I pionieri delle immersioni sui relitti celebrati in Cornovaglia

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I pionieri delle immersioni sui relitti celebrati in Cornovaglia

Museo del naufragio in scala

Da sinistra: Rex Cowan, Peter McBride, Bridget Larn, Nick Rule, Alex Cowan (figlia di Rex) e Richard Larn OBE. (Foto: Mike Davey Fotografia)

Sei innovativi cacciatori di naufragi vengono celebrati in una nuova funzione allo Shipwreck Treasure Museum nel porto di Charlestown in Cornovaglia.

Gli esploratori sottomarini rappresentati nella Pioneers Gallery iniziarono seriamente a localizzare e recuperare il contenuto dei relitti negli anni '1960, afferma il museo, fornendo "un'incredibile visione del passato".

Quattro dei sei pionieri, Richard Larn OBE, sua moglie Bridget Larn, Peter McBride e Rex Cowan, hanno partecipato all'inaugurazione ufficiale della mostra che celebra le loro imprese. Sia Larn che Cowan sono di lunga data DIVERTIMENTO rivista consulenti in materia di naufragi.

I Larn fondarono il museo nel 1976 e lo gestirono fino al 1998. Considerati tra i maggiori esperti britannici di relitti storici, hanno scritto più di 65 libri sull'argomento.

L'appassionato di immersioni McBride ha incontrato Richard Larn mentre era assegnato alla RNAS Culdrose e si appassionò alla caccia ai naufragi. Una delle sue scoperte più importanti avvenne nel 1969 con il Santo Cristo de Costello, una nave mercantile genovese portata a riva vicino a Mullion Cove durante una tempesta durante il suo viaggio inaugurale da Amsterdam a Genova nel 1667.

Scambiando la carriera da avvocato con la caccia al tesoro negli anni '1960, Cowan cercò i relitti più difficili da trovare. Lavorò al fianco della defunta moglie Zélide, anch'essa esperta di storia delle immersioni e dei relitti.

Uno dei loro sostanziali recuperi avvenne dopo una meticolosa ricerca durata tre anni nel 1971 con il Hollandia, una nave della Compagnia olandese delle Indie Orientali che affondò al largo delle Isole Scilly nel 1743.

La stimata archeologa Dr Margaret Rule CBE, morta nel 2015, ha guidato il progetto per il recupero della nave da guerra Tudor Mary Rose. Suo figlio Nick l'ha rappresentata all'inaugurazione.

Dal 2016 il Museo del tesoro del naufragio è di proprietà di Sir Tim Smit, co-fondatore dell'Eden Project e Lost Gardens of Heligan e appassionato archeologo e sommozzatore di relitti. La collezione comprende più di 8000 oggetti recuperati da più di 150 relitti, con i primi ritrovamenti da un relitto fenicio risalente al 500 a.C. circa.

Il museo è stato nominato Piccola attrazione turistica dell'anno ai Cornwall Tourism Awards 20/21 e ha vinto un premio di bronzo nella stessa categoria ai South West Tourism Awards di quest'anno.

24 Giugno 2021

"Il museo ospita la più grande collezione privata d'Europa di reperti di relitti navali e per più di 40 anni le migliaia di oggetti in mostra hanno fornito ai nostri visitatori un'incredibile finestra sul passato", ha affermato Lynné Raubenheimer del museo.

“Tuttavia, la nuova Pioneers Gallery si concentra per la prima volta su questi sei uomini e donne audaci che hanno aperto nuovi orizzonti nell’archeologia e nell’esplorazione sottomarina, dando la caccia scrupolosamente a relitti secolari e rischiando la vita per liberare i loro segreti”.

Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 5, con consigliata la prenotazione anticipata dei biglietti d'ingresso a tempo.

maggiore

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x