Un dramma sul vagabondo Eddy

archivio – Wrecks: un dramma su Drifter Eddy

TANO ROLE effettua un'immersione profonda su un dragamine in tempo di guerra e trova il tempo per intraprendere una carriera di attore a fioritura tardiva

È PIÙ UNA DOCU-FICTION piuttosto che una noiosa interpretazione dei fatti”, ha detto Emi, il produttore/cameraman che aveva appena telefonato. Mi aveva chiesto di unirmi a lui in un'immersione dove avremmo filmato il relitto dell'Eddy.
The Eddy was a drifter built for the Royal Navy during World War One, but used as a minesweeper during WW2.
Adesso io e Emi siamo buoni amici, ma tendiamo ad affrontare i film subacquei in modo diverso. La mia occupazione scientifica e didattica mi porta a lavorare sui documentari, mentre Emi tende ad essere più creativa con i fatti, per rivolgersi a un pubblico più ampio.
He is well aware of these differing viewpoints, so he often has to sugar the pill for me by offering to donate photos of the wreck to Malta’s War Museum.
Avremmo dovuto girare alcune riprese del relitto ma, cosa più importante per lui, avrei dovuto "trovare" un set di rosari lì ed Emi avrebbe filmato la mia impresa mentre lo tiravo fuori dalla sabbia.
Of course, I was worried about doing this. It is unethical and illegal to remove artefacts from war graves in Malta, and I wasn’t too keen on doing time at its Corradino Correctional Facility.
When I told Emi that I didn’t want to be a part of his scheme, he hastily explained that the rosary beads would be placed there to tie the wreck into a storyline of love and heroism set in Malta during WW2. The beads were supposed to be given by a loving mother to her son to afford him some heavenly protection.
La mia conclusione iniziale era che, se il figlio fosse finito nell’armadietto di Davy Jones, questa non sarebbe stata esattamente una grande pubblicità per il potere dell’aldilà, ma non conoscevo tutta la storia quindi ho taciuto. Era una finzione piuttosto che un documentario, una sorta di dramma in tempo di guerra. Ho deciso che non ero contrario a una nuova carriera nel cinema, dopo tanti anni come noioso accademico!
Immergersi nell'Eddy è comunque una proposta estremamente allettante, ed Emi non ha dovuto promettere donazioni al museo o il mio nome nelle luci per farmi appassionare. Il relitto viene raramente immerso a causa della sua posizione: giace su un fondale sabbioso a una profondità di 56 metri, a circa un miglio fuori dall'ingresso del Porto Grande di La Valletta.

IL PORTO GRANDE è un porto trafficato e l'ultima cosa di cui i subacquei hanno bisogno durante la decompressione è un'enorme nave che passa nelle vicinanze.
For this reason, we would normally dive this wreck only on two occasions during the year – 31 March and 8 September. That’s when regattas are held in the harbour, with brightly coloured traditional Maltese boats (called dghajjes, pronounced “dahyaes”) from nearby localities competing in rowing races, so the harbour is closed to shipping.
Ma in questa occasione furono presi accordi speciali con la capitaneria del porto per garantire che nessuna nave da crociera entrasse o uscisse dal porto mentre ci immergevamo nell'Eddy.
In effetti uno di questi colossi stava proprio lasciando il porto mentre ci dirigevamo verso il sito di immersione. Abbiamo dovuto attraversare la sua scia nel gommone e quella scia impressionante era difficile da descrivere, ma immaginate un calderone bollente di acqua turchese schiumosa largo circa 50 metri che si trascina dalla nave per circa 200 metri. Non è il tipo di ambiente in cui mi piacerebbe trovarmi, o nelle vicinanze, mentre mi decomprimo.
Come tutti i subacquei mi piace la maestosità dei grandi relitti, ma i relitti più piccoli hanno le loro peculiarità e il loro fascino.
Normalmente completo un paio di tour di un relitto più piccolo in una singola immersione, il che mi consente di concentrarmi su aspetti particolari che sembrano più promettenti. Questo vale sicuramente nel caso del vagabondo Eddy.
L'Ammiragliato britannico commissionò più di 300 pescherecci da traino e drifter modificati durante la prima guerra mondiale. Il design di questi pescherecci e la loro navigabilità si sono rivelati ideali per lavori navali specializzati.
Trawlers drag heavy nets along the seabed to catch cod, plaice, haddock and other demersal fish, while drifters fish for herring and other pelagic fish using drift nets. So trawlers were eminently suitable to trawl mine-sweeping gear, while drifters were more suitable for deploying blockading barrages and heavy anti-submarine nets.
L'HM Drifter Eddy fu costruito come drifter per aringhe modificato dai cantieri navali Alexander Hall & Co ad Aberdeen il 27 agosto 1918. Era un piccolo piroscafo con una stazza lorda di 96 tonnellate ed era lungo 26 metri con una larghezza di 5.6 metri. Come tutte le sue navi alla deriva a vapore, era alimentata da un motore a tripla espansione e da un'unica caldaia a vapore, che la spingeva alla velocità piuttosto lenta di 9 nodi.
Alcuni vagabondi erano armati con un cannone antisommergibile da sei libbre, ma non c'è traccia di tale cannone, o della sua collocazione, sull'Eddy.
Eddy was transferred to Malta some time before the outbreak of WW2, probably for deployment on the anti-submarine nets in the Grand Harbour.
However, the need to combat the intense mine-laying activities of the Axis navies meant that, like other drifters based in Malta, she had to be rigged as a mine-sweeper, even though she had a steel hull. The decision proved fatal.

