Il “verme di mare” più lungo trovato al largo dell’Australia

Schmidt Ocean Institute
Schmidt Ocean Institute

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

I subacquei si sono abituati alle storie di “mostri vermi marini” che si rivelano essere colonie di organismi identificati variamente come salpe, pirosomi o sifonofori. Ma un esemplare scoperto di recente al largo di Ningaloo, nell’Australia occidentale, sembra aver ripristinato la scala di tali avvistamenti, con una lunghezza stimata maggiore di qualsiasi altro animale conosciuto, pari a circa 45 metri.

Leggi anche: Scoperta una barriera corallina torreggiante in GBR

Il sifonoforo gelatinoso apolemia, essenzialmente una serie di idrozoi che nuotano liberamente ciascuno con la capacità di clonarsi, è stato scoperto durante una spedizione di un mese per esplorare le profonde Cape Range e Cloates Canyon utilizzando un ROV. 

Il team scientifico a bordo della nave da ricerca Schmidt Ocean Institute Falcor sono rimasti entusiasti della scoperta, insieme a quella di ben 30 specie precedentemente sconosciute nella zona.

Il loro ROV SubBastiano completato 20 immersioni fino a 4.5 km di profondità, registrando reperti che includevano spugne di vetro, spugne bioluminescenti di Taning polipo calamari, un cetriolo di mare dalla coda lunga e una serie di altri molluschi, cirripedi e aragoste tozze. 

"Sospettavamo che queste aree di acque profonde fossero diverse, ma siamo rimasti stupefatti dal significato di ciò che abbiamo visto", ha affermato la scienziata capo Dr. Nerida Wilson del Western Australian Museum. Altri ricercatori presenti nel viaggio rappresentavano la Curtin University, Geoscience Australia e Scripps Institution of Oceanography. 

I CaliforniaLo Schmidt Ocean Institute sta effettuando una serie di spedizioni della durata di un anno in Australia e nel Pacifico Falcor ed SubBastiano, consentendo agli scienziati di esplorare per la prima volta una serie di canyon di acque profonde e barriere coralline. 

Dice il video I filmati e i campioni raccolti “avranno importanti implicazioni per la sostenibilità e la protezione di questi ecosistemi sottomarini – e per habitat simili in tutto il mondo che sono in pericolo a causa dell’aumento della temperatura dell’oceano e di altre minacce ambientali”.

Falcor, che si dice sia "l'unica nave da ricerca filantropica in grado di navigare tutto l'anno" al mondo, e SubBastiano sono resi disponibili gratuitamente agli scienziati internazionali che accettano di rendere pubbliche le loro scoperte.

Le immersioni sono state trasmesse in live streaming e i momenti salienti possono essere visti qui.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x