La mortalità degli squali è legata al successo della conservazione

Ottimo Terry Goss bianco
Ottimo Terry Goss bianco

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Un esperto di squali ha collegato la morte di un nuotatore in seguito all’attacco di un grande squalo bianco la scorsa settimana al riuscito ripristino delle popolazioni di foche e di conseguenza di squali al largo della costa nordorientale degli Stati Uniti.

Julie Dimperio Holowach, 63 anni, è morta il 27 luglio nel primo attacco mortale di squalo mai registrato nello stato del Maine.

Robert Hueter, scienziato senior e direttore del Centro per la ricerca sugli squali del Mote Marine Laboratory, ha sottolineato che tali incidenti mortali tendono ad essere casi di identità errata ed erano generalmente evitabili.

Ha detto al Guardian che la popolazione di foche ora protetta del Maine e il conseguente aumento della presenza di squali erano il risultato dei divieti sia sulla pesca dei mammiferi marini, in vigore da quasi 50 anni, sia sui danni agli attrezzi da pesca, imposti 30 anni fa.

Holowach stava nuotando a circa 20 metri dalla riva dell'isola Bailey vicino alla sua casa estiva ad Harpswell. La specie di squalo che l'aveva attaccata era stata successivamente identificata da un frammento di dente, e Hueter sottolineò che, poiché i grandi squali bianchi tendono agguati e si precipitano in superficie per sorprendere la preda, è probabile che abbia scambiato Holowach nella sua oscurità. muta per un sigillo.

Ha detto che i nuotatori di superficie dovrebbero evitare di indossare abiti scuri, di uscire da soli o di avventurarsi troppo vicino alle foche o ai pesci presenti in gran numero.

“Non sorprende che con una popolazione di foche ricostituita vediamo lì il predatore della foca”, ha detto Hueter del Maine.

In estate i grandi bianchi viaggiavano lungo la costa orientale fino al Canada in cerca di acque più fresche, soprattutto con l'aumento della temperatura dell'oceano, ma secondo lui era più probabile che fosse l'aumento delle prede disponibili ad attirare l'attenzione al largo della costa del New England. .

Considerando che non è difficile per uno squalo scambiare un nuotatore per una preda in superficie, gli attacchi mortali sono molto rari. L’anno scorso ce ne sono stati solo cinque in tutto il mondo, uno in più rispetto alla consueta media annuale, e di questi attacchi solo due sono stati confermati come non provocati.

Il Mote Marine Laboratory con sede in Florida è stato recentemente su Divernet News perché i suoi scienziati sono attualmente coinvolti nell'esplorazione di una serie di buchi blu nel Golfo del Messico.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x