Subacqueo scomparso: agenzia accusata di risposta lenta

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Subacqueo scomparso: agenzia accusata di risposta lenta

Isola di Satang

Pulau Satang.

Il fratello di un subacqueo scomparso al largo del Borneo malese da sabato (17 aprile) ha accusato i servizi di emergenza di aver ritardato la loro risposta e afferma che la famiglia è stata costretta a organizzare le proprie ricerche.

Karen Chong, 31 anni, era stata in immersione in solitaria nel nord-ovest del Sarawak, dove la conduzione delle operazioni di ricerca e salvataggio è responsabilità della Malaysian Maritime Enforcement Agency (MMEA).

Era stata con altri cinque subacquei su una barca a 23 miglia nautiche a nord della piccola isola di Pulau Satang. Si diceva che il gruppo fosse composto da subacquei certificati che si immergevano insieme regolarmente.

Chong si era già immersa con due uomini del gruppo, ma intorno alle 4.20:XNUMX ha iniziato un'immersione in solitaria che si diceva avesse intenzione di continuare per non più di mezz'ora. Non era chiaro dai rapporti, anche se sembra probabile, che si trattasse di una continuazione dell'immersione da cui gli uomini erano emersi.

Quando Chong non è riuscito a riemergere dopo più di un'ora, gli altri subacquei avevano perlustrato la zona. Hanno riferito di aver sentito un fischio nella fase iniziale, ma non sono riusciti a capire da quale direzione provenisse il suono.

The missing diver’s brother Brandon was informed of her disappearance at around 7pm, and later told the Borneo Post that a dive-centre operator had suggested he alert the MMEA. He said that after trying the agency’s number 10 times without reply he had called 999 and was told that the MMEA would return his call.

Altre autorità lo avevano contattato, ha detto, ma non il MMEA. Aveva continuato a provare il numero e aveva detto che dopo un'ora finalmente si era messo in contatto e aveva denunciato la scomparsa della sorella. Gli è stato detto che la barca dell'agenzia più vicina alla zona era senza carburante e che un'operazione SAR non poteva essere lanciata fino alle 7.00:XNUMX del mattino successivo.

Rinunciando a cercare aiuto, Chong prese una barca con altri subacquei e cercò finché le condizioni meteorologiche non li costrinsero a fermarsi intorno a mezzanotte. Hanno ripreso domenica mattina ma ha detto che non c'era traccia del MMEA nella zona, solo della polizia. L'agenzia lo ha chiamato intorno alle 11 e gli ha chiesto di incontrarsi al molo dove era ormeggiata la sua barca, ancora, secondo Chong, senza carburante.

Si è scoperto che prima di iniziare la ricerca la MMEA voleva tenere una conferenza stampa, con Chong in rappresentanza della famiglia. Solo dopo è iniziata una ricerca da una barca in un raggio di due miglia nautiche dal punto in cui il sub è stato visto l'ultima volta, anche se con incredulità di Chong questa è stata interrotta alle 6:XNUMX.

19 Aprile 2021

"Se questo è davvero il modo in cui le autorità stanno conducendo le loro operazioni SAR, direi che è tempo per loro di rafforzare le loro SOP [pratiche operative standard], perché questa è una questione di vita o di morte", ha detto Chong al giornale. Nel frattempo la famiglia aveva organizzato la ricerca per via aerea, ma senza successo.

Un rappresentante della MMEA ha dichiarato nella sua conferenza stampa di essere stato informato dell'incidente intorno alle 8:999 di sabato tramite una chiamata al 9.00 e di aver iniziato le operazioni SAR alle XNUMX:XNUMX del mattino successivo. Sono stati coinvolti anche la Polizia Marittima, i Vigili del Fuoco e le Forze di Protezione Civile. Karen Chong risulta ancora scomparsa.

All'estremità orientale del Sarawak ieri (18 aprile) il corpo di un'altra sub, Ling Beng Wei, è stato trovato galleggiante sopra un sito di immersione al largo di Miri.

La vittima, 34 anni, aveva fatto un'immersione di un'ora con un gruppo di altre 25 persone intorno a mezzogiorno. Tutti erano emersi, ma era poi iniziata una seconda immersione, secondo quanto riferito dopo un intervallo di superficie di soli “pochi minuti”, prima di essere interrotta dopo cinque minuti a causa delle condizioni dell'acqua.

Gli altri subacquei erano tornati alla barca e quando si è scoperto che Ling era disperso è stata effettuata una ricerca. Il suo corpo è stato portato in ospedale per un esame autoptico.

maggiore

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x