PADI nomina i primi 11 Eco Center in occasione della Giornata della Terra

Immersioni con Red Sea Diving Safaris a Marsa Alam, Egitto (PADI)
Immersioni con Red Sea Diving Safaris a Marsa Alam, Egitto (PADI)

PADI ha nominato i suoi primi 11 Eco Center verificati in risposta, afferma, alla scoperta del partner di lunga data Reef-World Foundation secondo cui il 95% dei subacquei desidera prenotare viaggi con operatori sostenibili ma spesso fatica a prenotare con sicurezza.

Leggi anche: La Giordania diventa la quindicesima nazione per i tuffi con Green Fins

Quello studio del 2022, Sostenibilità in un mondo dei viaggi in ripresa, è stato segnalato Divernet lo scorso giugno e può essere scaricato qui. PADI descrive la sua nuova designazione di Eco Centro come “una credenziale prestigiosa assegnata a coloro che dimostrano un impegno continuo per la conservazione”, programmando il suo annuncio in concomitanza con Giornata della Terra (22 aprile).

“PADI si impegna a proteggere il 30% degli oceani entro il 2030, un impegno alimentato dalla creazione di partenariati con idee simili, dalla mobilitazione dei nostri membri del PADI Mission Hub, dalla riconsiderazione del modo in cui le persone viaggiano e dall’incoraggiamento dei cambiamenti quotidiani che tutti noi possiamo apportare per un mondo migliore e più sostenibile. un pianeta più sano – con i PADI Eco-Centres che fungono da catalizzatori per un vero cambiamento nel settore del turismo”, ha affermato il direttore globale del marchio Julie Andersen.

Lezioni di conservazione al Red Sea Diving Safaris (PADI)
Istruzioni di conservazione al Red Sea Diving Safaris in Egitto (PADI)

Gli Eco Center sono quelli riconosciuti da PADI come aziende che supportano gli obiettivi del suo Blueprint for Ocean Action. L’agenzia afferma che il suo obiettivo finale è quello di mettere in contatto gli amanti dell’oceano con i leader della sostenibilità nel settore delle immersioni “attraverso una rigorosa verifica che dia ai viaggiatori la certezza che i loro soldi per il turismo avranno un impatto positivo”.

La verifica richiede un anno

La verifica viene effettuata in collaborazione con Green della Reef-World Foundation Pinne iniziativa, applicando tre serie di criteri nell’arco di un anno per garantire che il centro possa dimostrare un “livello esemplare di migliori pratiche ambientali sopra e sotto la superficie”.

I PADI Eco Center si impegnano ad adottare e proteggere almeno un sito di immersione locale attraverso il programma Adopt the Blue di PADI Aware. Ciò significa estendere gli sforzi locali da parte sia dei subacquei che dei non subacquei per ripulire i detriti marini, proteggere le specie vulnerabili, ripristinare le barriere coralline e affrontare gli effetti del cambiamento climatico, nella speranza di accelerare la creazione di aree marine protette (AMP).

L’iniziativa coinvolge la scienza dei cittadini e la raccolta di dati, la difesa delle politiche locali e globali e l’offerta di opportunità educative per tutte le età, afferma PADI.

Il potenziale Eco Centro deve essere a Pinne verdi membro e seguire il proprio codice di condotta ambientale. L'adesione può essere ottenuta tramite valutazione di persona o online, con l'operatore subacqueo che si impegna a svolgere almeno tre azioni di conservazione.

In terzo luogo, i PADI Eco Center devono dimostrare queste azioni nell’ambito del Green Pinne sistema di classificazione. Possono variare dall'insegnamento di corsi PADI Aware alla conduzione di iniziative di citizen science o alla pulizia delle spiagge locali, ma i progressi nella riduzione dell'impronta ambientale del centro devono essere misurabili e dimostrati.

I primi Eco Centri PADI:

1. Safari subacquei nel Mar Rosso, Egitto: Con tre villaggi lungo la costa meridionale di Marsa Alam, Red Sea Diving Safaris è uno dei principali attivisti ambientali dell'Egitto e pioniere dello sviluppo del turismo sostenibile, secondo PADI.

Red Sea Diving Safaris è uno dei primi 11 PADI Eco Center (PADI)
Red Sea Diving Safaris è uno dei primi 11 PADI Eco Center (PADI)

2. Spedizioni subacquee Ninja / Messico: Si dice che sia focalizzata sul colmare il divario tra turismo, scienza e conservazione a Baja, in Messico, questa operazione dovrebbe sostenere la comunità locale in modi che vanno da un programma di borse di studio alla ricerca marina, creando opportunità per i subacquei di connettersi e acquisire competenze di cittadinanza-scienza. -imposta.

3. Centro immersioni Fifth Point / Regno Unito offre ai subacquei la possibilità di prenotare vacanze eco-avventurose, afferma PADI, e consente alle generazioni più giovani e ai professionisti di assumere un “ruolo di primo piano nella creazione di un cambiamento positivo nell’oceano”.

4. Mondo silenzioso / Stati Uniti: Integrando gli sforzi di conservazione e riducendo al minimo la folla, si dice che questa operazione di Key Largo renda il salvataggio dell'oceano e le immersioni nel Santuario marino nazionale delle Florida Keys "senza stress". 

5. Excel Immersioni / Spagna: Situato a Tenerife, nelle Isole Canarie, questo centro offre programmi di tirocinio alla comunità locale in modo che possano migliorare le proprie opportunità di carriera ed educare gli altri sull'importanza della conservazione.

6. Ceningan Divers / Indonesia: Operante nell'AMP di Nusa Penida, questo centro ha vinto numerosi premi di sostenibilità del settore, afferma PADI, e si classifica come uno dei primi tre centri verdi al mondo Pinne Operatori  

7. Sea Voice Divers / Malesia: Questo “piccolo ma potente” Eco Center malese mantiene piccoli i suoi gruppi di immersione, gestisce numerosi programmi di conservazione e incoraggia i clienti e i membri del team a ottenere la certificazione AWARE Specialist, afferma PADI.

8. Scuba Elite / Bonaire: Questo centro educa e responsabilizza sia i giovani locali che i visitatori nella protezione delle coste e dei coralli attraverso la specialità PADI Reef Renewal.

9. Evoluzione / Filippine: Si dice che questo piccolo Eco Center gestito dai proprietari sull'isola di Malapascua, al largo di Cebu, garantisca che ogni uscita sia un'immersione Dive Against Debris.

10. Avventure subacquee Scubacao / Curaçao: La specialità PADI Reef Renewal viene offerta insieme a opportunità di volontariato per proteggere le barriere coralline locali.

11. Oceani Illimitati / Costa Rica: Questo centro immersioni nel Pacifico collabora con la locale organizzazione no-profit Marine Conservation Costa Rica per gestire un programma di ripristino dei coralli a Quepos, con opportunità educative e di sensibilizzazione sia per la gente del posto che per i visitatori.

Red Sea Diving Safaris è uno dei primi 11 PADI Eco Center (PADI)

PADI chiede ai subacquei di firmarlo Salvare l'oceano impegnarsi in occasione della Giornata della Terra e impegnarsi a intraprendere cinque azioni di conservazione.

Anche su Divernet: Cerco siti di immersione per adottare lo schema blu,  PADI collabora con i creativi per contribuire a salvare gli oceani, Green Fins diventa digitale per aumentare la portata, “Il 70% dei subacquei entra in contatto con la barriera corallina”

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Khariiyatun
Khariiyatun
11 mesi fa

Forza Seavoice! Congratulazioni per essere stato selezionato

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x