QUALCHE TEMPO DURANTE Nel pomeriggio del 26 maggio 1942, Eddy fu incaricato di spazzare le principali corsie di accesso al Grand Harbour insieme alla HMS Beryl e al rimorchiatore St Angelo. Ad accompagnarli c'erano gli altri dragamine Trusty Star e Swona.
Le condizioni meteorologiche sono peggiorate ulteriormente e lo spazzamento ha dovuto essere abbandonato dopo che è stata spazzata solo una mina. Fu a questo punto, alle 4.30:XNUMX, che Eddy colpì una mina mentre stava tornando a Grand Harbour.
L'esplosione squarciò il suo scafo d'acciaio sul lato di dritta e la nave affondò rapidamente, con la perdita di otto membri dell'equipaggio. Il suo ufficiale in comando e 10 marinai furono salvati da mari sempre più agitati.
The wreck stands upright on a silty bottom, and is remarkably intact for its age. It seems that the site had been used previously as a dumping site for material dredged from the harbour, so there is a lot of silt, broken building stones, bricks and gravel around.
Because of the silt it’s advisable to keep clear of the bottom, or you would not be popular with your dive-buddies – especially the foto/videographers.
Visibility is pretty good by British standards but most Maltese divers are not too impressed by the vis at this site, especially if there happen to be a couple of ploughshare horses in the group!
L’alta sovrastruttura in legno dell’Eddy si è disintegrata, ma il telaio della struttura in acciaio sotto il ponte è ancora in piedi. Lo scafo in acciaio rimane in gran parte intatto, ad eccezione del buco sul lato di dritta che segna il punto in cui la nave colpì la mina.
Argani, argani, tamburi per cavi in ​​acciaio e altri strumenti per il dragaggio delle mine sono ancora evidenti sul ponte, mentre il paravane, la lontra e il cavo di spazzamento possono essere visti sul fondo del mare proprio accanto al relitto. È possibile penetrare nel relitto, ma il limo all'interno si agita facilmente, quindi l'operazione può essere piuttosto pericolosa.
The steering-gear assembly, navigation console and other bridge equipment can still be seen at deck level, but the ship’s helm has deteriorated completely, probably because it was made of wood.
Praticamente tutte le superfici sono ormai ricoperte da una fitta crescita di spugne, alghe e altre incrostazioni marine.
Mi piace pensare che il relitto ora abbia una nuova prospettiva di vita, e vedremo occasionalmente cernie, gronghi e murene appropriarsi di un tubo o di una fessura di lunghezza adeguata come una comoda casa.
Proprio come su altri relitti profondi, i banchi di castagnole rosse Anthias dalla coda di rondine si affollano intorno a noi durante l'immersione. Anche i nudibranchi sono abbastanza comuni e costituiscono ottimi soggetti per i fotografi.
Questi relitti hanno spesso storie tragiche, ma sono diventati oasi di vita tra le superfici sabbiose e limose troppo profonde perché la Posidonia possa colonizzarle.

AD OGGI ANCORA NON LO SO la trama completa della docu-fiction di Emi e come si collega alla vera storia di Eddy, ma devo ammirare il modo in cui cerca l'autenticità.
The rosary beads had been carefully chosen for their 1940s look, and aged in a saltwater tank for some months so that they wouldn’t look as if they’d just been taken out of the box.
Ho dovuto portarli nella tasca del GAV durante l'immersione e trovare un posto comodo dove poterli seppellire.
Emi continuava a dirmi di filmare prima questa sequenza, dato che il tempo di fondo è piuttosto limitato a 56m. Allo stesso tempo, volevo usare la mia macchina fotografica per filmare tutte le mie azioni. Tali filmati annullerebbero qualsiasi conclusione affrettata raggiunta dalle autorità secondo cui stavo interferendo con il relitto e dimostrerebbero, se necessario, che avevamo piantato le perline come parte di un set cinematografico.
Trovai un posto conveniente vicino alla prua della nave, scavai una piccola buca nella sabbia, vi collocai le perle e le ricoprii con altra sabbia.
Mentre mi giravo per salutare Emi per iniziare le riprese, ho guardato indietro alla mia zona di sabbia e ho realizzato, con notevole ansia, che non potevo vedere dove avevo sepolto le perline! Il limo che avevo sollevato aveva ricoperto completamente l'area.

LA MIA FREQUENZA RESPIRATORIA si è alzato di scatto, ma ho cercato di mantenere la calma e, nel giro di pochi secondi, ho avuto la fortuna di trovare il posto giusto. È una fortuna che i miei occhi fossero protetti dalla telecamera dal mask, perché la mia espressione sarebbe stata di grande sollievo piuttosto che di sorpresa.
Tornato sul gommone dopo un lungo periodo di decompressione, ho raccontato a Emi cosa era successo e ho scoperto che non dovevo preoccuparmi troppo, dato che aveva comunque un rosario di riserva nella tasca del GAV. I bravi produttori anticipano questi stupidi incidenti.
Poco prima di risalire sulla barca, avevo un paio di battute da dire davanti alla telecamera (una parte parlata!) mentre galleggiavo in superficie.
Riguardavano essenzialmente il mio ritrovamento dei grani del rosario e il modo in cui questo mi ha fatto pensare a quelle povere anime coraggiose che hanno perso la vita prestando servizio su tali navi.
Non mi illudo di avvicinarmi neanche lontanamente a un Oscar o un BAFTA, ma sentivo di aver dato un'interpretazione abbastanza decente. Naturalmente, i miei compagni di immersione sul RIB la pensavano diversamente, e c'era molta leggerezza riguardo alle mie future prospettive di recitazione. Hanno anche avuto l'ardire di suggerirmi di comprare un'altra immersione-mask, perché il mio non si adatterebbe più al mio naso allungato di Pinocchio!

Apparso su DIVER luglio 2017

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x