Il furto respinge la squadra di sommozzatori del Royal Oak

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Il furto respinge la squadra di sommozzatori del Royal Oak

Royal Oak

Immagine: Marjo Tynkkynen / HMS Royal 80 Survey.

Sforzi per produrre un rapporto completo a seguito di una serie di immersioni di rilievo sull'HMS Royal Oak a Scapa Flow nelle Orcadi sono stati frustrati dal furto della squadra di sub computer attrezzatura, che conteneva dati grezzi e immagini del relitto.

Le immersioni sono state organizzate dal Royal Navy Northern Diving Group e dalla Royal Oak Association e includevano subacquei civili volontari, con l'indagine guidata da Emily Turton, operatore della barca per immersioni locale Huskyan.

Il Ministero della Difesa aveva concesso alla squadra un permesso speciale per ispezionare il relitto della famosa corazzata, che fu silurata da un sottomarino nel 1939, appena sei settimane dopo l'inizio della Seconda Guerra Mondiale.

2 Febbraio 2019

La nave era all'ancora quando U47 colpito la notte del 14 ottobre. Affondò in pochi minuti, provocando la morte di 834 membri dell'equipaggio, tra cui circa 100 ragazzi marinai.

Oggi il sito è una tomba di guerra e rappresenta il relitto di una corazzata dell'era Dreadnought più intatto. Le immersioni sono generalmente vietate, anche se i subacquei della Marina Militare visitano il relitto ogni anno per far volare un White Ensign in onore dell'equipaggio.

La squadra di sub aveva la licenza per raccogliere dati e produrre immagini fisse e video per creare immagini fotogrammetriche 3D da utilizzare nelle commemorazioni dell’80° anniversario dell’affondamento della nave di quest’anno. Gli ultimi sopravvissuti sono morti due anni fa.

Ma il piano di poter presentare i risultati ai parenti dell'equipaggio e al pubblico in tempo per l'anniversario è stato ostacolato dal furto del laptop Schenker della squadra e di due unità di backup insieme a un monitor e due torce subacquee da una proprietà a Stromness.

È stata offerta una ricompensa di 1500 sterline per il recupero dell'attrezzatura e la polizia locale sta indagando sul crimine, che secondo loro è insolito nelle Orcadi.

"Ci sono pochi dettagli della nave di dominio pubblico, nonostante l'enorme perdita di vite umane", ha affermato Gareth Derbyshire, presidente della Royal Oak Association.

“Crediamo che l’indagine non solo sarà di notevole interesse per coloro che hanno un buon collegamento con la nave, ma fungerà anche da mezzo importante per garantire che la storia della nave e le circostanze della sua perdita siano a disposizione delle generazioni future. "

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x