Gli archivi dei relitti sorprendono i ricercatori spagnoli

Flotta di Colombo
Flotta di Colombo

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Un totale di 681 navi coloniali spagnole naufragate al largo delle Bahamas, delle Bermuda, di Cuba, della Repubblica Dominicana, di Haiti, di Panama e della costa atlantica degli Stati Uniti sono state catalogate nella prima fase di un progetto portato avanti per il Ministero della Cultura spagnolo.

Una sorpresa per il piccolo gruppo di ricercatori è stata che meno dell’1% delle perdite è riconducibile ad attacchi di pirati, secondo un rapporto sui risultati dell’indagine Custode.

La stragrande maggioranza dei naufragi, il 91.2%, è stata provocata da tempeste tropicali e uragani, mentre il 4.3% delle navi è finito sugli scogli o ha avuto altri problemi di navigazione, e l'1.4% è andato perduto in azione contro navi britanniche, olandesi o statunitensi.


Oltre il 75% delle navi deve ancora essere ritrovato, ma è stato dimostrato che 12 aree di Panama, Repubblica Dominicana e Florida Keys contengono un'alta concentrazione di relitti, fino a 18 in una singola baia.

Il progetto copre quattro secoli di relitti di navi che navigavano da e verso le Americhe. La prima perdita avvenne nel 1492, quando Di Santa Maria, Christopher Columbus’s flagship, sank off Haiti, and the most recent was that of the destroyer Plutone nel 1898, alla fine della guerra ispano-americana.

Il gruppo di ricerca è composto dagli archeologi Carlos León e Beatriz Domingo e dalla storica navale Genoveva Enríquez. Finora hanno impiegato cinque anni per compilare l'elenco dagli archivi di Siviglia e Madrid.

Il loro scopo è proteggere i siti dei relitti, scoprire di più sui numerosi relitti che sono stati appena documentati e far luce sullo sviluppo storico della navigazione.

And unlike treasure-hunters, they say that they take as much interest in vessels outbound from Europe as those inbound. They were particularly surprised to find that so much cargo consisted of religious artefacts as well as clothing for slaves, weapons and large amounts of mercury, used for gold and silver extraction in mining.

La fase successiva del progetto riguarderà le rimanenti perdite dei Caraibi al largo di Messico, Colombia, Porto Rico e Costa Rica, prima che la squadra si sposti nella regione del Pacifico.

Il governo spagnolo condividerà il database risultante con quei paesi che hanno relitti di navi coloniali nelle loro acque e hanno firmato la Convenzione dell'UNESCO del 2001 per la protezione del patrimonio culturale sottomarino, nella speranza che cooperino nella protezione dei relitti dai soccorritori.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x