i venti ululanti che colpivano il tetto. Quando la barca si staccò dalla riva, il cielo color inchiostro era quasi indistinguibile dalla sagoma scura dell'isola.
Grazie alle onde turbolente, degne di Hokusai, il mio passo da gigante era tutt'altro che elegante. In parole povere, sono stato scagliato senza tante cerimonie dalla barca.
Eppure l'immersione in corrente su Runway è stata abbastanza tranquilla. C'erano molti graziosi pesci angelo francesi, e i loro delicati segni, incongrui rispetto alle loro cupe bocche all'ingiù, li facevano sembrare adolescenti scontrosi vestiti per un ballo di fine anno.

MENTRE Scivolavamo nella corrente, abbiamo avvistato una coppia di gamberetti corallini fasciati, le cui antenne bianche rivelavano il loro nascondiglio all'interno di una spugna a botte, e un'enorme aragosta spinosa dagli occhi piccoli.
Più tardi, ci siamo imbattuti in un grande barracuda che ci fissava. Non molto tempo dopo che era scomparso, un altro barracuda – o forse lo stesso – ci circondò, fissandoci con cautela. Il suo dorso argentato svanì in lontananza, ma ero sicuro che fosse ancora vicino, a tenerci sotto controllo.
A questo punto il paesaggio era cambiato radicalmente, perché avevamo lasciato Runway e nuotato attraverso altri due siti di immersione: Bookends e Alps.
Potevi vedere da dove deriva il nome Alpi, un paesaggio di rocce imponenti.
Durante la nostra sosta di sicurezza, un enorme tarpon ci ha sorpassato, poi un altro e un altro ancora. Per i tre minuti successivi, lampi argentati saettarono di qua e di là mentre i tarponi sembravano quasi avvolgerci.
Alla fine della nostra sosta siamo stati sballottati mentre enormi onde ci trascinavano verso la superficie. Siamo riusciti a resistere fino allo scadere dei nostri tre minuti prima di essere trascinati su per cavalcare le onde che si infrangono.
Il reimbarco sulla barca fu movimentato. Lo skipper ha cercato di portarlo abbastanza vicino da consentirci di salire a bordo mentre la corrente ci trascinava via. Un'onda "utile" mi ha sbattuto contro la scaletta e mi sono arrampicato a bordo, evitando per un pelo un pinna.

GIARDINI GIAPPONESI aveva l'aspetto che ci si aspetterebbe: un paesaggio di coralli molli che ondeggiano come i capelli di una sirena e affioramenti di coralli a ventaglio che ricordano alberi bonsai. Avevamo una media di circa 13 metri, quindi c'era un sacco di colori, vita e abbondanti coralli sui fondali sabbiosi, con pesci pappagallo, pesci angelo, pesci balestra, pesci scatola e pesci mucca tutt'intorno.
Circa a metà dell'immersione, la corrente è aumentata e abbiamo svuotato i nostri GAV mentre ci avvicinavamo a Kamikaze Cut. Un po' d'aria nelle nostre giacche potrebbe significare essere trascinati su dalla corrente e la fine anticipata della nostra immersione.
Incollati al fondale marino, ci siamo librati verso due grandi massi e attraverso una fessura tra i due. È stata una conclusione esaltante per un'immersione tranquilla e pittoresca.
Per fortuna, la mattina successiva i venti si erano calmati, il mare era più piatto e il sole aveva finalmente fatto la sua comparsa. Speravo che fosse di buon auspicio, perché oggi rappresentava un traguardo significativo: la mia centesima immersione sarebbe stata celebrata con un drift al Black Jack Hole.
Nel nostro punto più profondo, circa 25 metri, l'acqua era di un blu elettrico e la luce eruttava dalla superficie. Senza guardarti da vicino computer, sarebbe stato facile seguire un pesce molto più in profondità del previsto mentre la barriera corallina si abbassava.
Abbiamo mantenuto la parte meno profonda della barriera corallina alla nostra sinistra mentre volavamo, guardando nelle fessure, scattando foto e in generale godendoci la distesa di coralli a ventaglio arancioni e verdi punteggiati da formazioni di coralli cervello. Assomigliava alla scena scolastica di Alla ricerca di Nemo, con la vita frenetica in ogni direzione. Oltre all'angelo, alla farfalla, al chirurgo, al grilletto, alla scatola, alla tromba, al pappagallo e al pesce sergente maggiore c'erano un grande barracuda che ci osservava dall'alto, un'immensa aragosta spinosa, una minacciosa murena verde e un gigantesco pesce istrice piuttosto poco socievole. Abbiamo sbattuto le palpebre e i nostri 45 minuti nel parco giochi di questo sub erano scaduti.
Anche il mio tempo allo Speyside era scaduto.
Mi stavo trasferendo al Le Grand Courlan Hotel per vivere la costa occidentale di Tobago e speravo che i Caraibi fossero più tranquilli dell'Atlantico. Ma mari più calmi produrrebbero altrettanta vita?
Sono arrivato giusto in tempo per il cocktail party settimanale del direttore e sono stato sorpreso da un'enorme torta prima del mio compleanno la settimana successiva: molto premuroso.
La mattina dopo, un vivido arcobaleno attraversava il cielo imbronciato. Mi è già piaciuta la parte occidentale di Tobago!

