40 Immersioni 40 Piatti

SUBACQUEO DI LIVEABOARD

40 Immersioni 40 Piatti

Lo yacht privato Giuditta Parchi, costruita in Irlanda nel 1968, divideva il suo tempo navigando da Grimsby e intorno al Mediterraneo. Nel 1988 fu acquistata come azienda di famiglia, ribattezzata Salutie trasformato in una nave da immersione.

in 1989 Saluti ha navigato verso l'Irlanda del Nord per avviare charter di immersioni subacquee intorno all'Isola di Man, all'Isola di Rathlin e allo Strangford Lough. Ciò è continuato fino a quando non ha navigato verso la costa meridionale dell'Inghilterra nel 2014 per perseguire nuovi territori.

Saluti è di proprietà di Al Wright, che è stato uno dei primi subacquei trimix del Regno Unito, e di sua moglie Freda, che non è solo un'esperta subacquea trimix e speleologica, ma anche una chef qualificata, per la quale molti subacquei hanno motivo di essere grati.

Ora la coppia ha pubblicato un libro basato sulla loro consolidata crociera nel Regno Unito, e il titolo racconta la storia.

Ecco due delle storie di immersioni e una ricetta di degustazione da 40 Immersioni 40 Piatti...

1218 crociera salutay2

IL PATRIMONIO IMPERIALE

di Al Wright

quando scopri un naufragio e tuffarsi per la prima volta, c’è molta attesa. Pensieri di ogni genere ti attraversano la testa. Quanto è intatto? È verticale o capovolto? È già stato immerso in acqua? Ci sarà la campana?

Ma nulla mi aveva preparato a quello che stavo per trovare quando mi sono immerso per la prima volta Patrimonio dell'Impero. Nemmeno nei miei sogni più sfrenati mi aspettavo di trovare un carico di carri armati Sherman!

Già nel 1994 avevo localizzato e trovato HMS Audace e si era anche tuffato nell'RMS Giustizia per la prima volta.

Sapevo dove Patrimonio dell'Impero e il mv Pezzato erano. Erano a meno di un miglio di distanza ed erano stati localizzati negli anni '1960 dall'HMS Bulldog durante un'indagine dell'Ammiragliato. Per quanto ne sapevo, nessuno dei due era mai stato immerso.

I Patrimonio dell'Impero è stato costruito nel 1930 a Newcastle upon Tyne. Precedentemente era chiamata la Montagna della Tavola e aveva operato come nave officina baleniera.

L'U-Boot tedesco U-482 l'ha silurata in viaggio da New York a Liverpool, e affondò con la perdita di 113 vite umane.

A quel tempo trasportava un carico di 16,000 tonnellate di olio combustibile e 1900 tonnellate di carico sul ponte, compresi i carri armati Sherman.

I Saluti è stata noleggiata per una settimana di luglio e siamo stati fortunati ad avere un leggero vento da sud-ovest e pochissime onde. Abbiamo trovato rapidamente il relitto. Stava riposando a 67 metri e sedeva a più di 6 metri dal fondale marino. Uno dei suoi alberi "pali della porta" di carico era profondo fino a 47 m.

1218 salutare patrimonio dell'Impero
Subacqueo sull'Eredità dell'Impero.

Ancora una volta, il mio compagno di immersione era Dave Rigg, e ancora una volta, per questa immersione, avevamo il nostro solito gas di fondo trimix 17/40, con nitrox 36 e ossigeno puro per la decompressione.
Mentre scendevamo, il relitto è diventato visibile a circa 45 metri e le prime cose che ho notato tra i banchi di merluzzi sono stati gli alberi di carico dei pali della porta e una varietà di strani oggetti sparsi sul ponte e sul fondo del mare.

Abbiamo toccato il fondo e abbiamo trimmato, poi ho nuotato verso la stiva.

Da esso sporgeva una torretta con una canna corta. Mi guardai intorno e vidi un altro carro armato Sherman rovesciato con i cingoli chiaramente visibili.

Guardandomi intorno, ho notato che sul fondo del mare erano sparsi molti altri carri armati, insieme a un camion.

