Il relitto più antico del South Australia porta nuovi reperti

Brocca per acqua minerale in gres rotta nella sezione di prua (Irini Malliaros / SAILS)
Brocca per acqua minerale in gres rotta nella sezione di prua della South Australian (Irini Malliaros / SAILS)

Una selce per pistola, frammenti di ceramica decorati, elementi di fissaggio di navi, bottiglie di vetro e una pietra per affilare utilizzata per affilare gli strumenti sono tra i manufatti recuperati dal più antico relitto europeo conosciuto del South Australia, che prende il nome dallo stato e affondato nel 1837.

Secondo un rapporto pubblicato di recente, il lavoro presso il Sud australiano Il sito del relitto ha incluso il recupero di una piccola selezione di oggetti “a rischio”, tutti ora sottoposti a conservazione, a seguito di una documentazione completa delle sezioni dello scafo esposte sopra il fondale marino.

Sito del relitto a Encounter Bay (James Hunter / SAILS.)
Sito storico protetto del relitto a Encounter Bay (James Hunter / SAILS)

Le indagini archeologiche sono condotte dall' Museo marittimo nazionale australiano (ANMM) e l'ente benefico Fondazione Silentworld. Nel team SAILS (South Australian Immigration & Labourer Shipwrecks Project) sono rappresentati anche il South Australian Maritime Museum (SAMM), il Dipartimento statale per l’ambiente e l’acqua e la Flinders University.

La barca Sud australiano affondò a Encounter Bay vicino a quella che oggi è la città di Victor Harbor, ma fu scoperta solo nel 2018.

Con più di 200 anni, la nave era originariamente chiamata un pacco postale Marchese di Salisbury che consegnava la posta tra l'Inghilterra e le sue colonie dal 1820. Ha continuato a servire come pacchetto navale britannico HMP Rondine prima di essere acquistato dalla South Australian Company, che lo ribattezzò Sud australiano. La nave trasportava molte vele grazie al suo scafo relativamente piccolo per massimizzare la sua velocità, afferma l'ANMM.

Possibile accendifuoco o accendifuoco a selce (Irini Malliaros / SAILS)
Possibile accendifuoco o accendifuoco a selce (Irini Malliaros / SAILS)
Frammento di perle dipinte a mano (Irini Malliaros / VELE)
Frammento di perle dipinte a mano (Irini Malliaros / VELE)

Sotto il suo nuovo proprietario il Sud australiano aveva trasportato circa 80 immigrati nella nuova colonia dell'Australia Meridionale, ma era impiegata principalmente come nave "di taglio" su cui veniva rimosso il grasso di balena al servizio dell'industria baleniera costiera di Encounter Bay.

Preparandosi a partire per Hobart in Tasmania carico di olio di balena l'8 dicembre 1837, Sud australiano fu colto da una tempesta da sud-est e fece naufragio. Tutte le persone a bordo sopravvissero, ma il relitto fu dimenticato fino agli anni '1990, quando due tentativi da parte del governo del South Australia di localizzarlo fallirono. 

Tuttavia, i dati di queste spedizioni combinati con le informazioni d'archivio hanno portato il team SAILS in una nuova area di ricerca e hanno trovato il file " Sud australiano a una profondità di 3-4 metri nell'aprile 2018. Sopra il fondale marino erano visibili strutture in legno e fasciame dello scafo, bulloni della chiglia in rame e frammenti di vetro e ceramica.

Subacquei sul relitto della South Australian (Irini Malliaros / Silentworld Foundation)
Subacquei sul relitto della Sud australiano (Irini Malliaros/Fondazione Silentworld)

La pandemia di Covid ha interrotto le indagini ma dallo scorso anno gli archeologi marittimi dell’ANMM, un conservatore di Silentworld e subacquei volontari hanno ripreso i lavori sul sito. Nonostante le condizioni meteorologiche avverse e la visibilità compromessa, sono state effettuate la registrazione fotogrammetrica e la mappatura del sito insieme ad una valutazione completa della conservazione e ad un digitale È stato prodotto un modello 3D della maggior parte del sito.

“Il significato storico e archeologico del South Australia non può essere sopravvalutato”, afferma l’autore principale del nuovo studio, il dottor James Hunter, curatore del patrimonio navale e archeologico dell’ANMM e docente associato presso la Flinders University. 

Frammento ceramico a disegno di alghe o fibre con concrezione di ferro (Irini Malliaros / SAILS)
Frammento ceramico a disegno di alghe o fibre con concrezione di ferro (Irini Malliaros / SAILS)
Frammento di brocca in gres Derbyshire (Irini Malliaros / SAILS)
Base di brocca in gres Derbyshire (Irini Malliaros / SAILS)

“Essendo il più antico relitto europeo documentato del South Australia, e una delle prime navi di immigrazione, ha il potenziale per migliorare la nostra comprensione della colonizzazione e dell’occupazione iniziale dello stato – inclusa l’istituzione di attività mercantili estrattive, come la caccia alle balene a terra e le interazioni tra Coloni europei e aborigeni.

“Allo stesso modo, la distinzione del sito come uno dei soli due (ex) relitti di navi a vela britanniche del XIX secolo sottoposti a esame archeologico conferisce una dimensione internazionale al suo significato”. 

La scoperta del Sud australiano cinque anni fa (Fondazione Silentworld)

“Mentre una percentuale considerevole di Sud australianoIl tessuto sopravvissuto di rimane sepolto, i recenti cambiamenti del fondale marino stanno portando alla luce il sito a un ritmo allarmante", riferisce il dott. Hunter.

“Ciò ha rafforzato la necessità di ulteriori indagini e indagini e sottolinea l’urgenza con cui gli sforzi di stabilizzazione del sito dovrebbero essere adottati e attuati”.

L’Università di Scienze Applicate della Germania sta sviluppando un’esperienza di realtà virtuale del Sud australiano, e la nave è anche oggetto di una graphic novel basata su ricerche e fonti d'archivio, compreso il diario di bordo originale. Il team spera di completare la sua indagine fotogrammetrica quest'anno e il loro studio è stato pubblicato su Archeologia Storica

Anche su Divernet: Individuato il luogo del naufragio più tragico d'Australia, Risolto il mistero del tempo di guerra: Wollongbar II trovato nel Mar di Tasmania, L'unico sopravvissuto naufragato per 3 giorni non lo ha detto alla famiglia, Il relitto illumina la costruzione navale del 1840, Dov'è andata Blythe Star? Risolto il mistero lungo 50 anni

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x