IL MAVERICK ERA UN traghetto tra le isole fino a 20 anni fa – ora è un naufragio. Dato che sullo Speyside c'erano stati forti venti, le condizioni erano torbide. Partendo dal punto più profondo del relitto – circa 30 metri – abbiamo girato in tondo, risalendo lentamente ad ogni giro.
Mentre lo facevamo, abbiamo avvistato il sergente maggiore, un banco di passaggio di almaco jack e una coppia di razze che nuotavano pigramente sotto la barca. La prua stava crollando ma gli oblò lasciavano intravedere il disordine interno. 
Quando ci stavamo avvicinando al momento della non deco, risalimmo lentamente attraverso le cupe acque grigie.
Tra un'immersione e l'altra, ormeggiavamo tra barche così sovraccariche di pellicani che era un miracolo che potessero ancora galleggiare, e riflettevamo su quanto sarebbe stato terribile pulire (le barche, non i pellicani).
Nella formazione rocciosa a forma di artiglio del Monte Irvin Wall, il piano era di intrecciare ogni "artiglio" alla ricerca di soggetti macro. Poiché gli occupanti di altre tre barche avevano avuto la stessa idea, ho avuto cura di affidare la mia guida fini alla memoria.
Il corallo non era particolarmente colorato ma c'era molto da vedere. Le acque intorno a Tobago sono incredibilmente ricche di sostanze nutritive, grazie alla corrente della Guyana che trasporta con sé le sostanze nutritive del fiume Orinoco.
Ciò si rifletteva nella barriera corallina, che era piena di vita. So che non dovrei scrivere elenchi, ma dà un'idea della varietà: castagnole bicolori ovunque; grugnito a strisce blu; pesce farfalla a quattro occhi; pesce tronco maculato; pesce pappagallo riflettore; pesce trombetta; aragosta; dentice dalla coda gialla; labro dalla testa blu; Pesce angelo francese; pesce angelo grigio; pesci angelo regina quasi neon; pesce chirurgo oceanico; sergenti maggiori; pesce scoiattolo; cromo blu; pesce farfalla spotfin; un grande barracuda solitario; e una murena a macchie rosse, che ci morde dal suo nascondiglio.
Poco prima di salire, abbiamo avvistato un enorme pesce pietra in agguato nelle acque leggermente fangose. Mentre cercavamo di distinguere il bordo del suo mimetismo contro la roccia, lui si è stufato, ha sbattuto le ali viola e si è sistemato più lontano.
La mattina dopo la barca se la cavò facilmente attraverso le acque basse mentre noi oziavamo sul ponte. Il sole filtrava come burro fuso.
Una volta che abbiamo raggiunto acque più profonde, è diventata una corsa difficile. Rimbalzavamo in aria e sbattevamo a terra a ogni onda.