Dave e io controllammo i nostri indicatori e nuotammo in avanti sopra un modulo di alloggio e verso il ponte. Ho notato un grande telegrafo e mi sono diretto verso quello, mentre Dave si dirigeva a sinistra.

Il telegrafo era bloccato sotto una grande trave e liberarlo avrebbe richiesto un po' di lavoro. Ho iniziato a spostare i detriti.

Poi ho sentito un rumore e ho guardato verso il punto in cui Dave mi stava freneticamente facendo cenno di avvicinarmi. Aveva trovato la campana della nave. Era fissato saldamente a una barra a collo d'oca da 6 piedi e sporgeva da sotto un'altra trave.

Dave colpì il dado e il bullone che fissavano il campanello, ma senza alcun risultato. Sono riuscito a spostare la trave con il mio piede di porco ma la barra d'acciaio era troppo pesante. Avevamo bisogno di un seghetto e non ne avevamo uno.

Il nostro tempo di fondo stava per scadere, così come il nostro gas di fondo dopo tutto questo sforzo. Quindi abbiamo trascinato la campana e i relativi dispositivi sotto una vicina piastra d'acciaio in modo che fossero nascosti alla vista. Abbiamo iniziato la nostra salita e, a 33 m, siamo passati al nitrox 36.

A 27 metri abbiamo posizionato i nostri segnalatori di decompressione e la cima e abbiamo iniziato il lento processo di decompressione. Dopo 106 minuti in acqua siamo risaliti sulla scala Saluti e iniziò immediatamente a pianificare di tornare al Patrimonio dell'Impero, questa volta adeguatamente attrezzato, e recuperare la campana.

il recupero della campana

ho avuto una settimana per recuperare la campana prima del prossimo statuto di Salutay. Dave non poteva restare, quindi la decisione spettava a me.

Ho chiamato Simon Bamford, di cui avevo usato il RIB all'inizio dell'anno per la prima volta Audace tuffo. Lui e il suo RIB erano entrambi disponibili, così come Kim Cox, un altro subacqueo trimix.

Lanciammo dal Lough Swilly e presto sfrecciammo sulle cime delle onde a 30 nodi. C'era una certa aria di eccitazione e attesa nel nostro piccolo team.

1218 campana del saluto del Tafelberg
La campana del Tafelberg, ribattezzata Empire Heritage, recuperata da Al Wright.

Siamo arrivati ​​al luogo del relitto e Simon ha sparato il più vicino possibile al ponte. Il piano era che io entrassi per primo, sganciassi il proiettile, lo mandassi su con un lift...Bags, quindi nuota lungo la linea di tiro fino alla posizione della campana e fissala.

Poi iniziavo a lavorare con un grande seghetto sul tubo d'acciaio, mentre Simon legava il RIB alla lenza.

Sono entrato e presto sono arrivato sul fondo. Fortunatamente, il tiro non era lontano dalla campana, quindi ho rapidamente insaccato il tiro e ho nuotato oltre la linea di tiro. Ho trascinato la campana e il tubo d'acciaio da sotto la piastra dove li avevamo nascosti e ho iniziato a lavorarci con il seghetto.

Dopo 25 minuti la campana era quasi libera ma necessitava ancora di altri cinque minuti di lavoro.

Mi stavo esaurendo nel mix di fondo ed avevo raggiunto la fine del tempo di fondo pianificato, quindi ho dovuto risalire.

Come avevamo programmato, dopo 30 minuti Simon mi ha superato sulla linea di tiro per finire il lavoro.

Dieci minuti dopo, mentre mi stavo ancora decomprimendo, la campana volò accanto a me verso la superficie, attaccata ad un ascensore-Bags, agganciato alla linea di tiro. Missione compiuta.

Quando sono riemerso ho tolto il mio kit, sono salito sul RIB ed eccolo lì, il Patrimonio dell'Impero campana. Raschiai via alcune conchiglie e cirripedi e riuscii a distinguere la scritta "TAFELBERG", il suo nome originale.

Ho iniziato a ripulirlo, mentre Kim portava il mio Aquazepp a fare un giro del relitto e Simon si rilassava sulla linea di tiro.

