Gli scienziati si tuffano nel paesaggio sonoro della vita negli stagni

Il laghetto del vecchio Sneed Park (Dr. Jack Greenhalgh)
Il laghetto del vecchio Sneed Park (Dr. Jack Greenhalgh)

I subacquei saranno meno sorpresi rispetto al pubblico non subacqueo dalla rivelazione dei ricercatori dell'Università di Bristol che, sotto la superficie, le acque interne sono luoghi rumorosi.

"Gli stagni sono pieni di suoni bizzarri e misteriosi prodotti dal graffio degli insetti acquatici, dal rimbombo dei pesci e dallo scoppio delle piante", afferma il dottor Jack Greenhalgh della School of Biological Sciences dell'università, autore principale di un nuovo studio ad accesso libero pubblicato sulla rivista Biologia dell'acqua dolce. “È come una discoteca sottomarina!”

Lo studio, tuttavia, fa molto di più che dirci che i siti interni sono rumorosi: si ritiene sia il primo ad aver descritto in dettaglio i paesaggi sonori degli stagni del Regno Unito. Mentre il monitoraggio acustico è stato ampiamente utilizzato per registrare i mammiferi marini, i diversi paesaggi sonori degli ambienti di acqua dolce sono rimasti in gran parte inesplorati, afferma il team.

I ricercatori hanno utilizzato idrofoni per raccogliere 840 ore di registrazioni sonore subacquee da cinque acque interne nel sud-ovest dell'Inghilterra: Old Sneed Park, Eastwood Farm, Abbots Pool e Squabmoor e Chew Magna serbatoi.

Scarabeo acquatico (Dr. Jack Greenhalgh)
Lo scarabeo acquatico contribuisce alla cacafonia (Dr. Jack Greenhalgh)

Un'attenta analisi dei file audio ha rivelato cicli di attività acustica quotidiana chiaramente definiti. Di giorno le piante acquatiche dominavano l'"orchestra sottomarina" con lamenti ritmici e ticchettii prodotti dalle bolle di ossigeno rilasciate mentre le piante respiravano alla luce del sole. 

Di notte, gli insetti acquatici gareggiavano per attrarre i compagni sfregando i genitali contro l'addome, producendo suoni graffianti.

Barcaiolo (Dr. Jack Greenhalgh)
I barcaioli sono persone rumorose (Dr. Jack Greenhalgh)

Il metodo acustico può essere utilizzato per determinare la presenza di specie particolari e i livelli di salute ecologica senza disturbare l'ambiente, afferma il team. “Data la ricca diversità di suoni sottomarini che viene rivelata solo ora, il potenziale per valutare la salute degli ecosistemi di acqua dolce è grande, soprattutto con i dispositivi di monitoraggio a basso costo che stanno diventando disponibili”, afferma il prof. Gareth Jones. 

I ricercatori sperano che il monitoraggio acustico degli ecosistemi di acqua dolce possa aiutare a prevenire la perdita irreversibile di specie derivante dal cambiamento climatico e dalla perdita di habitat. “Gli habitat di acqua dolce come stagni, laghi e fiumi sono di vitale importanza per la biodiversità”, afferma il prof. Martin Genner. 

“Questo studio mostra come possiamo utilizzare i paesaggi sonori per saperne di più sui cicli quotidiani della vita d’acqua dolce e fornisce informazioni su come possiamo utilizzare i suoni per conoscere le specie che vivono nelle nostre acque interne”.

Anche su Divernet: Esplora 16 straordinari siti di immersione nell'entroterra del Regno Unito: Coldwater Adventures, Acqua dolce quattro: immersioni nell'entroterra

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x