L'orca solitaria ha ucciso il grande squalo bianco in 2 minuti

L'orca Starboard che porta in bocca il fegato del grande squalo bianco (Christiaan Stopforth & Francesca Romana Romeiro / SSCSI)
L'orca Starboard che porta in bocca il fegato del grande squalo bianco (Christiaan Stopforth & Francesca Romana Romeiro / SSCSI)

Un’orca maschio è stata osservata per la prima volta l’anno scorso nell’atto di spedire ed estrarre il fegato da un grande squalo bianco – e lo ha fatto senza aiuto, impiegando solo due minuti per completare il suo compito, come dettagliato in un nuovo studio.

"La sorprendente predazione, al largo della costa di Mossel Bay, in Sud Africa, rappresenta un comportamento senza precedenti che sottolinea l'eccezionale abilità dell'orca assassina", afferma l'ittiologa Dott.ssa Alison Towner di Rhodes University, leader della squadra le cui osservazioni compaiono nel Giornale africano di scienze marine.

L’incidente è avvenuto nel giugno 2023, ma un altro studio della dott.ssa Towner e del suo team pubblicato sulla stessa rivista l’anno precedente aveva descritto come la coppia di orche soprannominate Port e Starboard cacciava e uccideva grandi bianchi al largo del Sud Africa dal 2017.

Il loro regno di terrore aveva allontanato un gran numero di squali dai loro siti naturali di aggregazione, segnando l’inizio di una recessione per l’industria sudafricana delle immersioni in gabbia. L'esperto britannico di squali Richard Peirce lo aveva già fatto scritto esclusivamente sulla situazione Divernet All'inizio di 2018.

L'orca maschio Starboard (la coppia prende il nome dal modo in cui la loro rispettiva dorsale fini caduto) è lo stesso che ha effettuato l'attacco in solitaria del 2023.

Fegati ricchi di lipidi

Le orche assassine sono associate alla caccia in branco, consentendo loro di circondare grandi prede come foche, leoni marini, altre balene e squali e di usare la loro velocità e forza combinate per catturarle. Erano stati visti cacciare da soli, ma mai prima d'ora con i grandi bianchi come vittime.

L'orca Starboard afferra la pinna pettorale sinistra del grande squalo bianco parzialmente immobilizzato, spingendolo in avanti (Christiaan Stopforth e Francesca Romana Romeiro / SSCSI)
Tribordo afferra il pettorale sinistro dello squalo parzialmente immobilizzato pinna, spingendolo in avanti (Christiaan Stopforth & Francesca Romana Romeiro / SSCSI)

“As previously in South Africa, the orcas are exhibiting a strong preference for extracting and consuming the lipid-rich livers of white sharks – a specialised feeding behaviour,” explains Towner, who has studied great whites’ movement patterns through their tagging data for the past 17 years. “Starboard was observed preying on a 2.5m juvenile white shark, later carrying the shark’s liver in its mouth past a boat.”

Più di un grande bianco è stato ucciso durante l'incidente, perché una seconda carcassa di 3.5 metri è stata successivamente ritrovata nelle vicinanze. "Lo studio solleva interrogativi cruciali sull'impatto della predazione delle orche sulle popolazioni di squali in Sud Africa", afferma Towner.

“Le osservazioni qui riportate aggiungono ulteriori strati all’affascinante storia di queste due orche assassine e alle loro capacità”, ha commentato l’esperto di balene Dr Simon Elwen, direttore fondatore e scienziato principale presso Ricerca e conservazione della ricerca in mare.

“As smart, top predators, killer whales can rapidly learn new hunting techniques on their own or from others, so monitoring and understanding the behaviours used here and by other killer whales in South Africa is an important part of helping us understand more about these animals.”

Filmato dell'incidente compilato dalla Earth Legacy Foundation

"Una volta raggiunta Seal Island a Mossel Bay, l'odore dell'olio di fegato di squalo e una notevole chiazza di petrolio indicavano una recente uccisione", è stata la testimone oculare Esther Jacobs dell'ente per la conservazione marina Keep fine Alive ha descritto l'incidente. “Seguindo Port e Starboard vicino all'isola, rimasero separati.

“Sono stato testimone di uno squalo bianco pinna rompere la superficie inizialmente suscitò entusiasmo, ma ciò si trasformò in una triste realizzazione quando Starboard si avvicinò rapidamente. Il momento in cui Starboard ha rapidamente predato la mia specie di squalo preferita è stato devastante e intensamente potente”.

Impatto profondo

"Nel corso di due decenni di visite annuali in Sud Africa, ho osservato il profondo impatto che queste orche assassine hanno sulla popolazione locale di squali bianchi", ha commentato il coautore dello studio, il dott. Centro Studi sugli Squali e Università di Siena.

“Vedere Starboard trasportare il fegato di uno squalo bianco davanti alla nostra nave è indimenticabile. Nonostante il mio timore reverenziale per questi predatori, sono sempre più preoccupato per l’equilibrio dell’ecologia marina costiera”.

Secondo lo studio l’incidente “sottolinea l’urgente necessità di strategie di conservazione adattabili e di un vigile monitoraggio ecologico in mezzo alle mutevoli condizioni ambientali”.

Anche su Divernet: Il grande turismo degli squali bianchi in Sud Africa è in pericolo mentre le orche attaccano gli squali, Quando il cacciatore diventa preda, Cosa spaventa i grandi bianchi?, Gli squali bianchi si radunano nel nuovo hotspot atlantico

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x