I mari del Regno Unito sono “una stazione di servizio” per le megattere

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I mari del Regno Unito sono "una stazione di servizio" per le megattere

Fluke della megattera Svalbard 2017

Nella foto: Iain Rudkin Fotografia

Il Regno Unito offre alle megattere in migrazione una gradita pausa, secondo i risultati di un nuovo progetto di scienza dei cittadini. Ha confrontato per la prima volta una megattera avvistata nelle acque domestiche con una fotografata nell’Artico, grazie agli osservatori di balene che hanno condiviso foto sui social media.

Soprannominata vYking, la balena era una delle quattro megattere avvistate regolarmente nel Firth of Forth in Scozia lo scorso inverno. Prima del 2017, la specie era stata avvistata raramente in quel luogo, ma man mano che gli avvistamenti diventano più frequenti, ora sta emergendo come punto caldo invernale per i giganti dell’oceano.

Utilizzando una fotografia dei segni unici sul lato inferiore della coda di vYking, i volontari hanno lavorato con un team di biologi marini per vedere se la balena fosse stata fotografata altrove.

La ricerca nei cataloghi scientifici ha lasciato un vuoto, ma poi si sono imbattuti in un'immagine scattata l'estate precedente da un fotografo naturalista. Era stato girato a 1600 miglia di distanza alle Svalbard, l'arcipelago norvegese nell'alto Artico.

Entusiasti della connessione, gli scienziati hanno iniziato a indagare su altri avvistamenti e foto di megattere nel Firth of Forth condivisi dal gruppo Facebook Forth Marine Mammals.

9 agosto 2019

Megattere (Megaptera noveaengliae) sono noti per effettuare lunghe migrazioni tra i luoghi di riproduzione tropicale e le zone di alimentazione artiche, e ora sembra che le acque del Regno Unito svolgano un ruolo importante per alcuni di loro, fornendo quella che gli scienziati descrivono come una "stazione di servizio" in cui possono riposarsi, nutrirsi e interrompere i loro viaggi.

"I mari del Regno Unito sono pieni di fauna selvatica straordinaria, quindi tieni d'occhio le onde la prossima volta che sarai sulla costa e condividi tutto ciò che ti capita di fotografare con la tua organizzazione locale per la fauna selvatica: potrebbe essere l'inizio di una nuova scoperta!" ha detto Emily Cunningham, una biologa marina che ha condotto lo studio.

Gli avvistamenti di balene nei mari del Regno Unito stanno ora aumentando dopo quasi un secolo di assenza causata dalla caccia commerciale. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per capire se questo aumento è il risultato della ripresa della popolazione o di un cambiamento nella distribuzione.

L'anno scorso, gli scienziati hanno effettuato il primo abbinamento di una megattera avvistata in Scozia con zone di riproduzione in Guadalupa, e all'inizio di quest'anno una megattera avvistata in Irlanda è stata abbinata a zone di riproduzione a Capo Verde.

Il co-autore principale Daniel Moore ha affermato che il nuovo studio ha dimostrato la necessità di un’efficace conservazione marina.

“Speriamo di continuare la nostra ricerca per comprendere meglio questi movimenti e l’importanza delle acque del Regno Unito nel contribuire al successo delle migrazioni”, ha affermato.

Lo studio, basato interamente sui dati raccolti dagli osservatori di balene, può essere letto nella rivista ad accesso aperto Marine Biodiversity Records.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x