I polpi sognano – ma che dire?

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

La prossima volta che vedi un fermo polipo durante le immersioni subacquee e hai tempo a disposizione, potresti tenerlo sotto osservazione per vedere se è sveglio, dorme o sta sognando.

Si sapeva che i polpi cambiavano colore mentre dormivano, ed era stato suggerito che ciò potesse essere causato dai sogni, ma fino a poco tempo fa si pensava che solo i mammiferi e gli uccelli mostrassero stati di sonno distinti. Ora la ricerca ha dimostrato che questi modelli di cambiamento di colore caratterizzano due stati di sonno alternati: uno "tranquillo", l'altro "attivo".

Leggi anche: Hogfish “scatta foto della propria pelle dall’interno”

Durante il sonno tranquillo i polpi rimangono immobili, la pelle pallida e gli occhi a fessura ben chiusi. Al contrario, il rapporto afferma che il sonno attivo è caratterizzato da cambiamenti nel colore e nella struttura della pelle, nonché da movimenti oculari tremolanti, ventose contratte sulle braccia e contrazioni muscolari sul corpo.

La ricerca è stata guidata da polipo neuroscienziata Sylvia Medeiros del Brain Institute dell’Università Federale del Rio Grande do Norte in Brasile. Lei e la sua squadra hanno catturato quattro polpi selvatici di questa specie Polpo insulare, trovati solo al largo della costa brasiliana, e li trasferì nel suo laboratorio per essere osservati da vicino una volta che si fossero acclimatati.

La maggior parte dei polpi sono rimasti pallidi e immobili in un sonno tranquillo, ma sono passati a brevi periodi di sonno attivo, da pochi secondi a non più di un minuto. Gli stati di sonno attivo si verificavano tipicamente dopo almeno sei minuti di sonno tranquillo e l’alternanza tra i due stati di sonno si ripeteva in cicli a intervalli di 30-40 minuti.

Sono stati utilizzati vari test di stimolazione per confermare che i polpi rimanessero addormentati. Quando è stato mostrato un granchio vivo che si muoveva su a video schermo, o venivano create vibrazioni nell'acqua martellando delicatamente le pareti della vasca, i polpi mostravano poca o nessuna risposta rispetto a quando erano in stato di allerta.

Il loro comportamento riecheggia quello degli esseri umani, dove il rapido movimento degli occhi, l'elevata frequenza cardiaca e la respirazione irregolare indicano un vivido stato di sogno. Tuttavia, è probabile che i loro schemi di sonno si siano evoluti in modo indipendente nei vertebrati e nei cefalopodi in risposta a pressioni ambientali comparabili.

Gli scienziati ritengono che il comportamento mostrato dai polpi durante il loro stato di sonno attivo suggerisca che potrebbero sperimentare un fenomeno simile al sogno, anche se per un breve periodo. Medeiros ha paragonato l'esperienza alla visione del brief video clip o gif invece di sperimentare sequenze complesse.

Il sogno è stato collegato all’apprendimento negli esseri umani, consentendo al cervello di stabilire connessioni vitali tra nuovi dati ed esperienze passate, quindi gli scienziati vorrebbero sapere se la stessa funzione potrebbe applicarsi ai polpi, anche se testare tale affermazione potrebbe rivelarsi impegnativo. Lo studio è pubblicato su iScience.

ARTICOLI CORRELATI SU DIVERNET:

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x