Immersione virtuale sulla Milkmaid islandese

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Immersione virtuale sulla Milkmaid islandese

Lattaia X

Immagine: John McCarthy.

Per celebrare il 360° anniversario del più antico naufragio identificato in Islanda, un australiano digitale Lo specialista di archeologia ha collaborato con archeologi marittimi in Islanda per produrre un tour subacqueo virtuale a 360° che include una ricostruzione della nave.

La nave mercantile olandese di 33 metri Melckmeyt (Milkmaid) fu originariamente costruita come un tipo di nave baleniera conosciuta come flauto. Fu distrutto mentre trasportava un carico pieno di pesce durante una missione commerciale illecita il 16 ottobre 1659.

Il relitto fu scoperto vicino alla remota isola di Flatey, al largo dell'Islanda occidentale, da subacquei locali nel 1992. Si scoprì che la parte inferiore dello scafo era insolitamente ben conservata dalle fredde acque del Nord Atlantico.

L'immersione virtuale di 204 secondi, basata su un rilievo 3D del sito effettuato dai subacquei, prevede una nuotata realistica sopra il relitto seguita da una digitale ricostruzione di come la nave in posizione verticale avrebbe potuto apparire ad un subacqueo sul fondo del mare poco dopo l'affondamento.

Melckmeyt faceva parte di una flotta di navi senza licenza inviate da mercanti olandesi per commerciare illegalmente con la popolazione islandese pesce e altri beni sotto falsa bandiera danese. Fu colto in un porto remoto da un'improvvisa tempesta durante la quale morì un membro dell'equipaggio. I sopravvissuti dovettero rifugiarsi per due giorni nel punto più alto del relitto.

Nel 2016 Kevin Martin dell'Università dell'Islanda ha avviato uno studio 3D dettagliato ad alta risoluzione del Melckmeyt con un team di sub che comprendeva archeologi dell'Agenzia per il patrimonio culturale dei Paesi Bassi.

25 ottobre 2019

John McCarthy, un archeologo marittimo della Flinders University in Australia, è stato successivamente finanziato dai Paesi Bassi per creare l'immersione virtuale, basata sul rilevamento di Martin e su un modello scansionato della nave originale.

"Abbiamo persino basato il dipinto di poppa su un vero dipinto olandese contemporaneo, la famosa Lattaia di Vermeer, dipinto appena un anno prima del naufragio della nave", afferma McCarthy.

"Poiché è uno dei relitti storici più antichi conosciuti in questa parte del mondo, fa luce su un periodo affascinante della storia islandese, quando la Danimarca governò l'isola e ebbe il monopolio del commercio qui per un periodo di 200 anni, "dice Martino.

“Siamo stati anche in grado di incorporare direttamente un rilievo 3D del fondale marino con texture fotografica completa. In teoria, un membro del pubblico che lo guardi potrebbe anche individuare qualcosa sul relitto che ci è sfuggito durante le nostre immersioni!”

Originariamente creato per una mostra ora al Museo Marittimo di Reykjavik, ora il tour subacqueo a 360° può essere visualizzato anche online.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x