Al nostro ritorno in porto, dichiarai la campana al ricevitore del relitto per i posteri e, la settimana successiva, Saluti restituito al Patrimonio dell'Impero, con un gruppo di sommozzatori tecnici chiamati “i Banditi”, e abbiamo recuperato il telegrafo del ponte. Era stata una stagione memorabile di immersioni sui relitti.

Apparso su DIVER dicembre 2018

1218 saluti wright
Al Wright e sua moglie Freda.

ST KILDA

di Freda Wright

St Kilda è un isolato arcipelago 40 miglia a ovest-nordovest di North Uist nell'Oceano Atlantico settentrionale. Contiene le isole più occidentali delle Ebridi Esterne della Scozia e ho perso il conto delle volte in cui abbiamo visitato questa incredibile isola del Salutay.

È sempre una sensazione magica quando arrivi, perché molto spesso le condizioni meteorologiche non sono abbastanza favorevoli per arrivarci, figuriamoci per restarci.

Tuttavia, la prima volta che sono andato è stata probabilmente la più memorabile. Al mi invitò a partecipare ad un viaggio di 10 giorni nel 1998, poiché la barca non era piena e aveva spazi.

Così ho colto al volo l'occasione, riuscendo a prendermi una pausa dal lavoro all'ultimo minuto. All'epoca lavoravo per un'azienda di autonoleggio e avevo un capo molto gentile.

Ci sono volute 36 ore per andare da Port Patrick a St Kilda senza fermarsi.

Non me lo aspettavo!

Arrivando a St Kilda, le condizioni meteorologiche erano moderate, con un fresco vento da sud-est che faceva rollare il Salutay da un lato all'altro, il che significava che il nostro ancoraggio per la notte a Village Bay non era dei più comodi.

Ricordo che la mattina dopo le salsicce cuocevano nel forno per la colazione, la pancetta era sotto il grill e le uova erano a parte (su un tappetino antiscivolo) pronte per la frittura. Al mi ha detto: “Potresti tenere d'occhio la pancetta?

Controllerò solo che l'attrezzatura subacquea sia pronta per la prima immersione."

Prima che me ne rendessi conto, avevo servito una colazione completa per 10 subacquei, il che non era facile dato che alcune uova fritte scivolavano fuori dalla padella sul fornello mentre Salutay prendeva un panino.

Una volta finita la colazione, ho iniziato ad avvertire un po’ di mal di mare. Poi mi è venuto in mente. Dov'era Michael, il cuoco dell'ultimo viaggio che avevo fatto?

Più tardi scoprii che quella settimana era sulla barca dell'Ocean Youth Trust, e Al e Danny, un buon amico dai tempi dell'Università di Plymouth, avrebbero dovuto cucinare.

Fortunatamente, la mamma di Al aveva preparato in anticipo del cibo sano fatto in casa per il viaggio, che era il modo in cui funzionavano all'epoca, quindi si trattava solo di riscaldare i pasti pronti che erano stati congelati. Indovina chi ha finito per farlo? Non c'è nulla di gratuito vacanza, Ho pensato!

roccia dei pantaloni

La mia prima immersione era iniziata Trouser Rock da 30 a 10 metri, e io mi sono tuffato con una visibilità di 30-40 metri. Innumerevoli foche sfrecciavano intorno e mi mordevano fini e le pareti erano semplicemente ricoperte da un tappeto di anemoni gioiello di ogni colore immaginabile!

C'erano gamberi nelle fessure delle rocce e ogni altra creatura sottomarina che potresti immaginare.

Il sito si chiama Trouser Rock perché la forma della formazione rocciosa è esattamente la stessa dei pantaloni di Wallace nel film Wallace & Gromit. Prima ci siamo tuffati fino al fondo, poi abbiamo attraversato il buco di una caverna a forma di triangolo, abbiamo nuotato fino alla gamba dei pantaloni e praticamente siamo usciti all'altezza del cavallo! Ed è qui che abbiamo incontrato tutte le foche giocose.

