Il contrabbando di rebreather comporta una condanna a cinque anni

Pena di 57 mesi di carcere per Peter Sotis
Peter Sotis

Peter Sotis, il rebreather statunitense istruttore che era amico del regista Rob Stewart di Sharkwater quando morì durante un'immersione profonda nel 2017, è stato condannato a quasi cinque anni di reclusione per aver cospirato e tentato illegalmente di esportare rebreather di livello militare senza licenza in Libia.

I subacquei della Florida Sotis, 57 anni, ed Emilie Voissem, 45 anni, sono stati condannati lo scorso ottobre al termine di un processo con giuria durato una settimana a Miami, come riportato su Divernet. Ora Sotis ha ricevuto una pena detentiva di 57 mesi.

Voissem, giudicata non colpevole di false dichiarazioni, è stata condannata a cinque mesi di carcere e altri cinque mesi confinata a casa sua.

Il tentativo della coppia di contrabbandare rebreather a circuito chiuso in Libia è avvenuto nell'agosto 2016, secondo l'ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il sud della Florida. Poiché i rebreather possono essere utilizzati sia per scopi ricreativi civili che militari, sono inclusi nella lista di controllo del commercio degli Stati Uniti degli articoli di esportazione che richiedono una licenza da parte del dipartimento del commercio (DOC) prima di poter essere inviati a nazioni che sollevano problemi di sicurezza, come come la Libia.

Sotis era proprietario all'80% e direttore dell'ufficio Voissem di attrezzatura subacquea e formazione azienda Aggiungi elio a Fort Lauderdale. Durante il processo si dice che abbiano sfidato l'istruzione di un agente speciale del DOC di non esportare i rebreather in attesa di una decisione sulla licenza e che abbiano mentito alla compagnia di navigazione nel tentativo di ingannarla.

Si dice anche che Sotis abbia minacciato un testimone del governo di non collaborare con l'indagine federale, che è stata condotta dal DOC e dall'Homeland Security Investigations assistito dall'FBI e dalla US Customs & Border Protection. 

Nel marzo 2017, Divernet ha riferito che i genitori di Rob Stewart stavano intentando una causa contro Sotis, sua moglie Claudia, Add Helium e altri in relazione alla morte del figlio nel gennaio di quell'anno.

Secondo la denuncia Sotis e Add Helium, che avevano insegnato a Stewart a usare un rebreather, erano stati “responsabili dell'immersione e avevano venduto l'attrezzatura del rebreather utilizzata dai subacquei”. Stewart è morto dopo la terza immersione della giornata da 70 metri effettuata dalla coppia per recuperare un'ancora sul relitto della Queen of Nassau al largo delle Florida Keys.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x