Individuati i relitti di tre aerei Truk

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Individuati i relitti di tre aerei Truk

Truk

Elica del aerosilurante Avenger. (Foto: Project Recover / Università del Delaware)

Il relitto di tre bombardieri USAF abbattuti sulla Laguna di Truk durante la Seconda Guerra Mondiale è stato localizzato dall'organizzazione benefica Project Recover, la cui missione è recuperare i resti del personale delle forze armate statunitensi dispersi in azione in tempo di guerra. 

Gli aerei, due bombardieri in picchiata Douglas SBD-5 Dauntless e un aerosilurante Grumman TBM/F-1 Avenger, volavano dalle portaerei USS Impresa e USS Intrepido per l'ultima volta durante l'operazione Hailstone nel 1944.

Il team del Project Recover, guidato dal dottor Mark Moline dell'Università del Delaware, spera ora che i resti dei sette membri dell'equipaggio possano essere identificati e recuperati.

I relitti si trovano a una profondità compresa tra 30 e 65 metri, in siti ritenuti lontani da quelli visitati regolarmente dai subacquei ricreativi nello stato micronesiano di Chuuk.

Da aprile 2018 Project Recover ha organizzato quattro spedizioni coprendo 27 miglia quadrate della Laguna di Truk, utilizzando una combinazione di sonar a scansione laterale, subacquei e ROV. Le scoperte sono state fatte durante la terza uscita e documentate durante l'ultima, lo scorso dicembre.

Moline ha detto che gli aerei stavano volando ad alta velocità quando sono stati abbattuti e non erano più intatti, il campo di detriti sparsi spiega in parte perché il relitto non era stato identificato prima.

9 marzo 2020

I dettagli dei ritrovamenti sono stati condivisi con gli Stati Federati di Micronesia e la Defense POW/MIA Accounting Agency (DPAA) degli Stati Uniti, nella speranza che possa essere intrapresa una ricerca completa dell'area.

Trenta aerei statunitensi e 103 membri dell'equipaggio furono persi durante l'operazione Hailstone del 17/18 febbraio 1944 mentre attaccavano gli ancoraggi della flotta combinata giapponese.

L’assalto distrusse circa 250 aerei giapponesi e affondò circa 40 navi, tra cui due incrociatori leggeri e quattro cacciatorpediniere: perdite che fecero della Truk Lagoon una delle principali attrazioni subacquee del mondo.

Project Recover, che lavora in collaborazione con l'Università del Delaware e lo Scripps Institution of Oceanography presso l'Università di California, ha finora rinvenuto 28 velivoli, portando a 13 recuperi di resti.

Quest'anno prevede di effettuare ulteriori spedizioni nel sud-est asiatico, nel Pacifico e nel Medio Oriente.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x