L'immersione è durata 70 minuti ed ero con una sola bombola da 15 litri con un pony d'aria da 3 litri. Ci siamo immersi in diversi siti di immersione durante il nostro soggiorno lì, e in qualche modo ho finito per cucinare per il resto del viaggio. Fortunatamente il mio mal di mare è migliorato e mi sono goduto le restanti immersioni a St Kilda.

È stato durante questo viaggio che abbiamo avuto la possibilità di immergerci nell'unico relitto di St Kilda, il piroscafo ss Manor a 55 metri.

Ken, lo skipper dell'epoca (un ex CPO della marina), sparò al relitto. Danny Burton era a bordo e Al si è immerso con Danny mentre era su un rebreather, mentre io mi sono immerso con la moglie di Danny, Caroline.

Mentre scendevo lungo la linea di tiro, ho visto uno dei nostri subacquei risalire con una campana sotto il braccio e una foca (di cui era completamente all'oscuro) nuotare dietro di lui!

Avevo delle allucinazioni? O ero già drogato? No, quello che ho visto davanti ai miei occhi era reale. Tornai a guardare Caroline, i cui occhi erano spalancati quanto i miei.

Ci siamo dati l'okay a vicenda, abbiamo proseguito la ripresa e abbiamo fatto un tuffo fantastico.

Quando Caroline ed io siamo tornati in superficie, c'è stato un alterco a bordo tra due dei nostri subacquei riguardo a chi fosse il campanello.

Ken ha dovuto sedare la lite e Al ha detto che la campana doveva essere portata al museo dell'isola, ed è quello che è successo.

La notte seguente nel pub Puff Inn a Village Bay, abbiamo tenuto una cerimonia e abbiamo consegnato la campana al direttore del National Trust perché la custodisse. Per mantenere la pace tra i due subacquei, abbiamo ancorato per la notte a Glenn Bay, all'estremità opposta dell'isola rispetto a Village Bay.

Dato che il vento soffiava da sud-est, qui era più confortevole, con meno rollio all'ancora.

La mattina dopo ci siamo immersi nel Saw-cut. Si tratta di un taglio stretto, largo circa 1.3 metri e profondo 25 metri, che penetra per 60 metri nell'isola di Doon.

1218 salutay Scarbhstac arco
Lo spettacolare Scarbhstac a St Kilda.

Le pareti sono a strapiombo e ricoperte di anemoni, coralli molli e spugne. Dovevamo assicurarci di non essere trascinati attraverso il taglio e uscire dall'altra parte. Altrimenti, Ken lo skipper si arrabbierebbe molto, poiché ciò renderebbe difficile il ritiro.

Fortunatamente ero con Al e si è assicurato che ci voltassimo al punto giusto per tornare al punto di partenza e salire a bordo sani e salvi. Poi ci siamo immersi nell'arco di Scarbhstac a Boreray, che è stata un'immersione incredibile, poiché l'arco era così grande e largo, con le correnti che correvano lungo il lato della parete della grotta.

Una volta superato l'arco, hai semplicemente costeggiato il magnifico muro, ricoperto di anemoni gioiello di ogni colore immaginabile.

La nostra ultima immersione è stata a Boreray con grotte, tunnel e infinite acque cristalline. È giunto quindi il momento di tornare sulla terraferma. Era piuttosto agitato, quindi abbiamo mangiato dei panini lungo la strada, ma il tempo è migliorato e abbiamo avuto un comodo passaggio di ritorno a Port Patrick, immergendoci lungo la strada per spezzare il viaggio.

Ricordo un altro viaggio di ritorno da St Kilda. Era una giornata incredibilmente tranquilla e i subacquei erano sul ponte a fare attenzione alla fauna selvatica quando li ho chiamati per pranzo. Ho portato il pranzo di Al sul ponte e proprio mentre si alzava una balenottera minore è saltata fuori dall'acqua, aprendo una breccia!

È stato uno spettacolo assolutamente magnifico e, ragazzi, abbiamo urlato! I sommozzatori sono usciti di corsa dal salone con le macchine fotografiche in mano. La balena fece breccia ancora e ancora. Rohan Holt è riuscito a ottenere una media di foto di esso in lontananza.

