Il lavoro di squadra risolve il puzzle delle caverne della Tasmania

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Il lavoro di squadra risolve il puzzle delle caverne della Tasmania

Fordyce

La squadra, con Stephen Fordyce a sinistra e Stefan Eberhard secondo da destra. (Foto: Stefan Eberhard)

Una squadra di speleologi della Tasmania è riuscita a stabilire il collegamento a lungo ricercato tra le grotte più profonde dell'Australia e la quarta più profonda conosciuta, battendo nel frattempo il record nazionale di profondità delle grotte.

Gli speleologi hanno cercato di dimostrare un collegamento tra Niggly Cave e Growling Swallet sin dagli inizi del 1900. Immergendosi da solo, Stephen Fordyce, 32 anni, ha raggiunto la profondità record australiana di 395 metri, superando circa 250 metri di passaggi sottomarini inesplorati per trovare il collegamento.

La spedizione di quattro giorni che aveva organizzato per un anno era supportata da una squadra di speleologi del Southern Tasmanian Caverneers (STC) con sede a Hobart.

Il team di 10 persone ha trascorso quattro giorni alla fine di maggio in campeggio nel sistema Junee-Florentine di oltre 600 grotte e 50 km di passaggi sotterranei esplorati che si trova sotto il Parco nazionale di Mount Field, a nord-ovest di Hobart.

L'arduo avvicinamento all'inizio del passaggio allagato che trasportava l'attrezzatura subacquea di Fordyce è durato sette ore. Una camminata di 90 minuti su una ripida collina fino all'ingresso della Niggly Cave è stata seguita da un'ora trascorsa a infilarsi in un passaggio stretto e tortuoso, e ulteriori progressi includevano una calata di 250 metri e l'attraversamento di una cascata utilizzando l'apparato della linea aerea "volpe volante" .

11 Giugno 2019

Il pozzo iniziava ad una profondità della grotta di 350 m. "Poi sono andato e ho fatto un'immersione piuttosto solitaria e spaventosa per 100 minuti", ha detto Fordyce.

Ha descritto l'immersione orizzontale con una profondità massima di 12 metri come “essenzialmente un labirinto sott'acqua, mentre tracciavo delle linee guida in modo da poter trovare la via d'uscita, per trovare dove il passaggio si collegava all'altra grotta.

“Ho scelto un muro a sinistra e l'ho seguito per la maggior parte del tempo. Poi a volte diventa troppo stretto e quindi devi tornare indietro e girare. C'erano un paio di restrizioni davvero basse per le quali non ero sicuro di poterle superare e ho dovuto divincolarmi davvero.

Ha descritto il momento dell'incontro con il sistema Growling Swallet, in cui aveva precedentemente tracciato una linea. “Sono riuscito a nuotare e vedere la linea guida che ho inserito quattro anni fa, e legare la nuova linea guida alla vecchia linea guida e mettere un indicatore che dice 'questo è il punto di connessione'.

“Uno degli enigmi sotterranei più sconcertanti dell'Australia è stato risolto. Questa scoperta è il risultato del lavoro congiunto di generazioni di speleologi in Tasmania, e non sarebbe stata possibile senza un enorme lavoro di squadra”.

Il vicepresidente della STC, Dr. Stefan Eberhard, che faceva parte del team della spedizione, ha affermato che la creazione del collegamento è stata importante per lo sviluppo sia della conoscenza scientifica che della protezione dell'ambiente. "Le grotte giugno-fiorentine contengono elementi di grande valore culturale, scientifico e conservazionistico, tra cui siti del patrimonio archeologico, specie uniche di fauna adattata alle caverne, ossa di megafauna estinta e antichi sedimenti depositati durante i periodi glaciali", ha affermato.

“L’esplorazione di queste grotte è lungi dall’essere completa e molto altro di questo complesso e straordinario puzzle resta da scoprire e mappare da speleologi e speleologi negli anni a venire”. Durante la spedizione la squadra di supporto aveva scoperto un chilometro di nuovo passaggio, mentre Fordyce aveva trovato un passaggio che portava verso un'altra grotta a 3 km di distanza, fornendo un punto focale per la prossima avventura sotterranea della squadra.

Oltre a Fordyce ed Eberhard, la squadra era composta da Alan Jackson, Gabriel Kinzler, Serena Benjamin, Fraser Johnston, Petr Smejkal, Patrick Eberhard, Chris Sharples e Rolan Eberhard.

Un film documentario, Tartaro: Alla ricerca della Caverna Maestra di Junee, la pubblicazione è prevista in un secondo momento.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x