Imitatori di orche e una balena misteriosa

Balena dal becco sconosciuta al largo delle Isole San Benito.
Balena dal becco sconosciuta al largo delle Isole San Benito.

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I globicefali con pinne lunghe dell'Australia meridionale hanno sviluppato la capacità di imitare i richiami delle orche assassine e i ricercatori che hanno fatto la scoperta credono che utilizzino il trucco per superare in astuzia il loro predatore naturale e rivale alimentare.

La ricerca, condotta dal Center for Marine Science & Technology della Curtin University, si è basata sull'analisi dei richiami delle balene registrati nella Grande Baia australiana tra il 2013 e il 2017. Tutte le precedenti ricerche di questo tipo sulla specie erano state condotte con popolazioni dell'emisfero settentrionale - in Stati Uniti, Canada ed Europa.

Leggi anche: Perché le orche attaccano le barche? Domande e risposte degli esperti

Gli scienziati hanno identificato tre vocalizzazioni uniche precedentemente non segnalate e, insieme alla mimica, hanno trovato prove di "duetti" tra le balene. Questo canto coordinato e modellato da parte di due animali è comune negli uccelli e nei primati, ma è stato segnalato solo molto raramente nei mammiferi acquatici.

In relazione ai legami sociali, ciò suggerisce che il sistema di comunicazione acustica dei globicefali sia più sofisticato di quanto si sospettasse in precedenza, affermano i ricercatori.

L'autrice principale Rachael Courts ha affermato che il mimetismo potrebbe essere una strategia intelligente delle balene “per mascherarsi dai predatori, comprese le orche assassine. Potrebbe anche consentire loro di recuperare i resti di cibo delle orche, senza essere scoperti”.

Ha anche notato che alcuni dei richiami erano “straordinariamente simili” a quelli dei globicefali con pinne lunghe nell’emisfero settentrionale – “il che è sorprendente dato che non si prevede che mammiferi acquatici non equatoriali come questi attraversino l’Equatore per viaggi su larga scala”. migrazioni”. Si pensava che le due popolazioni non fossero state in contatto per almeno 10,000 anni.

“I nostri risultati sollevano quindi la questione di quanto si estendano realmente gli habitat di queste due popolazioni”, ha affermato Courts. "Ora che abbiamo documentato parte del loro repertorio di chiamate, possiamo monitorare le zone domestiche con registratori di suoni subacquei remoti."

Lo studio è pubblicato su Scientific Reports.

NEL TEMPO i ricercatori che lavorano con la Sea Shepherd Conservation Society hanno catturato filmati e campioni genetici di una specie di balena non identificata vicino alle remote isole di San Benito, al largo della costa del Pacifico del Messico.

Il team di esperti di balene dal becco aveva deciso di indagare su un segnale acustico non identificato registrato nell’area nel 2018. Come tutti i cetacei, le balene dal becco emettono segnali di ecolocalizzazione unici per ciascuna specie.

Ci sono 23 specie conosciute e si pensava che il segnale potesse provenire da una balena dal becco di Perrin, una specie mai vista prima dal vivo.

Tre balene dal becco sono state avvistate emergere dalla nave di Sea Shepherd Martin Sheen – ma non erano di Perrin.

Gli scienziati hanno ottenuto fotografie e video registrazioni sopra e sotto la superficie e segnali acustici registrati utilizzando un microfono subacqueo. Hanno affermato di essere “altamente fiduciosi” di aver trovato una nuova specie di balena e si prevede che i campioni genetici prelevati dall’acqua forniranno la prova una volta completata l’analisi.

"Abbiamo visto qualcosa di nuovo", ha detto il dottor Jay Barlow. “Qualcosa che non ci si aspettava in questa zona, qualcosa che non corrisponde, né visivamente né acusticamente, a nulla di cui si sa che esiste.

"Mi vengono i brividi su e giù per la schiena quando penso che avremmo potuto realizzare ciò che la maggior parte delle persone direbbe davvero impossibile: trovare un grande mammifero che esiste su questa Terra e che è totalmente sconosciuto alla scienza."

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x