I subacquei PADI aiutano a intercettare la plastica

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I subacquei PADI aiutano a intercettare la plastica

The Ocean Cleanup

Un intercettore in Malesia. (Foto: La pulizia dell'oceano)

L’ente ambientalista The Ocean Cleanup si è unito a PADI e alla nuova Fondazione PADI AWARE nel tentativo di affrontare l’inquinamento da plastica negli oceani su larga scala. 

The three organisations want to involve divers in what PADI calls “one of the most ambitious citizen-science projects ever taken on by the dive community”.

The Ocean Cleanup ha fatto notizia quando è stata fondata dall’allora diciottenne inventore Boyan Slat nei Paesi Bassi nel 18. Ora impiega quasi 2013 ingegneri e ricercatori impegnati in un duplice attacco all’inquinamento da plastica.

Il suo piano iniziale era quello di sviluppare sistemi tecnologici su larga scala in grado di compattare e raccogliere la plastica già accumulata nell’oceano, riciclando questo materiale in prodotti durevoli per finanziare le operazioni continue.

Nel 2019, l'organizzazione ha lanciato l'altra metà della sua strategia con i suoi Interceptor, con l’obiettivo di utilizzarli per estrarre l’80% della plastica superficiale dai 1000 fiumi più inquinanti del mondo prima ancora che possa raggiungere l’oceano. theoceancleanup.com

“Siamo entusiasti di lavorare insieme alla principale organizzazione subacquea del mondo”, ha affermato Dan Leahy, responsabile dello sviluppo di The Ocean Cleanup. “La loro passione per gli oceani puliti crea un adattamento naturale tra le nostre organizzazioni e sono lieto che possiamo ampliare i nostri dati e le nostre capacità di ricerca attraverso la loro comunità dedicata di subacquei”.

“By combining the ingenuity of The Ocean Cleanup’s Interceptors, which remove floating plastic, with the passion and perspective of the global dive community working to save the ocean below the surface through citizen science, this monumental partnership is poised to inform waste-management solutions that will significantly reduce marine debris from the surface to the sea floor,” said PADI president and CEO Drew Richardson.

“Il successo di soluzioni preventive e durature su scala globale sarà possibile solo attraverso il coinvolgimento della comunità locale”.

The idea is for PADI’s network of dive-centres, dive professionals and recreational divers to drive the joint citizen-science effort through surface and underwater surveys near the Interceptors and at surrounding oceanic dive-sites.

25 Giugno 2021

Data collected on the amount and type of waterborne plastics found will help to inform governments in evolving waste-management policies, says PADI. A pilot project is set to take place in Malaysia later this year with an Interceptor in the Klang river.

PADI divers in the region will collect data through regular river, ocean surface and Dive Against Debris seabed surveys. The formation of the PADI AWARE Foundation was announced on World Oceans Day on 8 June, and its Community Grant is expected to provide resources to participating PADI dive-centres and resorts.

Action in areas of Indonesia, the Dominican Republic, Vietnam, the USA, Jamaica and Thailand are expected to follow suit if the pilot project is successful.

Per saperne di più qui.

maggiore

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x