La polizia indaga sui danni alla vasca Valentine, immersione nelle stelle

Carro armato di San Valentino
I subacquei dell'IPSAC esaminano il serbatoio numero uno di Valentine quando era ancora intatto (IPSAC)

Un'indagine penale è stata avviata dopo che gravi danni sono stati subiti dal carro armato numero 1, fino ad ora l'ultimo dei veicoli militari Valentine a Studland Bay, nel Dorset, rimasto in gran parte intatto dal loro tragico affondamento 78 anni fa.

Leggi anche: Rompere le catene per i cavallucci marini dello Studland

I carri armati Valentine Duplex Drive (DD) erano veicoli anfibi sperimentali dell'esercito britannico costruiti durante la seconda guerra mondiale. Sette affondarono nella baia nell'aprile del 1944 durante l'esercitazione top-secret del D-Day "Operazione Smash" con la morte di sei soldati, anche se fu mai ritrovato un solo corpo.

Entrambi Archeologia marittima dell'Università di Bournemouth e la filiale BSAC dell'Isola di Purbeck con sede a Swanage (IPSAC) hanno ricevuto una soffiata a metà ottobre che l'attrazione subacquea era stata danneggiata e hanno inviato i propri subacquei a indagare.

Hanno scoperto che la torretta da 2 tonnellate era stata staccata dal carro armato numero 1, squarciando il corpo e danneggiando le ruote. La torretta giaceva a lato del carro armato e l'interno del veicolo era stato esposto, lasciando vulnerabili tutti i beni dell'equipaggio, le attrezzature e forse gli ordigni. 

La mitragliatrice, l'elica, i portelli delle torrette e gli accessori in ottone erano già stati rimossi dai sommozzatori anni fa, e la canna della pistola era stata danneggiata più recentemente. 

Un carro armato DD Valentine caricato su un mezzo da sbarco nel gennaio 1944 (Museo della guerra imperiale)
Un carro armato DD Valentine caricato su un mezzo da sbarco nel gennaio 1944 (Imperial War Museum)

Il numero 1 è legato al serbatoio numero 2, già separato dalla sua torretta, ed entrambi giacciono a una profondità di circa 15 m. Il sito è regolarmente visitato da barche per immersioni provenienti da Swanage e Poole. 

Su consiglio di Historic England (HE), il sito del serbatoio di Valentine è stato designato come monumento della Programmazione Uno nel 2019, il 75° anniversario degli affondamenti.

Sebbene non siano classificati come tombe di guerra, i relitti sono considerati siti da non toccare per i subacquei, ma coloro che indagavano sul danno scoprirono che le boe HE utilizzate per contrassegnare il sito erano scomparse.

Ho sentito una voce

Si ritiene che i danni siano stati causati tra sabato 24 e mercoledì 28 settembre. 

"Uno dei nostri skipper locali ha detto di aver sentito una voce secondo cui era successo qualcosa", ha detto l'archeologo marittimo Tom Cousins ​​dell'Università di Bournemouth Notizie Swanage. “Non ci credevo, ma dato che eravamo in zona siamo andati a controllare e abbiamo trovato una grande scena di distruzione laggiù.

"È stato un vero shock... Non voglio speculare su cosa potrebbe averlo causato mentre è in corso un'indagine penale, ma dovremo scendere di nuovo per mettere in sicurezza l'area."

“È un incidente molto sconvolgente”, ha detto al giornale il presidente dell’IPSAC Nick Reed. “Era una parte importante della storia marittima e un sito molto popolare per i subacquei di Swanage.”

Ha detto che il club si immergeva nelle vasche due o tre volte l'anno. "Abbiamo lavorato molto per esaminare e registrare tutti e sette i carri armati Valentine prima del 75° anniversario dell'Operazione Smash, e ogni anno deponiamo sempre lì una ghirlanda di papaveri."

HE afferma che sta agendo per prevenire ulteriori danni e sta collaborando con la squadra di impegno marittimo della polizia del Dorset, che sta indagando sull’incidente. Qualsiasi subacqueo con informazioni è pregato di contattare Polizia del Dorset oppure chiamare il 101, citando il numero di occorrenza 55220169735.

Carri armati di San Valentino e lezioni apprese

Lancio di un carro armato Valentine
Il carro armato Valentine nel suo schermo in tela (NAS)

Destinati a fornire copertura alle truppe alleate quando sbarcarono sulle spiagge della Normandia nel giugno 1944, i carri armati anfibi Valentine erano dotati di schermi di tela gommata attorno a loro per consentire loro di galleggiare e i loro motori erano collegati a due eliche. 

L'Operazione Smash top secret fu la più grande esercitazione a fuoco vivo del suo genere durante la Seconda Guerra Mondiale. Winston Churchill, il re Giorgio VI e il comandante supremo alleato, generale Dwight Eisenhower, erano tra gli osservatori quando, poco dopo che i carri armati avevano lasciato il loro mezzo da sbarco al largo, un cambiamento inaspettato delle condizioni del mare li fece affondare.

I carri armati DD Valentine furono utilizzati con successo durante il D-Day di giugno, ma furono lanciati in acque meno profonde. I carri armati piuttosto che gli ufficiali della marina avevano il compito di decidere quando era sicuro lanciarli, come risultato delle lezioni apprese dalla tragedia del Dorset.

La Royal Navy fece saltare in aria cinque dei carri armati affondati a causa delle preoccupazioni sulla sicurezza degli ordigni ancora presenti su di essi, ma gli altri due in quel momento non erano stati ritrovati. La vasca recentemente danneggiata era una di quelle due: le due che si immergevano più spesso.

Anche su Divernet: I carri armati che hanno vinto, I carri armati di San Valentino Swanage

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x