La vita cerca le tartarughe in via di estinzione

tartarughe in via di estinzione
Kayla Burgher con una tartaruga caretta a Core Sound, Carolina del Nord prima del suo rilascio (Jesse Senko)

I ricercatori dell’Arizona State University (ASU) si aspettavano di scoprire che lo sfruttamento delle tartarughe marine in tutto il mondo fosse aumentato negli ultimi dieci anni, quindi sono rimasti piacevolmente sorpresi quando la loro nuova valutazione globale ha identificato un calo del 28%, con quelle tartarughe ancora uccise o le vittime della tratta ora provengono con maggiore probabilità da popolazioni meno minacciate.

"Il declino nell'ultimo decennio potrebbe essere dovuto a una maggiore legislazione protettiva e a maggiori sforzi di conservazione, insieme a una maggiore consapevolezza del problema o al cambiamento delle norme e delle tradizioni locali", ha affermato la coautrice dello studio Kayla Burgher, una studentessa di dottorato in Scuola di scienze della vita dell'ASU.

Modelli e tendenze rivelati nello studio, pubblicato di recente in Global Change Biology, si basavano su una revisione dei dati provenienti da articoli di riviste sottoposte a revisione paritaria, media archiviati e rapporti di ONG e online questionari. 

Sebbene la riduzione sia stata accolta con favore, è avvenuta da un livello di base elevato. Secondo il sondaggio, oltre 1.1 milioni di tartarughe, il 95% delle quali verdi e embricate, sono state vittime dei bracconieri tra il 1990 e il 2020.

Nonostante la legislazione volta a proteggere le tartarughe, negli ultimi dieci anni ne sono state ancora sfruttate fino a 44,000 all’anno in 65 paesi o territori e in 44 delle 58 principali popolazioni di tartarughe marine del mondo.

Il Sud-est asiatico e il Madagascar sono emersi come i principali punti caldi per il prelievo e il commercio illegale, in particolare di embricate (Eretmochelys imbricata), con le loro pregiate conchiglie. Il Vietnam è stato il paese d’origine più comune per il traffico illegale, con quasi tutti i prodotti trafficati destinati alla Cina e al Giappone. Nel corso di tutti e tre i decenni, la Vietnam-Cina è rimasta la rotta commerciale delle tartarughe più comune.

Le tartarughe sono avvistamenti molto apprezzati dai subacquei e dagli amanti dello snorkeling, ma nella Lista Rossa IUCN le embricate sono elencate come in pericolo critico e quelle verdi (Chelonia mydas) In via di estinzione.

tartarughe in via di estinzione
In via di estinzione, ma guardando in alto (Lindsay Lauckner Gundlock)

Il commercio di animali selvatici al mercato nero è considerato una delle industrie illecite più redditizie al mondo. Il professore assistente ricercatore dell'ASU Jesse Senko, co-autore principale di Burgher, ha affermato che, sebbene valutare lo sfruttamento illegale delle tartarughe sia stato difficile, soprattutto se collegato a sindacati della criminalità organizzata, la maggior parte di tali attività segnalate negli ultimi dieci anni si è verificata in popolazioni grandi, stabili e geneticamente diverse. . 

“Ciò significa che la maggior parte di queste tartarughe marine provenivano da popolazioni sane e a basso rischio, il che suggerisce che, con poche eccezioni, gli attuali livelli di sfruttamento illegale probabilmente non avranno un impatto dannoso sulla maggior parte delle principali popolazioni di tartarughe marine in tutto il mondo. oceani del mondo”, ha detto Senko.

Ma ha chiesto un maggiore sostegno ai governi delle nazioni che non hanno le risorse per proteggere le tartarughe, e sostegno alle comunità colpite negativamente da restrizioni o divieti. “Dobbiamo sviluppare strategie di conservazione che vadano a beneficio sia delle persone che delle tartarughe”, ha affermato.

Lo studio non includeva il furto di uova di tartaruga o prodotti come ornamenti realizzati con conchiglie non facilmente attribuibili alle singole tartarughe, ma Burgher lo descrisse come una base importante per la ricerca futura e gli sforzi di sensibilizzazione. 

“Crediamo che questo studio possa aiutare i professionisti e i legislatori della conservazione a dare priorità agli sforzi di conservazione e ad allocare le proprie risorse per aiutare a proteggere al meglio le popolazioni di tartarughe marine da livelli dannosi di sfruttamento in tutto il mondo”, ha affermato.

“Stupefacente” Aldabra

rifugio delle tartarughe Aldabra
Atollo di Aldabra (David Stanley)

All’inizio di quest’anno, un rapporto condotto dall’Università di Exeter nel Regno Unito ha scoperto che le tartarughe verdi delle Seychelles, una volta quasi cacciate fino all’estinzione, ora stanno di nuovo prosperando.

Aldabra, uno degli atolli più grandi del mondo, dal 19° secolo vedeva circa 12,000 tartarughe all’anno cacciate per la loro carne. A seguito di una raccomandazione della Royal Society britannica, nel 1968 è diventata una riserva naturale con protezione completa delle tartarughe e 14 anni dopo è stata anche designata patrimonio mondiale dell'UNESCO. 

L’effetto è descritto come “sorprendente” nello studio pubblicato su Ricerca sulle specie in via di estinzione. Gli scienziati hanno scoperto che Aldabra ora ospita la seconda più grande popolazione riproduttiva di tartarughe verdi nella regione occidentale dell’Oceano Indiano, con 3,000-5,000 femmine che nidificano ogni anno – e hanno pensato che fosse possibile che la popolazione attuale potesse raddoppiare nuovamente.

Simili recuperi delle popolazioni di tartarughe verdi ottenuti grazie alla protezione delle aree di nidificazione sono stati registrati anche in Australia, Costa Rica, Hawaii, Messico e sull'isola dell'Ascensione. 

Anche su Divernet: La navigazione delle tartarughe è “relativamente rozza”, Tartarughe Di Raja Ampat, Le tartarughe cadono nella “trappola olfattiva”, La tartaruga che sostiene il mondo, Il mondo della spugna

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x