Abbiamo cenato insieme a Lochmaddy Isle di North Uist. Era la serata Fish & Chips. Penso che possiamo dire che siamo l'unica nave da crociera britannica ad avere una friggitrice con due grandi cestelli.

Ho cucinato il pesce impanato (o lo sgombro direttamente dal mare se ne avessimo pescato qualcuno quel giorno). Le patatine erano fritte ed erano sempre buone da morire.

In genere provavamo a fare un tuffo di capesante il Fish & Chip Day, quindi puoi immaginare che fosse sempre un banchetto, servito con piselli tritati e rucola.

1218 saluti St Kilda
Avvicinandosi a St Kilda.

ORA LEGGI IL LIBRO...Immagine del libro 40d40d

Sandsmedia Publishing
ISBN: 9781717270788
Copertina morbida, 166 pagine, 15x23 cm, £ 19.95 (Amazon) o acquista tramite il sito Web Salutay per £ 16 più £ 2 di spedizione.

Per ulteriori informazioni sulla crociera visita salutay.co.uk

CAPESANTE DA SURF E ERBA PESCATE DA UN SUB

(per due)

Piatto di pesce a misuraINGREDIENTI Una chicca Bags di, diciamo, una dozzina di capesante; burro; Spezie di mare cajun (1 cucchiaino per 12); 3 fette di pancetta tagliate nel senso della lunghezza; sale marino e pepe; prezzemolo fresco tritato; 2 spicchi di limone.

METODO Pulite le capesante. Se non sai come fare, chiedi a un compagno subacqueo. Avvolgine sei nella pancetta e usa un bastoncino da cocktail per tenere la pancetta in posizione.
_Lascia gli altri sei da scartare. Mettete il burro su una teglia e fatelo sciogliere nel forno per un minuto. Togliere la teglia e disporvi sopra le capesante, quindi cospargerle con la spezia di mare Cajun (vedi sotto) e condire bene.
_Cuocere in forno preriscaldato a 180*C, gas 4, per circa 15 minuti finché la pancetta non sarà croccante e le capesante saranno appena cotte. Puoi sempre provarne uno senza pancetta quando nessuno guarda!
_Servire cosparso di prezzemolo fresco tritato e uno spicchio di limone o due. Di solito li servo durante la Fish & Chip Night se ne abbiamo presi alcuni. Questa ricetta è semplicemente fantastica e incredibilmente semplice, soprattutto se hai preparato in anticipo la mia ricetta alle spezie di mare Cajun.
_Ricordo di aver visto per la prima volta le capesante con il guscio nel 1990 in un hotel dove lavoravo come chef. Ogni giorno ci veniva consegnato pesce fresco e sulla fattura scritta a mano c'era la dicitura "capesante pescate dal sub". Sono rimasto così colpito. Stavo appena imparando ad immergermi e speravo un giorno di catturarne uno mio,

SUGGERIMENTO SUPERIORE Non aggiungere troppa spezia di mare Cajun, altrimenti rovinerà il gusto delicato delle capesante. Basta una piccola spolverata per esaltare davvero il gusto di questi piccoli bocconcini di bontà. Il motivo per cui avvolgo solo metà delle capesante è perché troppa pancetta può sopraffare il piatto.

SPEZIA DI MARE CAJUN

spezia a misuraINGREDIENTI 1 cucchiaino di fiocchi di peperoncino; 1 cucchiaino di coriandolo; 1 cucchiaino di granuli di cipolla; 1 cucchiaino di aglio in polvere; 1 cucchiaino di paprica; 1 cucchiaino di cumino; mezzo cucchiaino di origano; quarto di cucchiaino di pepe nero spezzato; un quarto di cucchiaino di sale marino.

METODO Utilizzando un macinacaffè, macinare tutti gli ingredienti insieme. Versare in un barattolo di marmellata. Usa un pennello pulito per rimuovere tutte le spezie dal macinino.

SUGGERIMENTO SUPERIORE Utilizzo questo mix di spezie per molte delle mie ricette. È un ottimo mix da avere a bordo ed è così versatile. Ne uso un cucchiaio invece di un cucchiaino quando voglio fare una partita più grande.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x