AVEVAMO INTENZIONE DI VISITARE Castara Bay ma, a causa delle condizioni sorprendentemente turbolente, ha cambiato rotta per alcune immersioni poco profonde nella barriera corallina di Arnos Vale, spostandosi da nord a sud.
Come il Mount Irvin Wall, questi siti pullulavano di vita: tanti pesci e crostacei colorati e diversi, ma questa volta mi accontenterò di menzionare le gorgonie, le stelle e i coralli cervello. Ma un piccolo pesce blu continuava ad attirare la mia attenzione, i suoi scintillanti punti blu richiamavano alla mente il pesce arcobaleno delle storie dell'infanzia.
Era una castagnola pinna gialla, i giovani con molte più macchie più luminose e gli adulti quasi neri, con meno macchie e la coda gialla.
Un piccolo giovane in particolare appariva tempestato di gioielli.
Scivolando sulla barriera corallina, non molto al di sopra del letto sabbioso, ho guardato due volte per vedere un occhio tondo che mi fissava. UN polipo era stretto in una fessura della roccia sottostante, sperando di passare inosservato.
Finora non avevamo visto molti pesci leone, ma ce n'erano diversi presenti. E durante la sosta di sicurezza della nostra seconda immersione abbiamo avvistato una gigantesca murena verde che nuotava liberamente ben sotto di noi. Ondulava nell'acqua, schioccando le mascelle.
Sulla via del ritorno, siamo passati davanti alla pensione in cui alloggiava uno dei subacquei. Per sorprendere la sua famiglia, abbandonò la nave e remò verso casa.
È stato solo quando siamo tornati al negozio di immersione e abbiamo trovato la sua confusa moglie e i suoi figli ad aspettarlo che ci siamo resi conto che la sua sorpresa si era ritorta contro!
Avevo apprezzato l'abbondanza di pesci più piccoli della barriera corallina ad Arnos Grove, ma speravo di concludere il mio viaggio con quelli più grandi nel rinomato sito Divers' Dream.
Era un rischio; fortemente influenzate dalle correnti, le condizioni difficili possono rapidamente trasformare questa deriva intermedia nell'incubo dei subacquei.
Le condizioni recenti erano state così difficili che non potevamo essere sicuri che sarebbe stato possibile immergerci nel sito finché non lo avessimo raggiunto. Eravamo appena in tempo, ma se fosse diventato troppo agitato saremmo dovuti scappare in cima all'altopiano invece che nelle acque circostanti più profonde.
La corrente era forte e ho pinnato con tutte le mie forze pur di restare fermo. Se fosse rimasto così potente sarebbe stato un tuffo miserabile, ma fortunatamente così non è stato.
Siamo riusciti a uscire dalla corrente poco prima che uno squalo nutrice diventasse visibile e mi sono ancorato a una roccia per guardarlo nuotare.
Abbiamo sbirciato nel blu e una tartaruga è apparsa nella nostra visione periferica prima di svanire improvvisamente. Ho sbattuto le palpebre ed è ricomparso. Osservandolo più da vicino mentre nuotava, ci siamo resi conto che si trattava di un animale diverso; questa era una grande tartaruga verde con cirripedi nodosi sul dorso.
Alla fine della nostra immersione ci siamo guardati intorno nella speranza di un'ultima sorpresa. Nessuna fortuna, ma quello che avrebbe potuto essere un incubo si è rivelato un'immersione da sogno.
Di ritorno a Grand Courlan, ho concluso il mio pomeriggio con la lezione settimanale di yoga al tramonto del resort, seguita da un rilassante massaggio su tutto il corpo.

NEL MIO ULTIMO GIORNO, mi sono diretto a Pigeon Point per una lezione di paddle boarding con Duane di Stand Up Paddle Tobago. Mi ha insegnato le basi della sabbia prima di spingere le nostre tavole nell'oceano. Cercare di stare in piedi su un oceano che ondeggia dolcemente è stata una strana sensazione e, inizialmente, le mie gambe sono diventate gelatinose.
Tuttavia, presto ho acquisito fiducia e mentre remavo, mentre il sole tramontava sull'oceano, riflettevo sulla mia settimana.
Le condizioni difficili hanno reso alcune immersioni difficili e alcuni siti sono stati persi del tutto. Detto questo, non ero rimasto deluso dalle grandi cose, ed ero rimasto sorpreso dalla varietà e dall'abbondanza di pesci della barriera corallina allevati dalle acque ricche di sostanze nutritive.
Potevo solo sperare che la mia prossima visita portasse un tempo migliore!

FATTO
ARRIVARCI: BA vola a Tobago il martedì e il venerdì da Gatwick. www.ba.com
IMMERSIONI E ALLOGGIO: Blue Waters Inn Dive'N, bluewatersinn.com. Black Rock Divers, dive-adventure.de. Le Grand Courlan, legrandtobago.com
QUANDO ANDIAMO: Qualsiasi periodo dell'anno.
MONETA: Dollaro di Trinidad e Tobago.
ALTRE ATTIVITÀ: Stand Up Paddle Tobago, su standuppaddletobago.com.
PREZZI: Voli andata e ritorno da £ 518. Blue Waters Inn da US $181 per camera per notte con colazione, pacchetto 10 immersioni $500, Le Grand Courlan da $134 a notte, pacchetto 10 immersioni $400.
INFORMAZIONI SUI VISITATORI: gotrinidadandtobago.com

Apparso su DIVER giugno 2017

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x