I relitti mostrano la nuova tecnologia sonar

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I relitti mostrano la nuova tecnologia sonar

U 853

Relitto dell'U-Boot della Seconda Guerra Mondiale U-2. (Foto: Kraken Robotics / NOAA)

Quattro relitti storici al largo del Rhode Island, sulla costa nord-orientale degli Stati Uniti, sono stati utilizzati per testare una nuova tecnologia che si dice riesca a riprodurre le immagini del fondale marino e dei relitti con un dettaglio 30 volte maggiore rispetto alla scansione sonar convenzionale.

L'Università del Rhode Island, che ha suggerito i siti dei relitti alla NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) quando il suo Office of Exploration & Research stava cercando un terreno di prova adatto, sta utilizzando le nuove immagini per contribuire a costruire un caso per una maggiore protezione del navi da parte della Marina americana e dello Stato.

30 novembre 2018

Il Rhode Island fu fortemente coinvolto nello sviluppo della guerra sottomarina dal periodo della guerra civile in poi, e durante entrambe le guerre mondiali produsse un gran numero di siluri a Newport.

L’immagine è stata prodotta utilizzando un towfish attivo Kraken Katfish, che impiega una tecnologia chiamata “sonar ad apertura sintetica” sviluppata da Kraken Robotics di Terranova.

I relitti si trovano nella baia di Narragansett e nel Rhode Island Sound. Tra loro ci sono due tombe di guerra, l'U-Boot tedesco U-853 e la nave mercantile statunitense vittima Black Point, che affondò al largo di Point Judith durante la battaglia dell'Atlantico della Seconda Guerra Mondiale il 2 maggio 5.

U-853 fu l'ultimo U-boat ad essere distrutto al largo della costa orientale, mentre il Black Point fu l'ultima nave mercantile americana ad essere affondata da un sottomarino.

Le nuove immagini mostrano il U-853 in gran parte intatto ma con lo scafo pressurizzato rotto. Il siluro anteriore, i portelli del personale e il portello della batteria sono tutti visibili, così come la torre di comando, il supporto del cannone di poppa e molte delle boccette di aria compressa del sottomarino.

Il sito è regolarmente visitato da subacquei ricreativi.

I Black Point giace capovolto, con molte singole piastre dello scafo visibili nelle immagini. Una piccola sezione di poppa si trova a 550 metri di distanza.

Il terzo relitto, un sottomarino americano G-1, fu costruito nel 1911. Nel 1913 si spinse più in profondità di qualsiasi sottomarino americano dell'epoca, fino a 78 metri, ma fu dismesso nel 1920 e utilizzato come bersaglio sperimentale per cariche di profondità. Si trova a 28 metri a Taylor Point a Jamestown.

Il quarto relitto, un altro sottomarino americano L-8, fu lanciato nel 1917. Vedeva un servizio attivo trainato da una nave mercantile esca per attirare sottomarini tedeschi, e fu successivamente utilizzato in un programma segreto per sviluppare siluri che sarebbero esplosi al di sotto anziché al contatto con i loro obiettivi. Come parte di queste ricerche fu affondato come bersaglio di prova all'ingresso della baia di Narragansett nel 1926.

Un quarto sottomarino nel gruppo dei relitti, l'USS Basso, deve ancora essere ripreso.

Le immersioni sono attualmente consentite in tutti i siti e, sebbene non ci siano piani per cambiare la situazione, l'università spera di condurre un'indagine archeologica più dettagliata dei relitti, con l'obiettivo di raccomandare la loro inclusione nel Registro nazionale dei luoghi storici degli Stati Uniti.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x