Le immersioni ROV più profonde catturano 3 relitti di portaerei Midway

Grande cannone in casamatta sul ponte inferiore dell'IJN Kaga (OCT / NOAA)
Grande cannone in casamatta sul ponte inferiore dell'IJN Kaga (OCT / NOAA)

La battaglia di Midway nel Pacifico settentrionale cambiò il corso della seconda guerra mondiale, ma fece affondare a grande profondità cinque portaerei, quattro delle quali giapponesi e una americana. Ora una spedizione statunitense è riuscita a catturare le immagini di tre di quelle navi da guerra nelle loro ultime sepolture.

Le immersioni con ROV sui relitti a profondità superiori a 5 km hanno richiesto diversi giorni di una spedizione finanziata dalla NOAA durata un mese chiamata Ala ‘Aumoana Kai Uli nella remota sezione nord-occidentale dell'area del Papahanaumokuakea Marine National Monument (PMNM).

Danni della bomba su Akagi (OCT / NOAA)
Danni da bomba su IJN Akagi (OTT/NOAA)
Emblema imperiale su Akagi (OCT / NOAA)
Emblema imperiale sull'IJN Akagi (OTT/NOAA)

Situata a circa 1,400 miglia a nord-ovest delle Hawaii, questa è la più grande area protetta degli Stati Uniti e una delle più grandi al mondo. La spedizione ha utilizzato la nave esplorativa da 68 metri Nautilo, di proprietà dell'Ocean Exploration Trust (OCT) sotto la direzione del famoso ricercatore di relitti statunitense Robert Ballard.

L'OCT e la NOAA Ocean Exploration hanno effettuato un'esplorazione dettagliata delle portaerei della Marina imperiale giapponese IJN Akagi e IJN Kaga, che avevano preso parte all'attacco di Pearl Harbor che portò gli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale nel 2, così come la portaerei americana USS Yorktown

IJN Akagi (Marina giapponese / Museo marittimo di Kure)
IJN Akagi (Marina giapponese / Museo marittimo di Kure)
Armi su Akagi (OCT / NOAA)
Armi sull'IJN Akagi (OTT/NOAA)

Il ROV Atalanta si tuffò prima nel Akagi, che era stato individuato durante un'indagine cartografica quattro anni fa, come riportato all'epoca on Divernet.

Nel 2019 il ROV della squadra statunitense Vulcan era stato gravemente danneggiato durante le indagini Kaga a una profondità di 5.4 km, rendendoli incapaci di catturare immagini di Akagi quando continuarono a localizzarlo a una profondità simile.

Tra l’8 e il 12 settembre di quest’anno il team OCT/NOAA ha effettuato tre rilievi visivi ROV “non invasivi” nell’arco di 14 ore su Akagi, un incrociatore da battaglia convertito sul quale 267 uomini erano morti quando la nave gravemente danneggiata fu affondata.

IJN Kaga (Mr Fukami / Museo Yamato)
La corazzata convertita IJN Kaga (Il signor Fukami / Museo Yamato)

Sono stati inoltre effettuati i primi rilievi dettagliati del Kaga, una portaerei che era stata convertita da una corazzata e che subì il maggior numero di vittime tra le portaerei a Midway - 811. L'indagine si concentrò in particolare sui danni strutturali dovuti alla battaglia e alla collisione del fondale marino.

I ROV sono poi scesi sulla USS Yorktown, che era stato localizzato nel 1998 durante una spedizione congiunta della Marina degli Stati Uniti e del National Geographic guidata da Ballard. I ricercatori sono riusciti a distinguere il vettore CV-5 designazione: 141 persone a bordo morirono quando affondò dopo essere stata silurata da un sottomarino giapponese.

USS Yorktown nel 1937 (Marina degli Stati Uniti)
La portaerei USS Yorktown nel 1937 (Marina degli Stati Uniti)
USS Yorktown (OTTOBRE / NOAA)
Forte elenco a dritta della USS Yorktown visto nel ponte di volo, che crolla a tribordo a prua con una vasca per cannoni antiaerei sotto (OCT / NOAA)
USS Yorktown (OTTOBRE / NOAA)
USS Yorktowndella torre, guardando in avanti dal lato sinistro (OCT / NOAA)

Le tre immersioni sono state finora le più profonde delle circa 1,000 condotte dai ROV lanciati da Nautilo. Sono stati trasmessi in live streaming Nautilo in diretta, consentendo a più di 100 esperti di archeologia marittima provenienti da Stati Uniti, Giappone e altrove di aiutare a guidare la missione e fornire “preziose interpretazioni in tempo reale durante le indagini”.

Un’altra vista della sovrastruttura di Yorktown (OCT/NOAA)
Un'altra vista della USS Yorktowndella sovrastruttura (OCT/NOAA)

"Durante oltre 43 ore in profondità, abbiamo metodicamente circumnavigato questi relitti storici, portando alla luce molte caratteristiche in grande dettaglio, inclusi i loro armamenti, i danni legati alla battaglia e all'affondamento", ha affermato il capo scienziato dell'OCT Daniel Wagner. “Molti cannoni antiaerei erano ancora puntati verso l’alto, fornendo indizi sugli ultimi momenti a bordo di queste iconiche navi.

“La stragrande maggioranza del nostro oceano si trova in acque molto profonde di cui non sappiamo praticamente nulla. Queste esplorazioni delle profondità marine evidenziano quante cose straordinarie sono ancora nascoste e in attesa di essere scoperte nelle grandi profondità del nostro oceano”.

Filmati di tutti e tre i relitti della portaerei (OCT/NOAA)

Ogni immersione è iniziata e terminata con cerimonie per onorare il luogo e tutti coloro che hanno perso la vita in modi che riflettevano il loro significato per le famiglie e le comunità militari Kānaka 'Oiwi (nativi hawaiani), giapponesi e statunitensi. 

"In questa occasione, ci incontriamo in quelle stesse acque del Pacifico in cui il Giappone e gli Stati Uniti una volta si scontrarono in battaglia, ma questa volta come alleati e colleghi ricercatori", ha detto il ministro giapponese Kosei Nomura.

“Ci viene ricordato che la pace di oggi e le scoperte di domani si basano sui sacrifici della guerra, e quindi, a mio avviso, è significativo che il Giappone e gli Stati Uniti stiano ora approfondendo la loro cooperazione a Midway, utilizzando una tecnologia così all’avanguardia”.

Anche su Divernet: Trovato il relitto di una portaerei della Seconda Guerra Mondiale, Petrel segna ancora – con la portaerei, Identificato il relitto storico di una corazzata giapponese, Vulcan trova il relitto di una nave da guerra più profondo di sempre, Come oltre 100 milioni di subacquei hanno identificato la portaerei scomparsa

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Bob Drooples
Bob Drooples
7 mesi fa

Guardate la Cina lanciare le chiatte di salvataggio, adesso.

Nick
Nick
7 mesi fa

wow, questo è un filmato incredibile, così chiaro e nitido. Grazie a tutti i partner che hanno reso tutto ciò possibile e non dimentichiamo tutti quei coraggiosi militari che hanno perso la vita.

SEGUICI SU

2
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x