Ritrovato l'incrociatore leggero tedesco della Seconda Guerra Mondiale, il Karlsruhe

Scansione del relitto con il sonar Karlsruhe. (Foto: Statnett/Isurvey)
Scansione del relitto con il sonar Karlsruhe. (Foto: Statnett/Isurvey)

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Il relitto dell'incrociatore leggero tedesco della Seconda Guerra Mondiale, perduto da tempo Karlsruhe è stata scoperta al largo della Norvegia meridionale 80 anni dopo il suo naufragio, in posizione eretta a una profondità di quasi mezzo chilometro.

La scoperta è stata fatta dalla compagnia energetica statale norvegese Statnett.

Leggi anche: I sub polacchi hanno trovato la leggendaria Camera d'Ambra?

La seconda nave della classe incrociatore Konigsberg, la Karlsruhe fu varato nel 1927 e operò prima della guerra come a formazione incrociatore per cadetti della marina della Reichsmarine, prima di essere modernizzato per servire con la Kriegsmarine. Era lunga 174 metri, armata con nove cannoni da 15 cm e aveva una velocità massima di 32 nodi.

I Karlsruhe guidò un gruppo d'attacco che conquistò la città di Kristiansand il 9 aprile 1940 durante l'operazione Weserübung, l'invasione della Norvegia e della Danimarca da parte della Germania nazista.

Karlsruhe sbarcò truppe a Kristiansand ma, essendo già stata colpita dal fuoco e subito danni dall'artiglieria norvegese, fu colpita da due siluri del sottomarino HMS pigro, e alla fine fu affondato da una torpediniera tedesca.

Fino ad ora la nave era rimasta l'unica grande nave da guerra tedesca persa nell'assalto alla Norvegia che non fosse stata successivamente localizzata sul fondo del mare.

Come si è scoperto, il relitto si trovava a soli 15 metri da un cavo elettrico sottomarino che correva tra la Norvegia e la Danimarca, a 13 miglia nautiche da Kristiansand.

La scansione del sonar lo aveva rivelato come un relitto misterioso durante i lavori di ispezione di routine tre anni fa, ma è stato solo quest'estate che l'ingegnere senior del progetto Statnett, Ole Petter Hobberstad, ha avuto la possibilità di indagare ulteriormente.

Ha utilizzato un veicolo comandato a distanza e gli ecoscandagli multiraggio della nave offshore Toro olimpico. "Quando i risultati del ROV ci hanno mostrato una nave silurata, ci siamo resi conto che proveniva dalla guerra", ha detto Hobberstad. “Quando il cannone è diventato visibile sullo schermo, abbiamo capito che si trattava di un'enorme nave da guerra. Eravamo molto emozionati e sorpresi che il relitto fosse così grande.

"Trovare un relitto di guerra così speciale è raro ed estremamente divertente per noi che lavoriamo con le indagini subacquee."

La cosa più sorprendente di tutte è stata che Karlruhe giacere in posizione verticale. Di solito, come sanno i sommozzatori di relitti, il baricentro alto delle grandi navi da guerra le fa capovolgere mentre affondano.

"Ma Karlsruhe si trova saldamente a 490 metri sotto il livello del mare, con i cannoni puntati minacciosamente verso il mare", afferma Frode Kvalø, archeologo e ricercatore presso il Museo marittimo norvegese.

"Con la batteria principale di nove cannoni in tre torrette triple, questa era la nave più grande e temibile del gruppo d'attacco contro Kristiansand... Dopo tutti questi anni, finalmente sappiamo dove si trova il cimitero di questa importante nave da guerra."

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x